the-world-to-come-recensione-film-cover
Home / RECENSIONI / Drammatico / The World to Come – Recensione del film di Mona Fastvold con Katherine Waterston, Casey Affleck e Vanessa Kirby – Venezia 77

The World to Come – Recensione del film di Mona Fastvold con Katherine Waterston, Casey Affleck e Vanessa Kirby – Venezia 77

Ebbene, oggi recensiamo il film The World to Come di Mona Fastvold (già sceneggiatrice, fra gli altri, de L’infanzia di un capo), qui alla sua opus n.2

La Fastvold, dunque, è tornata a cimentarsi con la regia a ben sei anni di distanza dal suo esordio dietro la macchina da presa, avvenuto con The Sleepwalker, datato per l’appunto 2014.

Il film è scritto da Ron Hansen (L’assassinio di Jesse James per mano del codardo Robert Ford) assieme a Jim Shepard. Quest’ultimo anche autore dell’omonimo racconto da cui ha tratto il suo personale adattamento per il grande schermo.

the-world-to-come-recensione-film-01

Presentato alla 77.a Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia in Concorso ufficiale, The World to Come è stato ben accolto, in generale, dalla Critica malgrado, possiamo dirlo subito, non abbia sinceramente appieno convinto tutti.

Detto ciò, il New York Times ha espresso un parere estremamente lusinghiero nei suoi riguardi, lodando soprattutto la penna di Shepard in quanto, a suo dire, evocatrice di suggestioni pittoriche di forte impatto emotivo.

Trama:

in un luogo non ben definito, quasi rupestre, più che altro boschivo, nello stato di New York, in una misteriosa fattoria, Abigail (Katherine Waterston) e suo marito Dyer (Casey Affleck) sono ancora sconvolti dalla perdita della loro giovanissima figlia, morta di difterite. Fanno presto amicizia coi loro nuovi vicini, cioè la coppia formata da Tallie (Vanessa Kirby) e Finney (Christopher Abbott).

Le due donne, pian piano ma crescentemente, cominciano a confidarsi con intensità sempre maggiore. Tanto che, a un certo punto, i loro reciproci consorti sospettano gravemente di loro e la pace armonica, potremmo dire omeostatica, di un’amicizia particolare innescatasi dolcemente ed empaticamente fra i mariti e le mogli degenererà con esiti forse nefasti.

Naturalmente, ci fermiamo qui e non vi precludiamo quindi le possibili, inaspettate sorprese che potrete vedere in sala quando The World to Come, ci auguriamo, verrà distribuito nei nostri cinema.

Preannunciamo, comunque, che sarà difficile che un film di nicchia come questo possa trovare facilmente una subitanea release in Italia.

Essendo The World to Come, senza dubbio, indirizzato a un target di spettatori esigenti, adoratori di un Cinema d’essai probabilmente dai gusti molto particolari.

the-world-to-come-recensione-film-05

Perché guardare The World to Come

Le interpretazioni degli attori sono impeccabili, in particolar modo della Waterston e della sempre più in formissima Vanessa Kirby.

the-world-to-come-recensione-film-04

Perché non guardare The World to Come

Come detto, però, The World to Come potrebbe ampiamente scontentare chi non ama i ritmi cosiddetti lenti, i dialoghi rarefatti e le atmosfere, potremmo dire, ricercatamente troppo ancestrali…

Regia: Mona Fastvold Con: Vanessa Kirby, Katherine Waterston, Casey Affleck, Christopher Abbott, Andreea Vasile. «continua Karina Ziana Gherasim, Ioachim Ciobanu, Sandra Personnic-House Anno:2020 Durata: 98 min. Paese: USA 

About Stefano Falotico

Stefano Falotico
Scrittore di numerosissimi romanzi di narrativa, poesia e saggistica, è un cinefilo che non si fa mancare nulla alla sua fame per il Cinema, scrutatore soprattutto a raggi x delle migliori news provenienti da Hollywood e dintorni.

Guarda anche

qualcuno-salvi-natale-2-recensione-film-copertina

Qualcuno salvi il Natale 2 – Recensione del film di Chris Columbus con Kurt Russell

Qualcuno salvi il Natale 2: Arriva per questo bislacco 2020 il seguito del film con …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.