Home / RECENSIONI / Commedia / Sposami, Stupido! – Commedia degli equivoci d’oltralpe dal sapore etnico

Sposami, Stupido! – Commedia degli equivoci d’oltralpe dal sapore etnico

Sposami, Stupido!: Terek Boudali, protagonista insieme a Philippe Lacheau, esordisce alla regia con questa piacevole commedia degli equivoci di cui ha curato anche la sceneggiatura e il montaggio abbracciando con entusiasmo questa nuova avventura cinematografica utilizzando la banda di attori che ha fatto la fortuna di Babysitting e Babysitting 2. Fra i protagonisti ricordiamo anche la splendida youtuber Andy ad interpretare l’eterno amore francese di Yassine.

Yassine (Tarek Boudali) è un giovane studente di origine marocchina che ha investito tutta la sua vita e tutte le risorse della sua famiglia per poter studiare da architetto a Parigi. Si rivela ben presto un grande talento nel suo corso, sfortunatamente una notte brava con gli amici gli impedisce di presentarsi ad un esame e questo gli fa perdere il visto di studio. Inizia così per il promettente quasi architetto una avventura per la sopravvivenza nella speranza di non far scoprire alla famiglia di non essere stato all’altezza delle aspettative e di riuscire a rimanere comunque a vivere in Francia. La vita di Yassine prosegue quindi tra espedienti e sfruttamento lavorativo finché nella moderna Francia viene approvato il matrimonio fra persone dello stesso sesso. A quel punto gli balena l’idea di “sposarsi” con il suo migliore amico per poter ottenere l’agognata cittadinanza.

sposami-stupido-recensione-film-01

Cosa funziona in Sposami, stupido!

Nonostante Sposami, Stupido! giochi abbondantemente con tutti gli stereotipi sulla comunità gay, quanto su quelli sugli extracomunitari, il registro narrativo mantiene costantemente un tocco lieve e delicato riuscendo a toccare tutti i cliché possibili senza offendere nessuno. Spassose le gag insieme al compagno di merende Julien Arruti che si rivelano come le migliori del film.

sposami-stupido-recensione-film-02

Perché non guardare Sposami stupido!

La commedia di Terek Boudali, pur essendo complessivamente abbastanza gradevole non riesce a rinnovare veramente il genere affidandosi solo a classici stereotipi che danno la costantemente la sensazione del già visto. Non bastano un paio di gag riuscite a mantenere nella memoria una commedia che velocemente cadrà nel dimenticatoio dei film non necessari.

Piacevole ma presto dimenticabile.

Regia: Tarek Boudali Con: Tarek Boudali, Philippe Lacheau, Charlotte Gabris, Andy Rowsky, David Marsais, Julien Arruti, Baya Belal, Philippe Duquesne, Zinedine Soualem, Doudou Masta Anno: 2017 Durata: 92 min. Paese: Francia Distribuzione: Koch Media

About Davide Belardo

Davide Belardo
Editor director, ideatore e creatore del progetto Darumaview.it da più di 20 anni vive il cinema come una malattia incurabile, videogiocatore incallito ed ex redattore della rivista cartacea Evolution Magazine, ascolta la musica del diavolo ma non beve sangue di vergine.

Guarda anche

cursed-recensione-serie-tv-copertina

Cursed – Recensione della serie di Netflix e le differenze rispetto al libro

Cursed: la recensione della serie TV targata Netflix con annessa analisi delle differenze rispetto al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.