racconti-di-cinema-schegge-di-paura-copertina
Home / CINEMA / Racconti di Cinema – Schegge di paura di Gregory Hoblit con Richard Gere e Edward Norton

Racconti di Cinema – Schegge di paura di Gregory Hoblit con Richard Gere e Edward Norton

Oggi, recensiamo una piccola perla degli anni novanta, un film certamente non eccezionale ma comunque rilevante sotto molti aspetti. Ovvero Schegge di paura del veterano Gregory Hoblit.

Regista classe ‘44 che, nonostante molti credits all’attivo come director di serie tv e film per la televisione, giustappunto esordì con tale Schegge di paura nel 1996.

Dirigendo poi film estremamente interessanti, perfino magistrali a livello tecnico come Il tocco del male, Frequency e Il caso Thomas Crawford.

Un fuoco fatuo, però. Poiché ultimamente si disperse in produzioni mediocri, parzialmente sciupando il talento evintosi dalle pellicole succitate. Dirigendo film discreti ma assai meno efficaci come Sotto corte marziale e l’inutile, sciatto Nella rete del serial killer.

Ma torniamo al film in questione, Schegge di paura.

racconti-di-cinema-schegge-di-paura-01

Pellicola della corposa durata di due ore e nove minuti, tratta liberamente dal romanzo Primal Fear (questo, infatti, il titolo originale anche del film) firmato da William Diehl.

Schegge di paura è un legal thriller, se preferite giallo giudiziario, piuttosto appassionante, sostenuto dalla prova vertiginosamente carismatica d’un Richard Gere in magnifica forma, affiancato per l’occasione da un ottimo Edward Norton, qui al suo primo ruolo cinematografico in assoluto. Un debutto, quello di Norton, lodevole e di alto livello.

Infatti, al primo colpo ottenne la nomination all’Oscar come miglior attore non protagonista.

Trama:

un avvocato ricchissimo e molto in gamba, spregiudicato e senza scrupoli morali, Martin Vail (Richard Gere), seguendo il suo istinto da tartufo, quasi sempre vincente, assume volontariamente la difesa di un giovanissimo ragazzo chierichetto, di nome Aaron (Edward Norton), accusato di aver ucciso l’arcivescovo della città. Trucidandolo impietosamente e, a sangue freddo, con innumerevoli coltellate sterminate inflittegli lungo tutto il corpo. Colpi secchi, smembranti l’arcivescovo in modo copiosamente dissanguante e ferocissimamente sanguinario.

Un omicidio davvero efferato, terrificante.

Aaron forse è affetto da doppia personalità? È realmente incolpevole come innocentemente, sin dal suo arresto, si dichiarò col suo viso angelico e insospettabile da servitore di un’importantissima chiesa della diocesi?

Oppure è più furbo di quello che potrebbe a tutti sembrare all’apparenza? Per l’appunto, un letale, infido doppiogiochista micidiale nel suo programmatico disegno criminosamente bastardo?

Ovviamente, lo scoprirete, guardando sino alla fine questo bel film di Hoblit. Teso, compattissimo malgrado la lunga durata. Ove, accanto alle attoriali prove svettanti, come già sopra dettovi, di un Richard Gere al massimo splendore, non solo recitativo, e di un Norton ispiratissimo, tutto il cast di comprimari di lusso fa la sua parte con stile egregio. A partire da una fascinosa, perversamente melliflua Laura Linney sin ad arrivare alla solita ineccepibile, torva Frances McDormand.

Inoltre, con Steven Bauer, Jon Seda e la sexy Maura Tierney.

Musiche di James Newton Howard, fotografia del grande Michael Chapman (Taxi Driver, Toro scatenato, Il fuggitivo).

Qualche volta, Schegge di paura s’inceppa e la trama, dopo la prima ora, vibrante e coinvolgente, comincia a girare un po’ su sé stessa, complicando forse eccessivamente l’intreccio con una serie ripetuta di colpi di scena che, per quanto non risultino scontati, come si suol dire, oppure bolsamente telefonati, nella loro reiterata ripetitività ricalcano, senza troppe sorprese, la classica suspense hollywoodiana mainstreaming un po’ tirata troppo per le lunghe, leggermente rovinando la granitica solidità di un film che, privo di tali difetti, sarebbe invece stato perfetto.

Anche così, però, rimane uno dei “b movies” migliori dei nineties.

About Stefano Falotico

Stefano Falotico
Scrittore di numerosissimi romanzi di narrativa, poesia e saggistica, è un cinefilo che non si fa mancare nulla alla sua fame per il Cinema, scrutatore soprattutto a raggi x delle migliori news provenienti da Hollywood e dintorni.

Guarda anche

racconti-cinema-storia-vera-david-lynch-farnsworth-sissy-spacek-copertina

Racconti di Cinema – Una storia vera di David Lynch con Richard Farnsworth, Sissy Spacek ed Harry Dean Stanton

Ebbene, oggi recensiamo uno dei massimi capolavori di monsieur David Lynch, Una storia vera. Anche …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.