romevideogamelab-online-festival-game-copertina
Home / VIDEOGIOCHI / RomeVideoGameLab – Online il Festival degli applied games, tra videogame, scienza e fantascienza

RomeVideoGameLab – Online il Festival degli applied games, tra videogame, scienza e fantascienza

Dal 4 novembre a sabato 7 torna RomeVideoGameLab in una edizione davvero speciale tutta in streaming per appassionati del videogame e della scienza e fantascienza.

Tutto in streaming ma assolutamente completo: RomeVideoGameLab affronta la sua edizione più “speciale” in questo 2020 con un calendario di lavori densissimo e ricchissimo attorno ai temi scelti per quest’anno: videogioco, scienza e fantascienza. Con uno sguardo particolare ai temi dei cambiamenti climatici. Si parte il 4 novembre e si andrà avanti fino al 7 con tanti workshop (rivolti ai ragazzi delle scuole e già tutti prenotati), con talk dedicati agli appassionati, ai ricercatori e agli sviluppatori di videogame e con alcune lectio magistralis di peso con relatori d’eccellenza su temi come climate change e intelligenza artificiale. RomeVideoGameLab è prodotto da Istituto Luce Cinecittà e avrà il suo quartier generale all’interno dei famosi Studios di via Tuscolana, anche se stavolta il pubblico sarà tutto davanti ai computer, agli smartphone, ai tablet e anche alle consolle. Il festival arriva alla sua terza edizione e punta come sempre ad approfondire il mondo degli applied games, ovvero dei videogiochi che possono contribuire alla divulgazione e alla informazione scientifica. Per questo saranno presentati molti nuovi videogame, giocabili anche a distanza. E per questo il Cnr – Unità di Comunicazione e Relazioni con il Pubblico e i suoi scienziati ed esperti, altri istituti nazionali di ricerca, dipartimenti universitari di settore daranno il loro contributo presentando nei talk la propria ricerca e l’utilizzo del gaming ai fini della diffusione della conoscenza scientifica. Spazio anche alla fantascienza e al suo intreccio con cinema, videogiochi e televisione nella narrazione di un futuro all’insegna delle innovazioni tecnologiche e scientifiche.

 “Sarà tutto diverso – commenta Giovanna Marinelli, direttore editoriale di RomeVideoGameLab – ma abbiamo voluto esserci per dare il segnale che, nel rispetto delle regole, un grande evento culturale, scientifico ma anche di gioco e di intrattenimento si può realizzare. La scelta di concentrare molta della nostra attenzione su scienza e fantascienza ci permetterà di esplorare nuovi terreni e di introdurre ricerche e innovazioni appassionanti”.

Grazie al sostegno della Regione Lazio, Camera di Commercio e Unioncamere anche quest’anno avrà luogo un B2B che favorirà l’incontro tra gli sviluppatori italiani (19) e buyer nazionali e internazionali (29). Sarà un B2B interamente on line che avrà luogo venerdì 6 novembre. Il cuore del festival laboratorio sarà la piattaforma tecnologica romevideogamelab.it attraverso la quale tutti quanti potranno collegarsi in streaming e partecipare direttamente a tutti gli eventi superando ogni distanza. Sono previste anche dirette FB. Sul sito è possibile consultare l’intero ricchissimo programma, essere aggiornati e trovare anche materiale foto/video per prepararsi ad ammirare un “nuovo mondo” tra gaming e ricerca scientifica.

Per tutti gli aggiornamenti:

www.romevideogamelab.it

About Davide Belardo

Davide Belardo
Editor director, ideatore e creatore del progetto Darumaview.it da più di 20 anni vive il cinema come una malattia incurabile, videogiocatore incallito ed ex redattore della rivista cartacea Evolution Magazine, ascolta la musica del diavolo ma non beve sangue di vergine.

Guarda anche

Curse of The Blind Dead - Rffaele Picchio

Fantafestival – Vi aspetta Online la 40ma edizione del celebre Festival del fantastico!

Torna il Fantafestival – Mostra internazionale del film di fantascienza e del fantastico, storico appuntamento …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.