Home / RECENSIONI / Biografico / Un Amico Straordinario – Can you say…Hero? – Recensione

Un Amico Straordinario – Can you say…Hero? – Recensione

Un Amico Straordinario: L’incredibile figura iconica della tv dei ragazzi americana Mister Rogers riprende vita grazie al bellissimo ritratto fatto dalla regista Marielle Heller e alla straordinaria interpretazione di Tom Hanks.

Lloyd Vogel (Matthew Rhys) è un giornalista newyorkese della rivista Esquire che apparentemente sembra avere tutto dalla vita, un bel lavoro e una meravigliosa moglie da cui ha appena avuto un bellissimo bambino. Nonostante ciò la paternità, che pur lo rende felice, costringe Lloyd a confrontarsi con gli aspetti più dolorosi della sua esistenza che riguardano la sua famiglia d’origine. Il passato doloroso di Lloyd lo rende emotivamente difficile da raggiungere da parte dei suoi familiari, poco empatico ingabbiandolo in una prigione mentale fatta di rabbia e disillusione. La direttrice della sua rivista, scontenta del taglio aggressivo dei suoi pezzi, lo costringe a intervistare la famosa star di un programma per bambini Fred Rogers (Tom Hanks), sarà per Lloyd l’inizio di una incredibile avventura umana.

un-amico-straordinario-recensione-film-03

Cosa funziona in Un Amico Straordinario

Marielle Heller, regista nota soprattutto per l’interessante Copia originale, tratteggia un ritratto emotivo e intenso di una figura iconica rimasta nella memoria mi milioni di ex-bambini americani per aver portato sul piccolo schermo una figura pacata e amorevole capace di costruire l’autostima anche dei bambini più feriti che non era semplicemente una maschera. Una figura rimasta nel cuore di chiunque lo abbia conosciuto che era noto per essere impossibile da intervistare perché in qualsiasi interazione con Fred Rogers l’intervistatore non riusciva a tirare fuori nulla di giornalisticamente eclatante e finiva per raccontare le proprie confidenze a Fred.

un-amico-straordinario-recensione-film-01

Incredibile il lavoro da interprete fatto da Tom Hanks che riesce e ricalcare il ritmo, le movenze e il pacato tono paterno di un essere umano, prima che presentatore televisivo, straordinariamente fuori dal tempo che è anche il rappresentante di una televisione che sembra lontana anni luce dalla nostra.

un-amico-straordinario-recensione-film-02

Perché non guardare Un Amico Straordinario

Nell’era in cui la violenza è stata sdoganata su tutti i media una figura come quella di Mister Rogers risulta quasi surreale e potrebbe addirittura irritare un pubblico particolarmente caustico e disilluso. Non fate questo errore, in un mondo colmi di cattivi maestri, abbiamo tutti bisogno di scoprire, o ricordare, che il nichilismo non è l’unica strada.

Un Amico Straordinario sarà al cinema dal 5 marzo con Warner Bros. Italia.

Regia: Marielle Heller. Con Tom Hanks, Matthew Rhys, Enrico Colantoni, Chris Cooper, Wendy Makkena, Tammy Blanchard, Maddie Corman, Susan Kelechi Watson, Sakina Jaffrey, Kitty Crystal, Maryann Plunkett, Noah Harpster, Michael Masini, Carmen Cusack, Kevin L. Johnson, Gretchen Koerner, Scott Rapp, Mike Ancas, Rebecca Watson, Tom Bonello, Phil Nardozzi, Gregory Bromfield, Heather Habura, Ryan Sobota, Scott Matheny, Nathaniel Johnson Anno: 2019 Durata: 109 min. Paese: USA Distribuzione: Warner Bros Italia

About Eleonora Freso

Eleonora Freso

Guarda anche

fireworks-recensione-bluray-copertina

Fireworks – Vanno visti di lato o dal basso? – In DVD e Bluray il nuovo Anime dello Studio Shaft – Recensione

Fireworks – Vanno visti di lato o dal basso?, l’ultimo anime di successo supervisionato da …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.