suburra-2-disponibile-netflix-copertina
Home / TV / Serie TV / Suburra 2, La Serie – Finalmente disponibile la seconda stagione della serie Netflix

Suburra 2, La Serie – Finalmente disponibile la seconda stagione della serie Netflix

Debutta oggi, venerdì 22 febbraio 2019, la seconda stagione di Suburra, la serie, il primo crime thriller italiano originale Netflix prodotto da Cattleya e Bartlebyfilm in collaborazione con Rai Fiction. La nuova stagione è composta da 8 episodi ed è interamente disponibile in esclusiva su Netflix. 

Mercoledì scorso abbiamo avuto la possibilità di guardare i primi due episodi in anteprima, che sono una vera bomba e ricchi di emozioni forti e colpi di scena, e alla fine della proiezione abbiamo incontrato il cast, la troupe e la produzione per una lunga chiacchierata sulla nuova stagione. Di seguito trovare i video dell’incontro e una presentazione della serie e dei suoi personaggi.

Questo il video dell’incontro con il cast. ATTENZIONE: Il video contiene possibili Spoiler su i primi due episodi della seconda stagione!!

 Nel cast Aureliano (Alessandro Borghi), Spadino (Giacomo Ferrara), Lele (Eduardo Valdarnini), Samurai (Francesco Acquaroli), Amedeo Cinaglia (Filippo Nigro) e Sara Monaschi (Claudia Gerini). Accanto a loro, altri personaggi già presenti nella prima stagione si rivelano decisivi nelle dinamiche del potere: la sorella di Aureliano, Livia Adami (Barbara Chichiarelli), Adelaide Anacleti (Paola Sotgiu) e Angelica (Carlotta Antonelli), rispettivamente la madre e la moglie di Spadino.

Le vicende dei protagonisti si intrecciano a quelle di nuovi personaggi che entrano a far parte del cast secondario: Nadia (Federica Sabatini), giovane figlia di un piccolo boss di Ostia che sarà complice di Aureliano. Cristiana (Cristina Pelliccia), poliziotta schietta e determinata che metterà i bastoni tra le ruote alla carriera di Lele. E infine Adriano (Jacopo Venturiero), speaker radiofonico, nonché “figlioccio” di Samurai, che segue attivamente le vicende del candidato sindaco Cinaglia.

Suburra, la serie 2 è tratta dall’omonimo romanzo scritto da Giancarlo De Cataldo e Carlo Bonini. La seconda stagione è scritta da Barbara Petronio – che cura anche la supervisione editoriale – Ezio Abbate, Fabrizio Bettelli e Camilla Buizza. Gli episodi 1, 2, 3, 7 e 8 sono diretti da Andrea Molaioli (Suburra, La SerieLa ragazza del lagoIl gioiellino), mentre 4, 5 e 6 da Piero Messina (L’attesa).

Di seguito il video dell’incontro con i Registi, sceneggiatori e produttori

SINOSSI

Il prezzo del potere è il tema esplicito al centro dei nuovi episodi. La storia è ambientata nei quindici giorni che precedono le elezioni del nuovo sindaco di Roma, a tre mesi dalla fine della prima stagione. La battaglia tra criminalità organizzata, politici corrotti e Chiesa si fa ancora più intensa e i personaggi diventano sempre più affamati di potere. Se la prima stagione ruotava attorno al Vaticano e ai terreni di Ostia, i nuovi episodi entrano direttamente nella competizione per il potere della città.

Anche i protagonisti della serie sono cambiati: mentre nella prima stagione combattevano per emanciparsi dai padri, dai fratelli maggiori, dalle loro famiglie ingombranti, oggi sono più adulti, più consapevoli di chi sono e di cosa vogliono, ancora più combattivi. Ma stavolta la posta in palio per loro sarà ancora più alta: Roma. E per raggiungere questo obiettivo sembrano davvero disposti a tutto.

Ancor più della prima, la seconda stagione è caratterizzata da una presenza femminile forte e dalla spiccata personalità. Tra new entry e personaggi già noti, le donne comandano, decidono, tramano: hanno fame di potere e sanno come ottenerlo.

CURIOSITÀ

  • Le riprese della seconda stagione sono durate in totale 117 giorni.
  • Il set di Suburra, la serie 2 è stato allestito in più di 100 location tra Roma e dintorni, tra cui  Palazzo Spada, Fori Imperiali, Colosseo, Piazza di Pietra, Piazza Colonna, Via della Conciliazione, Montecitorio, nel centro storico fino a Piramide; molte scene sono state girate sul litorale romano, sulle spiagge e all’idroscalo di Ostia e a Fiumicino nell’area Vecchio Faro.
  • Si contano fino a 110 risorse sul set, 4000 comparse, 200 veicoli di scena.
  • Aureliano, Spadino e Lele sono raccontati anche in un momento della loro infanzia. I tre bambini che li interpretano sono Gabriele Rizzoli (Aureliano), Nicholas Salvatori (Spadino) e Lorenzo Ciamei (Lele).

 I PERSONAGGI

AURELIANO (Alessandro Borghi)

Al termine della prima stagione Aureliano è un ragazzo cambiato nel profondo: vittima di due lutti, incluso quello del padre, ha rotto con Livia (la sorella) che ha ucciso Isabel (la sua fidanzata) e che non è in grado di perdonare. Nella nuova stagione, Aureliano è al comando della famiglia, ma è solo e sta perdendo il controllo del territorio. È ossessionato dal ritrovamento della sorella che rappresenta il consolidamento dei suoi affari e la possibilità di consumare il suo odio.

SPADINO (Giacomo Ferrara)

Nella prima stagione Alberto Anacleti, detto Spadino, cerca di definire la sua identità e il suo ruolo all’interno di una famiglia in cui non si riconosce. Alla fine della prima serie è un ragazzo sposato, più maturo e con dei desideri precisi. Nonostante la sua omosessualità stringe un patto con la moglie per raggiungere un obiettivo comune. In questa stagione, Spadino ha le idee più chiare, ha raggiunto la consapevolezza della propria sessualità ed è complice di Angelica. Spadino vorrebbe prendere le redini della famiglia e fa di tutto per dimostrare di meritarlo.

LELE (Eduardo Valdarnini)

Alla fine della prima stagione Lele è un ragazzo cambiato, maturato, consapevole, ma anche indifeso. Decide di cambiare vita percorrendo le orme di suo padre ed entrando in Polizia. Nei nuovi episodi lo ritroviamo già poliziotto, con un ruolo importante: vice ispettore. Pensa di essersi lasciato alle spalle il passato, ma scopre che Samurai gli è ancora addosso. 

SAMURAI (Francesco Acquaroli)

Il personaggio di Samurai è caratterizzato da una sete di potere indiscussa. È il re di Roma con legami nel mondo criminale, politico e con la Chiesa. Tuttavia nella prima stagione il suo potere viene minacciato da tre giovani ragazzi. Nella seconda stagione il suo potere viene nuovamente messo in discussione, con una posta in gioco ancora più alta. 

AMEDEO CINAGLIA (Filippo Nigro)

Cinaglia era inizialmente un politico idealista e pulito, ma che alla fine della prima stagione passa al lato oscuro, stringendo un’alleanza con la criminalità con Samurai. Nella seconda stagione Cinaglia è un politico diverso, ormai pronto a tutto per ottenere ciò che vuole. Le sue aspettative vengono superate quando scopre di essere l’ago della bilancia di una campagna elettorale senza esclusione di colpi. 

SARA MONASCHI (Claudia Gerini)

Nella prima stagione Sara è una donna decisa e determinante all’interno del Vaticano. La sua ambizione però, la porta a perdere tutto: la sua posizione e la sua vita coniugale. Nei nuovi episodi la ritroviamo a capo della gestione di una Onlus dedicata all’accoglienza dei profughi con cui Sara si garantisce ampi guadagni. Ma una serie di imprevisti mette a repentaglio ciò che ha costruito con fatica, deve quindi ingegnarsi e fondare nuove alleanze per riprendersi quello che le è stato tolto.  

ADELAIDE (Paola Sotgiu)

Per tutta la prima stagione Adelaide è stata una madre protettiva che cercava di tenere unita la famiglia con forza, almeno fino al tradimento di Spadino e al coma di Manfredi: questi due eventi hanno poi cambiato tutto, compresa lei. In questa seconda stagione, infatti, verrà fuori la sua personalità e la sua attitudine al comando. È lei il vero capo ora e tutta la famiglia obbedisce ai suoi ordini. Entrerà spesso in conflitto con Spadino, verso cui ha perso totalmente la fiducia. 

ANGELICA (Carlotta Antonelli)

Angelica è una giovane donna forte e determinata. Nell’arco della prima stagione riesce ad instaurare un rapporto di fiducia e complicità con il marito, fino ad allearsi nel disegno di “fare carriera” all’interno della famiglia. In questa seconda stagione la troviamo ancora più sicura di sè perché è finalmente riuscita a ottenere qualcosa di importante che le darà la forza che auspicava all’interno della famiglia.

LIVIA (Barbara Chichiarelli)

Livia è sparita misteriosamente alla fine della prima stagione e per Aureliano ritrovarla è di fondamentale importanza. Lei è la chiave per mantenere il suo regno e consumare la sua vendetta dopo l’omicidio di Isabel.

Alice (Rosa Diletta Rossi)

Alice è sempre stata una moglie attenta a premurosa e nella prima stagione ha dimostrato di avere anche un intuito inaspettato. Sarà proprio grazie a questo intuito che in questa seconda stagione Alice riuscirà ad accompagnare il marito Amedeo Cinaglia in un percorso di crescita politica, ma ad attenderla ci saranno rivelazioni sorprendenti.

LE NEW ENTRY 

CRISTIANA (Cristina Pelliccia)

Cristiana viene da una famiglia modesta, è entrata in Polizia per passione e si batte per avere il suo posto in un mondo maschile. È una ragazza sveglia e determinata, con una grande voglia di emergere. Questa sua ambizione la porterà a fare delle scelte estreme e a scontrarsi con il suo superiore: Lele.  

ADRIANO (Jacopo Venturiero)

Adriano è un giovane uomo di 25 anni ma è già un piccolo leader capace di influenzare opinioni attraverso la radio dove lavora. Ufficialmente è un cronista sportivo ma la sua fede profonda e radicata di estrema destra, influenza molto ogni suo commento. Il passato lo lega a Samurai ma nei suoi confronti ormai nutre una profonda sfiducia. È animato da un grande fervore politico ed è un uomo coerente, mai disposto a tradire le sue idee.

NADIA (Federica Sabatini)

Nadia è la giovane figlia di un boss di Ostia, determinata e sfacciata. Ricorda in qualche modo il giovane Aureliano. Non a caso il suo percorso in questa stagione si intreccerà proprio con quello di Aureliano.

About Davide Belardo

Davide Belardo
Editor director, ideatore e creatore del progetto Darumaview.it da più di 20 anni vive il cinema come una malattia incurabile, videogiocatore incallito ed ex redattore della rivista cartacea Evolution Magazine, ascolta la musica del diavolo ma non beve sangue di vergine.

Guarda anche

apostolo-recensione-film-netflix-copertina

Apostolo: dopo il dittico di capolavori “The Raid 1 & 2”, Gareth Evans approda all’horror su Netflix

Apostolo: Il gallese Gareth Evans cambia completamente rotta e sceglie Neftlix per lanciarsi nell’horror, ma …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.