Home / RECENSIONI / Biografico / Mi Chiamo Francesco Totti – Cronache di un figlio di Roma – Recensione

Mi Chiamo Francesco Totti – Cronache di un figlio di Roma – Recensione

Mi Chiamo Francesco Totti: Attraverso il racconto dello stesso Capitano della Roma Alex Infascelli porta al cinema e alla Festa del Cinema di Roma, il racconto celebrativo di uno dei calciatori italiani più forti dal dopoguerra ad oggi.

La voce fuori campo dello stesso Francesco Totti ci introduce e ci accompagna nel racconto della sua vita attraverso i 25 anni d’amore che hanno legato l’uomo e il calciatore alla città eterna.

Partendo dalla sua prima avventura in spiaggia con la famiglia e i primi calci al pallone, passando per le sfide con gli amici ai primi passi la Lodigiani per arrivare all’esordio in Serie A, il primo goal con l’AS Roma, lo scudetto, l’infortunio e il mondiale. Oltre al Totti esiste un Francesco che in circa 105 minuti si racconta ed emoziona.

mi-chiamo-francesco-totti-recensione-film-07

Cosa funziona in Mi Chiamo Francesco Totti

A tre anni da “Piccoli crimini coniugali“, e con la felice esperienza documentaristica di “S Is for Stanley“, il regista Alex Infascelli, torna al cinema con un documentario celebrativo che racconta l’uomo e il mito calcistico di Francesco Totti.

mi-chiamo-francesco-totti-recensione-film-02

Tratto dall’autobiografia “Un Capitano“, scritta con Paolo Condò, Mi Chiamo Francesco Totti è un documentario dalla struttura classica, simile ai prodotti sul genere più recenti, ma dall’anima fresca e moderna che si avvale della voce del suo stesso protagonista per raccontare e raccontarsi.

Intuizione geniale e riuscita che, grazie alla capacità naturale di Totti di prendersi la scena, non perde un colpo per tutta la sua durata.

mi-chiamo-francesco-totti-recensione-film-04

Emozioni sportive e umane sono alla base di un racconto che parla di un uomo vincente ma anche di tutti noi, di chi soprattutto quei racconti li ha vissuti sugli spalti o sulla sua pelle. Totti racconta se stesso all’interno del rettangolo di gioco ma ci mostra anche Francesco con le sue paure e i suoi dubbi.

mi-chiamo-francesco-totti-recensione-film-03

La narrazione verte sull’ultima partita del numero 10 dei giallorossi, allo stesso tempo però attraversa i 25 anni vissuti all’interno di Trigoria senza dimenticare gli affetti come gli amici e la famiglia. Momento di forte emozione quando il ricordo vira sui suoi genitori con la camera che posa il suo sguardo sul padre, recentemente scomparso.

mi-chiamo-francesco-totti-recensione-film-01

Perché non guardare Mi Chiamo Francesco Totti

Documentario autocelebrativo che delinea fedelmente l’immagine del fuoriclasse Francesco Totti e ne tratteggia alcuni degli aspetti extra calcistici. Aspetti fuori dal campo che tuttavia non vengono mai approfonditi.

mi-chiamo-francesco-totti-recensione-film-06

Viene affrontata nuovamente la polemica con Luciano Spalletti, il suo ultimo allenatore, il tutto è però raccontato da un solo punto di vista senza repliche del diretto interessato; così come mancano totalmente interventi di tutte le persone che hanno gravitato e gravitano nell’universo Totti. Manca da questo punto di vista un senso di completezza.

Un documentario che parla di un ragazzo vincente che ha realizzato i suoi sogni, i sogni di tutti quelli che amano il calcio ma soprattutto di quelli che amano l'”Unica” maglia, quella giallorossa dell’AS Roma.

Presentato alla Festa del Cinema di Roma 2020, Mi Chiamo Francesco Totti, è al cinema dal 19 al 21 ottobre al cinema con Vision Distribution.

Regia: Alex Infascelli Con: Francesco Totti Anno: 2020 Durata: 101 min. Paese: Italia Distribuzione: Vision Distribution. 

About Davide Belardo

Davide Belardo
Editor director, ideatore e creatore del progetto Darumaview.it da più di 20 anni vive il cinema come una malattia incurabile, videogiocatore incallito ed ex redattore della rivista cartacea Evolution Magazine, ascolta la musica del diavolo ma non beve sangue di vergine.

Guarda anche

volevo-nascondermi-recensione-bluray-copertina

Volevo Nascondermi – Recensione del Bluray del film

Volevo Nascondermi: Disponibile dall’11 novembre il film di Giorgio Diritti con protagonista Elio Germano in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.