Scorsese copertina
Home / CINEMA / Il nostro incontro ravvicinato e il premio alla carriera a Martin Scorsese al RomaFF13

Il nostro incontro ravvicinato e il premio alla carriera a Martin Scorsese al RomaFF13

Incontrare uno come Martin Scorsese non capita tutti i giorni, quando uscì la notizia alcuni giornalisti cominciarono a dire sui social “Cominciamoci già a metterci in fila alla Sinopoli”. Battuta scherzosa, ma fino a un certo punto.

Lunedì 22 ottobre 2018 alcuni accreditati, cultural e stampa, erano già in fila dalle 8, e hanno organizzato una fila con tanto di nome e numero, ricevendo l’apprezzamento degli addetti alla sicurezza, che non avevano mai visto tanta organizzazione e professionalità da parte del pubblico in 13 anni di festival/festa.

Scorsese 01

Così un centinaio di accreditati sprovvisti di biglietto (erano andati sold out già nei primi minuti del primissimo giorno di prevendita) sono riusciti ad entrare nella sala più grande attualmente disponibile dell’Auditorium Parco della Musica di Roma, e insieme ai paganti hanno assistito a questo lunghissimo spettacolo del, a detta di molti, il miglior regista della storia del cinema dopo Stanley Kubrick.

Lungo perché fin dal primo momento in cui Antonio Monda lo ha interpellato si è capito che Martin Scorsese non è affatto un tipo di poche parole. Dopo un bel prologo da parte sua, ecco cominciare a passare le prime clip dei nove film italiani che hanno ispirato il suo cinema.

Scorsese 02

Del resto, per uno che è a tutti gli effetti un Italo-americano, tanto da veder modificato il suo cognome al momento dell’ingresso negli Stati Uniti per colpa di una svista (molto stile “Il Padrino – parte II”, insomma), come poteva non essere stato importante il cinema tricolore?
E specificatamente lo sono stati:

Accattone di Pierpaolo Pasolini
La presa di potere di Luigi XIV di Roberto Rossellini
Umberto D. di Vittorio De Sica
Il posto di Ermanno Olmi
L’avventura di Michelangelo Antonioni
Divorzio all’italiana di Pietro Germi
Salvatore Giuliano di Francesco Rosi
Il Gattopardo di Luchino Visconti
Le notti di Cabiria di Federico Fellini

E alla fine non è mancato il piatto finale, cioè il premio alla carriera, consegnato da un vero veterano del nostro cinema, ossia Paolo Taviani, che prima ha ringraziato Scorsese anche a nome del da poco scomparso fratello Vittorio della sua presenza e di tutte le volte, non solo in questa serata, in cui il grande regista ha omaggiato l’Italia. Applausi a non finire, sperando di rivederlo presto.

Scorsese 03

Un incontro, come già detto, lunghissimo da commentare in toto, ma se volete un assaggino, guardate i nostri due video pubblicati sulla pagina Facebook di Daruma View: video 1 e video 2.

About Valerio Brandi

Avatar

Guarda anche

american-animals-recensione-film-copertina

American Animals – Una incredibile rapina realmente accaduta

Dopo aver mietuto successi al Sundance Film Festival e alla Festa del Cinema di Roma …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.