Home / RECENSIONI / Commedia / Tolo Tolo – Tra risate e riflessioni Zalone si schiera contro la banalità del razzismo

Tolo Tolo – Tra risate e riflessioni Zalone si schiera contro la banalità del razzismo

Tolo Tolo: Al suo quinto film da protagonista e forte dei sui 173 milioni di euro al botteghino, Checco Zalone, abbandona il binomio artistico con Gennaro Nunziante e abbraccia anche il ruolo di regista. Il risultato è un film coraggioso, soprattutto per il momento storico che stiamo vivendo, che trova la sua strada per combattere la diffidenza nei confronti dell’immigrazione.

Pier Francesco “Checco” Zalone è un fallimentare e squattrinato imprenditore italiano che sogna il successo. Intralciato dalle leggi e dalle tasse della madre patria trova rifugio in Africa, dove spera di ottenere i risultati imprenditoriali che sente di meritare. Purtroppo per lui un’imprevista guerra civile lo costringerà a tornare in Italia, ma considerate le sue difficili condizioni economiche sarà costretto a farlo attraverso la serpeggiante e tortuosa rotta dei migranti. Inizia così un viaggio della speranza per un Bianco nell’Africa nera.

tolo-tolo-recensione-film-03

Cosa funziona in Tolo Tolo

Con coraggio e intelletto Zalone porta in scena una esilarante commedia anti-razzismo in cui la mala-politica e l’indifferenza sono alla base di una delle pagine più buie della storia dell’uomo. Forte del successo ottenuto con i suoi precedenti lavori, il nostro Checco, ha deciso di rimettersi in gioco con una pellicola che affronta uno scottante tema di attualità con il quale la nostra classe politica conduce gran parte della propria campagna elettorale. Un rischio probabilmente calcolato ma che dimostra il coraggio di un artista popolare che invece di dormire sugli allori conquistati cerca di sensibilizzare il suo pubblico, per gran parte popolare, sui temi del razzismo. Checco Zalone, in compagnia di Paolo Virzì co-sceneggiatore del film, porta in sala un prodotto intelligente e sarcastico, alternando cinismo e buonismo, che ridicolizza molte delle idee tortuose dell’italiano medio. Una scelta che per un artista amato e affermato può diventare anche un pericoloso boomerang.

tolo-tolo-recensione-film-01

Opera sociale che si schiera contro un mostro costruito dalla nostra politica e che ancora una volta ci mostra un attore e autore “Civile” che cerca di ripristinare nel nostro cinema, e nello spettatore, senso civico e moralità. Un progetto ambizioso che lo stesso ha accettato di dirigere personalmente per mettersi completamente in gioco con questa nuova sfida.

tolo-tolo-recensione-film-02

Perché non guadare Tolo Tolo

Intelligente, ironico e irriverente, Tolo Tolo, è un film che concettualmente prosegue il lavoro civile voluto dal suo autore che come sempre veste i panni dell’italiano buono ma menefreghista che si redime nel corso degli avvenimenti. Gli ingredienti alla base della struttura narrativa sono più o meno gli stessi ma sono il contenuto e la realizzazione che cambiano.

tolo-tolo-recensione-film

Tolo Tolo è probabilmente la pellicola più politica di Zalone, meno ispirata e grottesca del precedente Quo Vado?, ma comunque meritevole della vostra attenzione. Le parti meno riuscite del film sono obiettivamente le scene musicali che, anche se utili nel mantenere vivo il ritmo del film e cullare nella mente dello spettatore il tema portante, peccano fin troppo di velleità autoriali (la scena del naufragio). La canzone finale con parti animate non viene utilizzata nel giusto contesto, ma resta utile per rimarcare ancora una volta la fortuna di essere nati dalla parte benestante del mondo. La tratta dei migranti è ovviamente mitigata, parliamo sempre di una commedia, e il film nonostante le molte bacchettate è sempre attento nel non superare il confine del politicamente corretto. 

Guarda il video dell’incontro con Checco Zalone

Nota a margine: per i crediti di regista e sceneggiatore Zalone ha deciso di utilizzare il suo vero nome di battessimo Luca Medici. Un modo per tentare furbescamente di separare l’attore amato dal pubblico dal resto del progetto? 

Tolo Tolo è film vincente che partendo dall’Africa parla di razzismo ma che soprattutto parla della nostra Italia.

Toto Tolo è al cinema dal 1 gennaio 2020 per la distribuzione di Medusa Film. 

Regia: Checco Zalone Con: Checco Zalone, Souleymane Silla, Manda Touré, Nassor Said Berya, Alexis Michalik, Antonella Attili, Nicola Nocella, Maurizio Bousso, Gianni D’Addario, Barbara Bouchet, Nicola Di Bari, Francesco Cassano Anno: 2020 Durata: 90 min. Paese: Italia Distribuzione: Medusa Film

About Davide Belardo

Davide Belardo
Editor director, ideatore e creatore del progetto Darumaview.it da più di 20 anni vive il cinema come una malattia incurabile, videogiocatore incallito ed ex redattore della rivista cartacea Evolution Magazine, ascolta la musica del diavolo ma non beve sangue di vergine.

Guarda anche

riadioactive-recensione-bluray-film-copertina

Radioactive – Recensione del Bluray del film con Rosamund Pike

Radioactive: La regista di Persepolis e Pollo alle Prugne, Marjane Satrapi, torna in home video …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.