Home / RECENSIONI / Shadows – Segreti inconfessabili nascosti nel bosco – Recensione

Shadows – Segreti inconfessabili nascosti nel bosco – Recensione

Shadows: Arriva direttamente a noleggio sulle piattaforme digitali,  a partire dal 19 novembre, il nuovo film di Carlo Lavagna che torna alla regia dopo il buon esordio di Arianna e la conseguente vittoria ai Globo d’oro 2016 per la sua protagonista Ondina Quadri.

Le sorelle Alma (Mia Threapleton) e Alex (Lola Petticrew) sono due adolescenti che vivono nascoste nell’oscurità dei boschi, in un vecchio hotel abbandonato, in compagnia della loro Madre (Saskia Reeves), una donna severa, e apparentemente saggia, che le protegge dalle misteriose insidie del mondo esterno. Un mondo ormai diventato rurale, in cui è possibile vivere solo durante la notte.

shadows-recensione-film-01

Con l’arrivo dell’adolescenza nelle due ragazze continua a farsi spazio una nuova consapevolezza che le porterà a infrangere ripetutamente le regole di vita imposte dalla loro madre. L’apparente equilibrio all’interno delle loro vite si sgretola piano piano sotto i loro occhi, riportando alla luce inquietanti segreti.

shadows-recensione-film-02

Cosa funziona in Shadows

Già con il precedente Arianna, il regista Carlo Lavagna ha dimostrato una spiccata attenzione all’estetica, al dettaglio e alla direzione, anche Shadows, mette in mostra tre bravissime attrici, le giovani Mia Threapleton (Le regole del caos di Alan Rickman), Lola Petticrew (A Bump along the way di Shelly Love) e Saskia Reeves (Nymphomaniac di Lars von Trier), all’interno di location curatissime, esaltate dalla fotografia di James Mather. Grande cura è stata data anche all’aspetto psicologico e ai legami tra le tre protagoniste.

L’ambientazione è sicuramente la cosa più riuscita del thriller psicologico costruito dalla sceneggiatura scritta da Fabio MolloDamiano BruèVanessa Picciarelli e Tiziana Triana, che cerca di mettere in pratica le lezioni cinematografiche dei maestri del brivido come Hitchcock e campioni dei twist narrativi alla M. Night Shyamalan.

shadows-recensione-film-03

Perché non guardare Shadows

Nonostante gli aspetti positivi di Shadows, la nuova fatica di Carlo Lavagna è intrigante ma non graffia completamente. Le soluzioni narrative sono abbastanza classiche e trasudano di cliché. La narrazione risulta spesso piatta non per mancanza di eventi o di ritmo, ma per la linearità delle evoluzioni. Tutti i twist sono prevedibili e per i più navigati, non sarà difficile capire il finale dopo i primi 30 minuti. Non proprio il massimo per gli appassionati di thriller che vogliono vivere sull’effetto sorpresa prima ancora che analizzare il rapporto psicologico delle tre protagoniste.

Shadows è disponibile sulle piattaforme on demand a partire dal 19 novembre (Sky Primafila, Chili, Google Play, Apple iTunes, CG Digital, Rakuten TV, The Film Club, Timvision, Infinity, Io resto in sala) distribuito da Vision Distribution.

Regia: Carlo Lavagna Con: Mia Threapleton, Lola Petticrew, Saskia Reeves Anno: 2020 Durata: 90 min. Paese: Italia, Irlanda Distribuzione: Vision Distribution

About Davide Belardo

Davide Belardo
Editor director, ideatore e creatore del progetto Darumaview.it da più di 20 anni vive il cinema come una malattia incurabile, videogiocatore incallito ed ex redattore della rivista cartacea Evolution Magazine, ascolta la musica del diavolo ma non beve sangue di vergine.

Guarda anche

volevo-nascondermi-recensione-bluray-copertina

Volevo Nascondermi – Recensione del Bluray del film

Volevo Nascondermi: Disponibile dall’11 novembre il film di Giorgio Diritti con protagonista Elio Germano in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.