Home / RECENSIONI / Commedia / Un giorno di pioggia a New York – Un film tra tradizione e innovazione.

Un giorno di pioggia a New York – Un film tra tradizione e innovazione.

Con Un giorno di pioggia a New York, Woody Allen, realizza una commedia degli equivoci perfettamente orchestrata le cui atmosfere rievocano le più belle commedie classiche hollywoodiane.

Gatsby (Timothée Chalamet), malinconico e brillante, e Ashley (Elle Fanning), solare e appassionata, sono due studenti del college giovani e innamorati. Hanno intenzione di trascorrere un romantico fine settimana a New York, ma la città “ha un piano tutto suo” e i due fidanzatini, sin dal loro arrivo, si ritrovano separati. New York li spinge verso differenti incontri e avventure che porteranno i due ragazzi a riflettere sui loro, forse troppo diversi, approcci alla vita.

un-giorno-di-pioggia-a-new-york-recensione-film-01

Cosa funziona in Un giorno di pioggia a New York

Woody Allen torna a Manhattan e ci regala un film in cui sono presenti tutti gli elementi del suo cinema che abbiamo imparato ad amare accompagnati da un’assoluta novità: il ringiovanimento dei protagonisti. Scelta che inizialmente spiazza e appare in contrasto con alcune dinamiche narrate, ma con il procedere della storia, diventa chiaro che sono proprio i contrasti il leitmotiv del film e ciò che rende i protagonisti così accattivanti: Gatsby sembra appartenere ad un’altra epoca; Ashley proviene da un altro luogo ed entrambi sono in opposizione al mondo degli adulti a cui si rapportano.

Woody Allen, con questo film, si pone dei limiti creativi che gli permettono di mostrare la sua maestria di sceneggiatore. Limita la narrazione quasi ad un unico giorno di pioggia, costruendo una commedia degli equivoci perfettamente orchestrata in cui si percepisce, in ogni istante, l’ineluttabile scorrere del tempo.

Altro punto di forza del film è l’evocativa fotografia di Vittorio Storaro che valorizza la narrazione e sottolinea con maestria le differenze tra i due protagonisti.

un-giorno-di-pioggia-a-new-york-recensione-film-02

Perché non guardare Un giorno di pioggia a New York

Molte tematiche, almeno agli occhi dei fan di Woody Allen, potrebbero apparire ripetitive, come la forte nostalgia di Gatsby verso un’epoca passata atteggiamento che rimanda al protagonista di Midnight in Paris o la sua sicurezza unicamente verso “ciò che non vuole dalla vita”, esattamente come Cristina in Vichy Cristina BarcelonaMa anche questo, a suo modo, fa parte di ciò che cerchiamo in un film di Woody Allen.

Un giorno di pioggia a New York, non è di certo una delle pellicole più rivoluzionarie del regista, ma si rivela un film efficace ed elegante le cui atmosfere rievocano le più belle commedie classiche hollywoodiane.

Un giorno di pioggia a New York è al cinema dal 28 novembre con Lucky Red

Regia: Woody Allen Con: Timothée Chalamet, Elle Fanning, Selena Gomez, Jude Law, Diego Luna, Liev Schreiber, Annaleigh Ashford, Rebecca Hall, Cherry Jones, Will Rogers (II), Kelly Rohrbach, Suki Waterhouse Durata: 92 min. Paese: USA Distribuzione: Lucky Red

About Cristina Ceccarelli

Avatar

Guarda anche

racconti-di-cinema-basta-che-funzioni-di-woody-allen-copertina

Racconti di Cinema – Basta che funzioni di Woody Allen con Larry David, Evan Rachel Wood ed Henry Cavill

Ebbene, fra poco, precisamente il prossimo 28 Novembre, uscirà la nuova opera di Woody Allen, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.