tre-manifesti-ebbing-missouri-globe-copertina
Home / CINEMA / Tre Manifesti a Ebbing, Missouri, trionfa ai Golden Globe, il film sarà in sala dal’11 gennaio

Tre Manifesti a Ebbing, Missouri, trionfa ai Golden Globe, il film sarà in sala dal’11 gennaio

Il film di McDonagh ha infatti portato a casa quattro premi: Miglior Film Drammatico, Miglior Sceneggiatura, Miglior Attrice Drammatica per Frances McDormand e Miglior Attore non Protagonista a Sam Rockwell

Tre Manifesti a Ebbing, Missouri trionfa ai Golden Globe 2018: l’acclamata pellicola diretta e scritta dal Premio Oscar Martin McDonagh (In BrugesSeven Psychopaths) si è aggiudicata quattro riconoscimenti nel corso della cerimonia annuale che premia i lavori migliori per il cinema e la tv assegnati dalla Hollywood Foreign Press Association.

La singolare black comedy ha ottenuto il premio per il Miglior Film Drammatico e la Miglior Sceneggiatura, mentre Frances McDormand è la Miglior Attrice Drammatica, seguita da Sam Rockwell giudicato Miglior Attore non Protagonista.

Il film, distribuito da 20th Century Fox, sarà nelle sale dall’11 gennaio e racconta di Mildred Hayes, una madre dal discutibile temperamento alla ricerca dell’assassino che ha messo fine in modo tragico all’esistenza della figlia. Con l’obiettivo di riportare a galla il caso di omicidio, la donna commissiona la realizzazione di tre manifesti pubblicitari contenti un messaggio diretto a William Willoughby (Woody Harrelson), il venerato capo della polizia della città che coinvolgerà nelle indagini il suo secondo Dixon (Sam Rockwell).

Oltre alla recente vittoria ai Golden Globe, il film ha ricevuto altri rilevanti riconoscimenti cinematografici – tra cui il premio Miglior sceneggiatura alla 74esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia, il premio del pubblico al San Sebastián International Film Festival 2017 e al Toronto Film Festival 2017.

Leggi la recensione del film

About Davide Belardo

Davide Belardo
Editor director, ideatore e creatore del progetto Darumaview.it da più di 20 anni vive il cinema come una malattia incurabile, videogiocatore incallito ed ex redattore della rivista cartacea Evolution Magazine, ascolta la musica del diavolo ma non beve sangue di vergine.

Guarda anche

Mission: Impossible – Fallout: grandi conferme per il sesto film della saga con protagonista l’agente Ethan Hunt

Mission: Impossible – Fallout è un film che funziona perché Ethan Hunt sa scegliere bene …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *