Home / RECENSIONI / Drammatico / Dopo il Matrimonio – Viaggio tra gli ultimi della terra e ritorno – Recensione

Dopo il Matrimonio – Viaggio tra gli ultimi della terra e ritorno – Recensione

Dopo il Matrimonio: Un dramma interiore che nel dipanarsi dei tanti colpi di scena di cui si compone riflette sulle differenze ancora abissali fra i diversi lati del mondo globalizzato. 

Isabel (Michelle Williams) dirige da tanti anni un orfanotrofio in India; si sente talmente legata ai bambini che cura da non volerli mai lasciare soli. La possibilità di una ingente donazione da parte una azienda americana la costringe però a lasciare la struttura anche perché i benefattori non voglio trattare con nessun’altro che non sia lei.

dopo-il-matrimonio-recensione-film-02

Pur riluttante Isabel accetta di incontrare Theresa (Julianne Moore), la CEO dell’impresa multimediale milionaria che la vuole finanziare, che durante le trattative relative alla donazione la invita al matrimonio di sua figlia che si svolgerà proprio in quei giorni. L’incontro con la famiglia di Theresa porterà inaspettatamente Isabel a confrontarsi con il suo doloroso passato. 

dopo-il-matrimonio-recensione-film-03

Cosa funziona in Dopo il Matrimonio

Remake dell’omonimo film danese della regista premio Oscar Susan Bier, Bart Freundlich ha diretto con piglio sicuro questo dramma umano dai risvolti inaspettati che dipinge lo scontro deflagrante tra due mondi che si trovano agli antipodi nei valori e nelle modalità di affrontare il dolore. Scontro che si evince addirittura nelle palette cromatiche scelte, estremamente calde per i scenari indiani ed estremamente freddi per quelli newyorchesi. 

dopo-il-matrimonio-recensione-film-01

Perché non guardare Dopo il Matrimonio

Dopo il Matrimonio è una pellicola profonda ed emotiva in modo calibrato, curata in tutti gli aspetti, estetici e di scrittura, che trova il suo limite esclusivamente per quegli spettatori non amanti delle pellicole introspettive alla ricerca esclusiva dell’intrattenimento fine a se stesso. 

Regia: Bart Freundlich. Con Michelle Williams, Julianne Moore, Billy Crudup, Abby Quinn, Eisa Davis, Alex Esola, Susan Blackwell, Amelia Workman, Will Chase, Azhy Robertson, Doris McCarthy Anno: 2019 Durata: 110 min. Paese: USA Distribuzione: Lucky Red

About Eleonora Freso

Eleonora Freso

Guarda anche

cursed-recensione-serie-tv-copertina

Cursed – Recensione della serie di Netflix e le differenze rispetto al libro

Cursed: la recensione della serie TV targata Netflix con annessa analisi delle differenze rispetto al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.