Home / HOME VIDEO / Abbiamo esaminato il disco Bluray di Highlander – L’Ultimo Immortale per la collana “Il Collezionista”: ecco i report dettagliati

Abbiamo esaminato il disco Bluray di Highlander – L’Ultimo Immortale per la collana “Il Collezionista”: ecco i report dettagliati

 

Uscito per la collana “Il Collezionista” in compagnia di Fog, 1997: Fuga da New York e Dune, il disco bluray di Highlander distribuito dalla Eagle Pictures, con su il nuovo master STUDIO CANAL da scansione 4k, è stato uno dei dischi più attesi e chiacchierati del mese appena trascorso (disponibile dal 9 Gennaio).

Per l’occasione, abbiamo deciso di fare un’analisi attenta e approfondita di tutti i comparti del disco! Di seguito potete trovare i nostri responsi dettagliati!

Highlander – L’Ultimo ImmortaleVIDEO:

Il quadro è ottimo, sicuramente una spanna sopra il vecchio disco, che abbiamo utilizzato come riferimento, stavolta siamo di fronte ad un prodotto che fin da subito si mostra superiore. Molte delle scene nel vecchio master si presentavano con molti pixel a vista mentre oggi l’immagine risulta  più omogenea, più dettagliata e definita. Per la comparazione delle immagini abbiamo utilizzato l’ottimo e indispensabile caps-a-holic.com.

Nuovo master:

preview

Vecchio master:

cap2

Nuovo master:

preview

Vecchio master:

cap2

Molti utenti hanno giustamente sollevato il dubbio che un disco da 25GB forse non avrebbe giovato al trasferimento, a torto o a ragione,  il disco in nostro possesso si è dimostrato ottimo e in linea con la qualità richiesta da un disco in alta definizione. Il disco UK, sempre ricavato da master 4K, possiede un densità di utilizzo del disco di 29.298.878.784 bytes (fonte caps a holic) mentre la nostrana è da 24.490.844.160 bytes. Soli 5gb in meno per il disco Eagle Pictures. Bisogna anche dire che il nostro disco ha anche molte tracce audio in meno rispetto al disco estero.

Ma allora il disco di Highlander – L’Ultimo Immortale è stato compresso o no? Tagliamo la testa al toro.

Il report del disco UK  è MPEG-4 AVC Video 20000 kbps 1080p / 24 fps / 16:9 / High Profile 4.1

Il report del nostro disco è MPEG-4 AVC Video  19996 kbps      1080p / 24fps / 16:9 / High Profile 4.1 (scansione effettuata con bdinfo.)

C’è un minimo di compressione insomma ma è praticamente impercettibile. Per noi sono praticamente identici.

Reparto Video completamente Promosso.

highlander-ultimo-immortale-recensione-bluray-01

AUDIO:

L’audio italiano è identico al vecchio disco e quindi per noi è assolutamente da promuovere. Per chi preferisce l’audio originale troviamo due codifiche in DTS MA 5.1 e 2.0.

Molte sono le lingue eliminate dal bluray UK:

DTS-HD Master Audio English 1734 kbps 2.0 / 48 kHz / 1734 kbps / 24-bit (DTS Core: 2.0 / 48 kHz / 768 kbps / 24-bit)

DTS-HD Master Audio English 3943 kbps 5.1 / 48 kHz / 3943 kbps / 24-bit (DTS Core: 5.1 / 48 kHz / 768 kbps / 24-bit)

DTS-HD Master Audio German 4140 kbps 5.1 / 48 kHz / 4140 kbps / 24-bit (DTS Core: 5.1 / 48 kHz / 768 kbps / 24-bit)

DTS-HD Master Audio English 1551 kbps 2.0 / 48 kHz / 1551 kbps / 24-bit (DTS Core: 2.0 / 48 kHz / 768 kbps / 24-bit)

Paragonate alle tracce del nostro disco:

DTS-HD Master Audio Italian  1626 kbps  2.0 / 48kHz / 16-bit / 1626kbps (DTS Core: 2.0 / 48kHz / 16-bit / 1536kbps)

DTS-HD Master Audio English 1734 kbps 2.0 / 48 kHz / 1734 kbps / 24-bit (DTS Core: 2.0 / 48 kHz / 768 kbps / 24-bit)

DTS-HD Master Audio English 3943 kbps 5.1 / 48 kHz / 3943 kbps / 24-bit (DTS Core: 5.1 / 48 kHz / 768 kbps / 24-bit)

Possiamo notare dove sono stati effettuati i tagli in favore della stessa qualità generale. Anche il versante audio per noi è completamente promosso.

 

EXTRA: 

Per quanto concerne il comparto dei contenuti speciali, abbiamo perso molti dei vecchi extra e troviamo una sola intervista a Christopher Lambert, in ogni caso apprezzabile. Una scelta probabilmente dettata dal poco spazio per non inficiare nella qualità del disco.

Il bluray di Highlander- L’Ultimo Immortale è nel complesso promosso! Un upgrade obbligatorio sia per nitidezza, brillantezza dei colori ed omogeneità della visione. Ottimo sotto tutti gli aspetti tecnici.

About Maurizio Failla

Guarda anche

un-uomo-tranquillo-recensione-film-copertina

Un uomo tranquillo – Liam Neeson torna in sala dopo le polemiche scatenate dalle sue dichiarazioni

Un uomo tranquillo: Hans Petter Moland firma il suo esordio alla regia internazionale, adattando il suo successo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.