Home / CINEMA / Racconti di Cinema – Ghost Rider di Mark Steven Johnson con Nicolas Cage ed Eva Mendes
racconti-cinema-ghost-rider-nicolas-cage-copertina

Racconti di Cinema – Ghost Rider di Mark Steven Johnson con Nicolas Cage ed Eva Mendes

Oggi vi parliamo di Ghost Rider, datato 2007 con protagonisti Nicolas Cage ed Eva Mendes.

Un guascone, fracassone, più che altro disastroso cinecomic che, all’epoca, prima che, per l’appunto, spopolasse l’attuale mania, giusta o sbagliata che sia, per i cine-fumetti, prima dell’avvento del successo planetario della spettacolare, controversa saga di Avengers e del rutilante, stupendo e immaginifico Joker di Todd Phillips, invero rielaborazione altamente sofisticata, geniale e profondamente intellettuale di un celeberrimo personaggio della DC filtrato attraverso una raffinatissima ottica meta-cinematografica e citazionistica, fece sfracelli al botteghino.

E, a fronte di un budget piuttosto dispendioso, circa cento milioni di dollari, riuscì negli incassi non solo ad azzerare e ad ammortizzare le spese, bensì a superarle di gran lunga.

Ghost Rider, scritto e diretto da Mark Steven Johnson (director di Killing Season e regista, peraltro, di Daredevil con Ben Affleck), ovviamente è, come si suol dire, pienamente ispirato liberamente al celebre, omonimo graphic novel.

Ghost Rider dura un’ora e cinquanta minuti e fu finanziato dalla Columbia Pictures assieme naturalmente alla Marvel.

Copiamo e incolliamo qui la trama estrapolata dal nostrano Dizionario dei Film a cura di Morandini, sinteticamente emblematica e, nella sua esaustiva stringatezza, perfettamente ritraente, senza voli pindarici e prolissità da Wikipedia, i punti salienti della vicenda narrataci e pedestramente filmata da Johnson.

Per guarire il padre malato, il motociclista acrobatico Johnny Blaze (Long da giovane; Cage da adulto) vende l’anima a Lucifero (Fonda). Innamorato di Roxanne (Alessi da giovane; Mendes da adulta), Blaze deve sgominare Cuorenero, figlio ribelle di Lucifero che vuole impadronirsi del mondo.

Cuorenero, per meglio dire Blackheart, è interpretato da Wes Bentley.

Ora, malgrado il bel cammeo di Sam Elliott, la partecipazione straordinaria di Peter Fonda e la discreta colonna sonora di Christopher Young, Ghost Rider è forse, insieme a Spawn di Mark A.Z. Dippé, il peggior cinecomic di sempre. Perfino inferiore al già orrendo e inguardabile, sopraccitato Daredevil dello stesso Johnson.

Un pastrocchio inimmaginabile dei più tamarri film action figli degli anni novanta, miscelati a una CGI piuttosto imbarazzante. Il tutto mal amalgamato a una sotto-trama evocativa atmosfere fantasy assolutamente puerili e fintamente, anzi, artificialmente nostalgiche del migliore Cinema fantastico degli eighties.

Detto ciò, Nicolas Cage appare sorprendentemente in forma fisica e aderisce al personaggio con sentita partecipazione così esageratamente grottesca, in suo puro stile overacting, da risultare stranamente pertinente e in linea con la stupidaggine della pellicola.

Infatti, per calarsi nella parte, si sottopose a una dieta ferrea e scolpì il suo corpo, rassodando e piacevolmente smagrendo i suoi già tonici muscoli esibiti orgogliosamente in Con Air, con tantissime ore di dura palestra, mostrando dunque un viso suo scheletricamente asciutto ancora prima di tramutare nel centauro infernale che dà il titolo alla pellicola.

Eva Mendes è sempre bella e sensuale ma Ghost Rider è una pacchianata mal girata e montata in fretta e furia, gli effetti speciali, come sopra accennato, sono sconcertanti nella loro trasandatezza visiva. E il tutto suona come una furbissima operazione commerciale molto fake.

Come si dice, un pugno in un occhio e una plateale presa per i fondelli alla pazienza e all’intelligenza dello spettatore. A dispetto comunque di ciò, Ghost Rider ha i suoi estimatori, eccome. Beati loro…

About Stefano Falotico

Stefano Falotico
Scrittore di numerosissimi romanzi di narrativa, poesia e saggistica, è un cinefilo che non si fa mancare nulla alla sua fame per il Cinema, scrutatore soprattutto a raggi x delle migliori news provenienti da Hollywood e dintorni.

Guarda anche

racconti-di-cinema-mad-max-fury-road-di-george-miller-hardy-theron-capolavoro-poster

Racconti di Cinema – Mad Max: Fury Road di George Miller con Tom Hardy e Charlize Theron è davvero un capolavoro?

Ebbene, a distanza da circa cinque anni esatti dalla sua uscita, avvenuta in Italia esattamente …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.