rampage-invasione-mostri-cinema-03
Rampage George VS King Kong by darkriddle1 (deviantart.com)
Home / CINEMA / Rampage e l’invasione dei mostri cinematografici

Rampage e l’invasione dei mostri cinematografici

E’ innegabile che negli ultimi anni, il buon Dwayne Johnson, alias “The Rock” (ma non chiamatelo più così), sia diventato uno degli attori più pagati e richiesti di Hollywood. Passato dal ring di wrestling, ad essere il Re Scorpione, per arricare a Baywatch e addirittura uno spot per la Apple, la carriera di Dwayne è in rapida salita. Il suo ultimo film, in uscita il 12 Aprile, sarà RAMPAGE – FURIA ANIMALE, film alquanto bizzarro, ispirato all’omonimo videogame.

rampage-invasione-mostri-cinema-02

Accendiamo il nostro “cabinato dei ricordi” e vediamo scorrere sullo schermo catodico la scritta con il titolo del gioco.

Nell’arcade Rampage sviluppato nel 1986 dalla Midway Games, facciamo la conoscenza di George, Lizzie e Ralph, tre poveri sfigati che loro malgrado si trovano trasformati (non chiedetemi come ne perché, questi sono i misteri delle trame dei videogames) in tre mostri giganteschi, per la precisione un Gorilla, un Dinosauro/Lucertola e un Lupo Mannaro, tutti grandi come un palazzo di tre piani. Come se incontrare per strada un normale lupo mannaro non fosse abbastanza. Grazie Midway!

rampage-invasione-mostri-cinema-01

Ovviamente ritrovarsi nei panni di tre creature gigantesche e mostruose non va poi tanto a genio, cosa che li fa incazzare non poco e li porta a distruggere palazzi e a sgranocchiare esseri umani in fuga. Il vostro obbiettivo, dopo aver scelto quale bestia controllare, sarà fare più danni possibile prima dell’arrivo dell’esercito e di venire abbattuti.

Diciamocelo apertamente, il gioco non era poi ‘sto gran che. Però alla fine quell’oretta a tirare giù palazzi a cazzottoni ce la spendevi e ti sfilava anche un po’ di risate. Con un tempo di “appena” 32 anni, la storia di George, Lizzie e Ralph sbarca sul grande schermo. Solo che qui il nostro Dwayne, sarà una specie di zoologo alle prese con 3 creature gigantesche imbestialite e cresciute a causa delle radiazioni di un meteorite. Peccato per l’idea, necessaria per il film, ma che un po’ snatura lo spirito del gioco. Vuoi mettere vedere The Rock che s’infuria fino diventare un gigantesco Gorilla?

I veri protagonisti del film sono ancora una volta, come ai bei vecchi tempi, dei mostri giganteschi come quelli dei film giapponesi.

Mi state dicendo che al cinema il mostro gigante tira ancora al botteghino?  E allora vediamone alcuni insieme.

N.B. In questo articolo ho volutamente omesso i Dinosauri in quanto realmente esistiti e non appartenenti alla categoria “mostro”. Mi baserò più che altro su creature inquadrabili nella categoria della criptozoologia[1]. Per lo stesso motivo non saranno presenti tutti i mostri giganti e alieni che troviamo nelle varie serie tv giapponesi anni ’70 e che invece appartengono alla categoria Tokusatsu[2].

rampage-invasione-mostri-cinema-05

Il primo in ordine cronologico di questo bestie disumane è sicuramente King Kong, lo scimmione  che va a spasso sopra l’Empire State Building nel 1933, nel film diretto da Merian Cooper.

Ma la vera fortuna di queste creature su pellicola si deve, inutile a dirlo, al giapponese Godzilla.

rampage-invasione-mostri-cinema-08

La sua prima apparizione è del 1954 alle coste dell’arcipelago del Sol Levante e da allora può vantare una carriera cinematografica di tutto rispetto, arrivando anche ad essere prodotto in America nel 1998 in un film diretto da Roland Emmerich. Forse perché una lucertola alta 100 metri non può che affascinarti, il Godzilla made in Usa ritornerà poi nel 2014 con un reboot della serie dal titolo Godzilla. Dietro la macchina da presa c’è Gareth Edwards. Da notare che questo Godzilla è il primo appartenente al MonsterVersd di Warnes Bros., in cui per la prima volta viene citata Monarch, di cui parleremo in seguito. Scopriamo inoltre che la nostra lucertola gigante viene classificata come M.U.T.O (Massive Unidentified Terrestial Organism) cioè un “organismo terrestre gigantesco non identificato”. Come dargli torto?

rampage-invasione-mostri-cinema-07

Ma non dimentichiamo le origini giapponesi della creatura. E’ giusto che alcune cose rimangano in famiglia. Per questo nel 2016, il veterano Hideaki Anno, papà di Evangelion, scrive Shin Godzilla, conosciuto con il titolo internazionale di Godzilla Resurgence, reboot del film del 1954 con la quale si raggiunge la beneamata somma di TRENTA film dedicati al mostro. Un film molto più dark e moderno, con sequenze drammatiche dove la mano di Anno si vede tutta. Da recuperare e da gustare.

shin-godzilla-recensione-film-testa

Il lucertolone dagli occhi a mandorla è stato il primo Kaiju, termine giapponese che vuol dire letteralmente “strana bestia”. Non il primo a scorrazzare sul nostro pianeta ma grazie a lui si è creata una categoria cinematografica specifica, il kaiju movie. Con Godzilla, negli anni si sono affiancati e scontrati un mondo di comprimari-mostri come Gamera, Biollante, Mothra o King Ghidorah solo per citarne alcuni. In patria, neanche a dirlo, Godzilla & Co. sono dei veri e propri “mostri sacri” (passatemi il pessimo gioco di parole) del cinema, osannati ed esaltati dal popolo giapponese che li ha eletti a simbolo.

rampage-invasione-mostri-cinema-06

Rimaniamo per un attimo in occidente dato che, a considerare tutti i mostri che sono approdati sulle coste del Giappone, da quelle parti non se la passano poi così bene.

Nel nostro emisfero invece, abbiamo elementi degni di nota nella categoria-kaiju come il mostro di Cloverfield, monster-movie prodotto da J.J.Abrams nel 2008. Di questo mostro non sappiamo molto, anzi non sappiamo proprio un bel nulla a parte che sia un colosso di più 100 metri al quale l’esercito da il nome in codice di Clover. Sembra essere un quadrupede acquatico dalla pelle squamosa e verde. La faccia ricorda un po’ quella di un pesce-vipera e mentre se ne va in giro a distruggere New York, trasporta dei parassiti che sparge in giro e che sono in grado di attaccare con particolare ferocia gli essere umani. Ma da dove nasca il Clover, perché si sia svegliato di così pessimo umore da attaccare la metropoli non ci è dato saperlo. Un thriller in puro stile J.J.

rampage-invasione-mostri-cinema-09

Le cose sembrano essersi calmate un attimo quando, nel 2013, il mondo è sconvolto dall’assalto di una nuova razza di mostri giganteschi, provenienti da un’altra dimensione e più che mai determinati ad eliminare gli umani per potersi prendere la terra. Sono i mostruosi Kaiju, contro i quali il regista Guillermo Del Toro manda contro dei Robot altrettanto giganteschi conosciuti come Jaeger nel film Pacific Rim. Due ore di mazzate tra robot antropomorfi che usano navi cisterna come mazze da baseball e creature tanto mostruose e terribili quanto ripugnanti. Insomma, l’estasi pura per tutti gli amanti del genere.

rampage-invasione-mostri-cinema-04

I Kaiju, così chiamati dagli umani proprio per “omaggiare” i mostri giapponesi a cui assomigliano, sono già stati sulla terra milioni di anni fa, ed erano conosciuti come i primi dinosauri. Sono una società ben organizzata grazie al fatto di avere una “uni-mente”, ovvero i loro cervelli sono tutti sincronizzati ed in connessione telepatica. Hanno dei nomi in codice veramente tamarri del tipo Knifehead, Yamarashi, Leatherback o Raiju, così spacconi da ritornare nel 2018 con Pacific Rim: la rivolta, questa volta diretto da Steven DeKnight.

pacific-rim-la-rivolta-recensione-film-copertina

In piena crisi creativa, il cinema negli ultimi anni si è lanciata in una serie di reboot di pellicole già viste (molto più facile che pagare per una nuova idea, meno faticoso e di sicuro incasso. Scusate lo sfogo). Anche i monster-movie non ne sono stati esenti ed ecco arrivare sullo schermo nel 2017 Kong: Skull Island diretto da Jordan Vogt-Roberts e reboot del franchise di King Kong. Siamo tornati negli anni ‘70, con la classica spedizione scientifica capitanata da un avventuriero, un drappello di militari ed il solito agente governativo, in cerca di tracce di una misteriosa creatura nascosta su un’isola del pacifico, L’Isola del Teschio, avvolta da una misteriosa nebbia elettromagnetica (??). Peculiarità dell’isola è quella di essere una terra ostile la cui fauna è ricca di creature antiche e mostruose che fanno sembrare il Jurassic Park di Spielberg poco più che Gardaland.

kong-skull-island-recensione-bluray-testa

Non serve dire che il nostro gruppetto di campeggiatori si scontrerà con il gigante Kong ed altre creature mostruose come gli Strisciateschi, una specie di dinosauri senza pelle. Ma soprattutto si scoprirà l’esistenza di un’agenzia governativa super segreta, la Monarch, che ha il compito di indagare e combattere quelle creature mostruose che hanno abitato il pianeta terra prima di noi e che dormono nascoste da qualche parte in attesa di risvegliarsi. Grazie all’anello di congiunzione con Monarch, Kong: Skull Island entra a far parte a pieno titolo del MonsterVerse della Warner Bros, che vede (e vedrà) una serie di film incentrati su mostri-kaiju. Sono già previsti Godzilla: King of Monsters nel 2019 e Godzilla vs. Kong nel 2020 oltre al già citato Godzilla. Non dite poi che non vi avevo avvertito.

Dalle prime creazioni in stop motion e gomma, alle moderne tecniche di Computer Graphic, il mito della creatura mostruosa e gigantesca continua. Forse non ci terrorizza più come un tempo ma di sicuro intrattiene e diverte.

[1] La criptozoologia è lo studio degli animali la cui esistenza è ipotizzata su basi indiziarie. Le ipotesi possono riguardare animali non conosciuti dalla scienza oppure l’esistenza attuale di animali già descritti, ma ritenuti estinti o la presenza di specie conosciute in un’area distante dai luoghi dove sono attestate.

[2] Tokusatsu è una parola giapponese che significa effetti speciali, in generale e in particolare per un genere di film e serie tv nipponiche di argomento fantascientifico, fantasy o horror, ma non solo.

About Roberto "Jinx" Mincione

Parte umano, parte macchina, tutto NerD. Nato da un folle esperimento, è appassionato di cinema, fumetti e colleziona giocattoli. Ama l'Oriente ma non gli involtini primavera.

Guarda anche

rampage-furia-animale-recensione-film-copertina

Rampage – Furia animale, quando puoi distruggere tutto ma non The Rock

Rampage – Furia animale: Ispirato all’omonimo videogioco degli anni ’80 prodotto da Midway Games, il nuovo film della coppia Brad …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *