Home / RECENSIONI / Commedia / The Farewell – Una bugia buona – L’emotiva trasposizione cinematografica del racconto radiofonico di Lulu Wang

The Farewell – Una bugia buona – L’emotiva trasposizione cinematografica del racconto radiofonico di Lulu Wang

The Farewell – Una bugia buona, dopo la sfavillante presentazione alla Festa del Cinema di Roma 2019, l’agrodolce commedia di Lulu Wang arriva nei cinema italiani e ci porta a riflettere sull’importanza della verità.

Billi Wang (Awkwafina) è una giovane cino-americana che vive a New York dibattendosi tra la sua ingombrante famiglia e le sue aspirazioni artistiche. Un giorno scopre che la sua anziana e amatissima nonna Nai Nai (Zhao Shuzhen) è gravemente ammalata a causa di un tumore incurabile in fase molto avanzata. Decide così di tornare in Cina per farle visita e vivere con lei gli ultimi mesi che le rimangono nonostante sia costretta, per volere della sua famiglia, a non rivelare all’amatissima nonna il suo triste destino per farle vivere serenamente il tempo che le resta. Sarà la famiglia a farsi carico del suo triste fardello, ma più il tempo trascorre più la ragazza dubita che sia giusto nascondere la verità.  

the-farewell-recensione-film-03

Cosa funziona in The Farewell – Una bugia buona

Lulu Wang dirige con semplicità e solidità narrativa uno spaccato della sua stessa vita da immigrata di seconda generazione negli Stati Uniti. Il suo racconto ispirato per buona parte ad avvenimenti specifici della propria vita, come l’aggravarsi della malattia di sua nonna, ci mostra una rappresentazione ironica ed emozionante degli usi e costumi di una cultura tanto lontana quanto affascinante. Un dramma familiare personale e seducente scritto con la giusta dose di ironia e interpretato divinamente da un cast totalmente all’altezza.

the-farewell-recensione-film-01

La perfetta interpretazione di Awkwafina ci mostra in modo tangibile il dolore, le paure e le incertezze del suo personaggio. La paura della perdita e del possibile lutto risulta altamente credibile anche grazie alla bellissima prova di Zhao Shuzhen che interpreta la nonna che tutti vorremmo e che nessuno vorrebbe perdere. La tematica della riconciliazione tra il passato delle proprie tradizioni culturali e il proprio futuro ci mostra una possibile strada da intraprendere per ritrovare la via di casa.

the-farewell-recensione-film-02

Perché non guardare The Farewell – Una bugia buona

Commovente, ironico e straziante non ci sono eclatanti difetti per non consigliarvi la pellicola di Lulu Wang. La sua semplicità e la sua voglia di raccontarvi come vivere la perdita vi conquisteranno a patto di non essere il tipo di spettatore che cerca in tutti i film finali risolutori e impensabili colpi di scena.

The Farewell – Una bugia buona è al cinema dal 24 dicembre con Bim Distribuzione.

Regia: Lulu Wang Con: Zhao Shuzhen, Awkwafina, X Mayo, Lu Hong (I), Kong Lin, Tzi Ma, Diana Lin, Gil Perez-Abraham, Ines Laimins, Jim Liu, Aoi Mizuhara Titolo originale The Farewell Anno: 2019 Paese: USA, Cina Distribuzione: Bim Distribuzione

About Davide Belardo

Davide Belardo
Editor director, ideatore e creatore del progetto Darumaview.it da più di 20 anni vive il cinema come una malattia incurabile, videogiocatore incallito ed ex redattore della rivista cartacea Evolution Magazine, ascolta la musica del diavolo ma non beve sangue di vergine.

Guarda anche

si-muore-solo-da-vivi-recensione-copertina

Si muore solo da vivi – Quando la ricerca del senso della vita si sposa con l’ironia – Recensione

Si muore solo da vivi: Un cast di livello, Alessandro Roja, Alessandra Mastronardi, Amanda Lear, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.