Home / RECENSIONI / Animazione / City Hunter: Private Eyes – Recensione del film di Kenji Kodama

City Hunter: Private Eyes – Recensione del film di Kenji Kodama

Ryo Saeba, l’investigatore privato con l’ossessione per le belle donne, torna, questa volta sul grande schermo ma solo il 2-3-4 settembre, in City Hunter: Private Eyes.

A partire da settembre, infatti, si ricomincia con la Stagione degli Anime al Cinema: tre sorprendenti appuntamenti distribuiti in Italia da Nexo Digital in collaborazione con Dynit. Il primo appuntamento della nuova stagione è appunto questo nuovo lungometraggio realizzato per celebrare il 30° anniversario della prima messa in onda giapponese della celebre serie animata.

Ryo Saeba e la sua assistente di sempre Kaori hanno una nuova cliente: la modella, Ai Shindo, minacciata da misteriosi criminali e inconsapevolmente in possesso di una “chiave” legata a una cospirazione che coinvolge tutta Tokyo. Riuscirà Ryo a salvare Ai e allo stesso tempo proteggere la sua città?

city-hunter-private-eyes-recensione-film-copertina

Cosa funziona in City Hunter: Private Eyes

City Hunter: Private Eyes funziona nella sua veste di tributo celebrativo alla serie animata andata in onda a partire dalla metà degli anni ’80 e di episodio a sé stante. Funziona per gli affezionati della serie originale perché ritroveranno i soliti personaggi, i cammeo che tanto ama inserire anche Tsukasa Hojo nei suoi manga, come ad esempio un famoso bar chiamato Cats Eye e tre sexy e misteriose sorelle…

city-hunter-private-eyes-recensione-film-copertina

Perché non guardare City Hunter: Private Eyes

Se questo lungometraggio è un chiaro revival della serie anni ’80, purtroppo la sceneggiatura ha forse marcato troppo la mano solo su commedia e azione, lasciando da parte quei momenti più drammatici e sentimentali che facevano di City Hunter una serie con una certa profondità. Forse avremmo voluto vedere di più di quel rapporto d’amore che non si è mai evoluto in qualcosa di reale tra Ryo e Kaori, e probabilmente avremmo voluto vedere non risolvere con così tanta facilità i vari combattimenti. Insomma, d’accordo che si tratta di un tributo ma avevamo bisogno anche di un pò più di drama.

Regia: Kenji Kodama (II) Con: Yôko Asagami, Tesshô Genda, Marie Iitoyo, Kazue Ikura, Akira Kamiya, Mami Koyama Anno: 2019 Paese: Giappone, Durata: 96 min Distribuzione: Nexo Digital – Dynit

About Silvia Aceti

Avatar

Guarda anche

hokusai-surrealismo-dvd-blura-copertina

Hokusai dal British Museum e un box che omaggia il Surrealismo in DVD e Bluray

Dopo le due uscite home video dedicate a Monet e a Klimt & Schiele, Koch …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.