Home / RECENSIONI / Documentario / Ermitage – Il potere dell’arte – Le famiglie degli zar Romanov al cinema

Ermitage – Il potere dell’arte – Le famiglie degli zar Romanov al cinema

Ermitage- Il potere dell’arte, docufilm diretto da Michele Mally su soggetto di Didi Gnocchi, arriva al cinema per un’uscita straordinaria il 21-22-23 ottobre con Nexo Digital.

Parte della rassegna La Grande Arte al Cinema, Ermitage è stato realizzato con la piena collaborazione del museo e del suo direttore Michail Piotrovskij.

L’edificio, che in origine faceva parte della reggia imperiale, per due secoli ospitò le famiglie degli zar Romanov, fino al 1917, anno dell’inizio della Rivoluzione d’Ottobre, è tutt’oggi uno dei musei d’arte più visitati al mondo e da sempre ponte culturale che collegava la chiusa Russia al continente europeo.

Eretto per la zarina Elisabetta di Russia, fu completato solo dopo la sua morte, ma fu Caterina la Grande la vera ideatrice del museo: nel 1764 acquistò a Berlino la collezione da cui nacque la collezione dell’Ermitage; da quel momento il patrimonio artistico si arricchì sistematicamente, e dieci anni dopo vantava oltre 2.000 tele e accumulava disegni, pietre intagliate, sculture, capolavori dell’arte decorativa ed applicata.

ermitage-potere-arte-recensione-film-03

Cosa funziona in Ermitage- Il potere dell’arte

Toni Servillo accompagna lo spettatore attraverso le sale del museo raccontandone la storia dalla fondazione di Pietro I allo splendore di Caterina la Grande, dal trionfo di Alessandro I contro Napoleone, alla Rivoluzione del 1917 fino ai giorni nostri. Un ininterrotto piano sequenza ci porta da una sala all’altra, alla scoperta dell’architettura, delle opere di scultura e pittura.

ermitage-potere-arte-recensione-film-01

La salda narrazione di Toni Servillo esce anche dalle mura del complesso, per condurci attraverso le vie di San Pietroburgo, portandoci alla scoperta di questa città straordinaria, diventata un importantissimo crocevia di arte e politica. Quella che l’attore ci racconta è una storia che passa per luoghi ricchi di memorie, per la grande letteratura e la musica.

ermitage-potere-arte-recensione-film-02

Perché non vedere Ermitage – Il potere dell’arte

Non c’è nessun motivo, se non quello di essere disinteressati alla cultura e alla storia per non vedere il docufilm Ermitage.

Ermitage – Il potere dell’arte si manifesta in tutta la sua importanza dal punto di vista didattico, è un sano modo per aprirci le porte della curiosità e voler varcare soglie che ci portano in luoghi che solo attraverso l’immaginazione è difficile raggiungere. E’ un primo passo per voler partire alla scoperta di un luogo importantissimo per la memoria, per la storia, per la cultura e per l’essere umano.

Ermitage – Il potere dell’arte è al cinema dal 21 al 23 luglio con Nexo Digital

Regia: Michele Mally Con: Toni Servillo Anno: 2019 Durata: 90 min. Paese: Italia Distrubuzione: Nexo Digital.

About Silvia Aceti

Avatar

Guarda anche

hunters-recensione-serie-tv-03

Hunters – Al Pacino contro i Nazisti nella nuova serie di Prime Video – Recensione

Qualche giorno fa abbiamo visto in anteprima i primi due episodi di Hunters, la nuova …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.