Home / RECENSIONI / Horror / Eat Local – A Cena Coi Vampiri: Commedia horror vampiresca a basso costo dalla Gran Bretagna

Eat Local – A Cena Coi Vampiri: Commedia horror vampiresca a basso costo dalla Gran Bretagna

Commedia horror in salsa british che deride l’universo vampiresco. Low budget estremo, ritmo serrato per un film che non spesso riesce nel difficile intento di amalgamare a dovere i propri antitetici elementi ma che lascia intravedere genuinità e spensieratezza della materia.

In un casolare di campagna i vampiri della Gran Bretagna si riuniscono per la loro cinquantennale riunione. Presenzia in via straordinaria l’inconsapevole Sebastian Crockett (Billy Cook), un ragazzo dell’Essex per il quale la promessa di una notte di passione con la seducente Vanessa (Eve Myles) si trasforma presto in una lotta per la sopravvivenza.

eat-local-recensione-film-01

Cosa funziona in Eat Local – A Cena Coi Vampiri

Funzionano le frecciatine politiche che, con frequenza quasi ricorrente, fanno capolino tra una battuta e l’altra dimostrando così di essere uno degli obiettivi principali del film. Eat Local risulta poi genuino e frizzante nella propria voglia di sperimentare, attraversando più generi (action, commedia comica, horror of course) con fare sincero quanto spericolato.

eat-local-recensione-film-02

Perché non guardare Eat Local – A Cena Coi Vampiri

Low budget estremissimo, che nelle numerose sequenze action mostra ahinoi i propri limiti in quanto ad effetti speciali. Povero d’impatto visivo, il film riesce solo in parte ad amalgamare i propri elementi, uscendone come una rilettura del moderno immaginario vampiresco sicuramente divertente e delirante ma priva di freschezza.

A volte si ride (i polli, la nonna che spara col mitra), altre si sbadiglia, anche se il film è breve e veloce e fa poco pesare ai propri difetti. Costantemente sul sottile filo che separa il gusto camp della serie B più spontanea dall’indifendibile sciatteria realizzativa, Eat Local sfrutta con intelligenza lo schema dell’home invasion ma si compromette per colpa di una regia piatta, simil-televisiva, con alcune sequenze d’azione che scimmiottano alla peggio il modello videogame. Cast zeppo di volti minori della TV britannica, british humor a tonnellate e tanta divertita (e sana?) ingenuità.

Eat Local – A Cena Coi Vampiri al cinema dal 19 settembre per la distribuzione di Mediterranea.

Regia: Jason Flemyng Con: Freema Agyeman, Adrian Bower, Roman Clark, Billie Cook, Charlie Cox, Mackenzie Crook, Annette Crosbie, Tony Curran, Jordan Long, Eve Myles Anno: 2017 Durata: 90 min. Paese: Gran Bretagna Distribuzione: Mediterranea

About Raffaele Mussini

Raffaele Mussini
sono nato a Reggio Emilia (RE) il 19 febbraio del 1992 e abito a Campagnola Emilia (RE). Dopo essermi diplomato in un istituto tecnico di ragioneria linguistica e laureato in Marketing e Organizzazione d’Impresa, ho iniziato a scrivere recensioni per il cinema, quindi il mio primo libro “Volontà Rimosse”, seguito da “La perseveranza della pioggia”. Quanto al cinema, ho sviluppato fin da piccolo una fortissima e viscerale passione e già in tenera età sono arrivato a visionare e collezionare ogni tipo di pellicola.

Guarda anche

that-click-recensione-film-recensione

That Click – Il documentario su Douglas Kirkland di Luca Severi

Presentato alla Festa del cinema di Roma il documentario That Click, che ripercorre la vita …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.