Home / RECENSIONI / Commedia / Il Meglio Deve Ancora Venire – I registi di Cena tra amici ci regalano un capolavoro ricco di lacrime e risate – Recensione

Il Meglio Deve Ancora Venire – I registi di Cena tra amici ci regalano un capolavoro ricco di lacrime e risate – Recensione

Il Meglio Deve Ancora Venire: recensione della commedia agrodolce francese, diretta da Alexandre de La Patellière e Matthieu Delaporte, uscita al cinema quasi un anno dopo la sua presentazione italiana alla Festa del Cinema di Roma 2019

Se nel 1968 (ma anche nel 1998) abbiamo avuto al cinema la più formidabile strana coppia di sempre, Walter Matthau e Jack Lemmon, oggi ne abbiamo una nuova, francese doc e datata 2019, anche se noi italiani abbiamo dovuto pazientare 11 mesi per vederla al cinema, dopo la piovosa presentazione alla quattordicesima Festa del Cinema di Roma.

Per recensire questa storia è necessaria un’introduzione che riveli il suo elemento cardine. Non dovrebbe essere considerato un vero spoiler perché lo si viene a conoscenza dopo pochi minuti di girato, ma se volete gustarvi questa bellissima storia da zero, come al solito, vi invitiamo a riprendere la lettura subito dopo la sua visione.

il-meglio-deve-ancora-venire-recensione-film-01

Arthur (Fabrice Luchini) è un professore e ricercatore medico pedante, ligio alle regole e molto apprensivo, una serie di atteggiamenti alla Felix Unger insomma, che lo hanno allontanato dalla sua “Francis”, in questa storia sua moglie Virginie (Pascale Arbillot), ma anche sua figlia Julie (Marie Narbonne) è sempre più distante da lui, stanca del modo di fare possessivo del padre.

Dall’altra parte c’è César (Patrick Bruel), suo migliore amico dai tempi della scuola, ma completamente opposto da lui: non ha mai cercato l’unico vero amore e vive ogni giorno come se fosse l’ultimo, incurante delle conseguenze.

Così un giorno una delle sue tante pazzie lo porta a doversi fare un controllo alla schiena, ma essendone sprovvisto convince Arthur a prestargli la sua tessera sanitaria.

Così dalla radiografia viene fuori che César ha un tumore ai polmoni e gli rimangono pochi mesi di vita… ma sul referto medico c’è ancora il nome di Arthur, un equivoco che lo stesso César non comprende, e Arthur non ha il coraggio di dirgli la verità…

Per entrambi dunque il loro amico sta per morire… e allora che fare se non passare l’ultima parte di vita insieme, realizzando i sogni nel cassetto? Entrambi stilano la lista, e cominciano a spuntarla. In attesa dell’inevitabile inizia una serie di bizzarre avventure, che non solo fortificherà ancor di più il rapporto tra i due amici, ma farà anche riavvicinare Arthur a sua figlia.

Perché, nonostante tutto, il meglio deve ancora venire…

il-meglio-deve-ancora-venire-recensione-film-01

Cosa funziona ne Il Meglio Deve Ancora Venire

Sette anni dopo il divertentissimo Cena tra amici, Alexandre de La Patellière e Matthieu Delaporte riprendono da quest’ultimo alcuni elementi, aggiungendoli ad altri del tutto nuovi.

C’è ancora Patrick Bruel come protagonista, si ride tantissimo, soprattutto nei momenti ricchi di equivoci, mentre la regia è decisamente poco teatrale (nel precedente lungometraggio il 95% delle scene era ambientato in una sola stanza) e soprattutto, si piange, si piange a non finire per una storia che, per via di un mondo sempre più inquinato, non potrà che riguardare sempre più persone in futuro.

Un argomento delicatissimo che i cineasti hanno dunque deciso di trattare con estrema leggerezza, non risparmiando azzeccati tempi comici anche nella fase finale, senza però mancare di rispetto a nessuno.

I momenti drammatici hanno dunque il loro giusto trattamento, tanto che vi sarà impossibile trattenere le lacrime, e non riguardano solo la morte per malattia, ma anche l’accettazione di essa, il desiderio di regalare degli ultimi momenti di gioia a una persona cara mentendole finché è possibile (e alla Festa del Cinema di Roma 2019 venne presentato un altro film con la stessa tematica, The Farewell di Lulu Wang) e l’importanza di riallacciare i rapporti familiari perduti prima che sia troppo tardi.
Un vero capolavoro francese che a prima vista sembrava difficile tra adattare perfettamente nella nostra lingua, ma come vedremo tra poco, anche Alessandro Rossi ha confermato l’ennesimo capolavoro da direttore.

il-meglio-deve-ancora-venire-recensione-film-03
 

Il doppiaggio di Il Meglio Deve Ancora Venire

Rispetto a “Cena tra amici” non abbiamo più come protagonista Charles Berling, ma su Fabrice Luchini vi è il suo doppiatore di allora, Marco Mete. Patrick Bruel rispetto al 2012 non ha più Angelo Maggi, ma non possiamo affatto lamentarci dell’attuale scelta, ossia Massimo Rossi, una voce particolarmente adatta al personaggio, perché César è sia un Dongiovanni alla Charlie Harper, che un combinaguai alla Jim Belushi.

Le bravissime attrici di questa storia hanno potuto contare su altrettanto talentuose colleghe italiane come Laura Romano (Randa), Francesca Fiorentini (Virginie) e Luna Iansante (Julie), figlia del grandissimo Christian. E visto che parliamo di famiglia, Jean-Marie Winling, il padre di César in questo film, è doppiato da noi da un vero veterano del mestiere, Bruno Alessandro.

il-meglio-deve-ancora-venire-recensione-film-04

Perché non guardare Il Meglio Deve Ancora Venire

Difficile anche stavolta scrivere questa sezione, forse gli unici che non sanno apprezzare questo capolavoro sono coloro che non hanno la voglia o la maturità per farlo, come adolescenti che entrano in sala a “vederlo” perché non c’era altro in programmazione…

Il Meglio Deve Ancora Venire è al cinema dal 17 settembre con Lucky Red.

Regia: Alexandre de La Patellière, Matthieu Delaporte Con: Fabrice Luchini, Patrick Bruel, Zineb Triki, Pascale Arbillot, Marie Narbonne, Jean-Marie Winling, André Marcon, Thierry Godard, Martina García Anno: 2019 Durata: 117 min. Paese: Francia Distribuzione: Lucky Red

About Valerio Brandi

Avatar

Guarda anche

riadioactive-recensione-bluray-film-copertina

Radioactive – Recensione del Bluray del film con Rosamund Pike

Radioactive: La regista di Persepolis e Pollo alle Prugne, Marjane Satrapi, torna in home video …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.