Home / RECENSIONI / Commedia / Figli – dal monologo al film di Mattia Torre con Mastandrea e Cortellesi

Figli – dal monologo al film di Mattia Torre con Mastandrea e Cortellesi

Esce in sala Figli, adattato dal monologo scritto da Mattia Torre, autore insieme a Luca Vendruscolo e Giacomo Ciarrapico della serie cult Boris e molte altre commedie.

In Figli, Sara e Nicola lavorano, hanno una figlia di sei anni e a un certo punto accade qualcosa: Sara rimane incinta una seconda volta. Il figlio numero due richiederà una revisione completa degli equilibri familiari.

“Fare un figlio è da eroi, farne due è da supereroi”. Questa frase ritorna più di una volta nel film di Mattia Torre diretto da Giuseppe Bonito. In un paese come l’Italia, a crescita zero e con i servizi per l’infanzia di difficile accesso è più che mai vero.

figli-recensione-film-copertina

Il film è tratto e ispirato dal monologo dell’autore de La linea Verticale, che aveva sempre Valerio Mastandrea come protagonista, Boris e diversi spettacoli teatrali che ora sono in scena.

Mattia Torre è morto nel luglio 2019, ma dietro di sé ha lasciato una grande eredità, intanto una collezione di 7 altri monologhi che sono raccolti nel libro In mezzo al mare, ma soprattutto un gruppo di lavoro affiatato e unico che porterà in scena i suoi lavori.

figli-recensione-film-02

In Figli, oltre a Valerio Mastandrea, che già era stato protagonista de La linea verticale e Buttafuori, e che aveva portato in scena e in televisione molti dei monologhi di Torre, troviamo tutto il gruppo che ha lavorato con lui negli anni, davanti e dietro la macchina da presa. Dal gruppo di Boris (Valerio Aprea, Paolo Calabresi, Carlo De Ruggieri, Gianfelice Imparato, Arianna Dell’Arti) a ovviamente Giuseppe Bonito, che dirige questo film dopo essere stato l’aiuto di Mattia Torre proprio ne La linea verticale.

A seguito della proiezione stampa del film abbiamo incontrato gli autori che ci hanno ricordato principalmente il lavoro svolto da Mattia Torre e l’eredità che lui stesso ha lasciato. Inoltre il film è stato prodotto da Sky in collaborazione con Amazon Prime Video, è quindi ipotizzabile una sua distribuzione internazionale.
figli-recensione-film-01

Cosa funziona in Figli

Una commedia che riguarda un po’ tutti, anche i non genitori, visto che parla della nostra società, delle difficoltà quotidiane, dei dubbi nell’amore e nei rapporti. Sicuramente è una valvola di sfogo per i genitori di questi anni, che si districano tra lavori più o meno precari, nonni che non vogliono essere tali e la normale voglia di libertà, ma garantisce risate anche a chi è ancora fuori da questa situazione.

figli-recensione-film-03

Perché non guadare Figli

Il film parte in modo intenso e sfolgorante, con molte idee di messa in scena interessanti e non è un film prevedibile. Inevitabile che nella parte centrale abbia una battuta d’arresto con tempi più lunghi anche per riprender fiato prima del finale brillante.

Figli è in sala dal 23 gennaio in 400 copie con Vision Distribution.

Regia: Mattia Torre con: Paola Cortellesi, Valerio Mastandrea, Valerio Aprea, Paolo Calabresi Paese: Ita Durata: 97 minuti Distribuzione: Vision Distribution

About A V

Avatar

Guarda anche

volevo-nascondermi-recensione-bluray-copertina

Volevo Nascondermi – Recensione del Bluray del film

Volevo Nascondermi: Disponibile dall’11 novembre il film di Giorgio Diritti con protagonista Elio Germano in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.