Home / CINEMA / Padre – Willem Dafoe e Giada Colagranda alla serata di presentazione al Nuovo Cinema Aquila di Roma

Padre – Willem Dafoe e Giada Colagranda alla serata di presentazione al Nuovo Cinema Aquila di Roma

Prodotto a partire dal 2016 ma arriva solo ora in Italia (mentre all’estero è presentato per la prima volta in Messico nell’ottobre di quello stesso anno) quest’ultimo lavoro di Giada Colagrande, regista all’ottava opera tra lungometraggi, corti e documentari.

Padre è un film intimista, sull’elaborazione del lutto, un racconto in cui dunque c’è molto di vero nonostante il tema trattato, perché, come ha dichiarato la stessa regista e attrice protagonista:

«Mio padre era morto da poco quando cominciai a fare dei sogni consequenziali, vedendo, notte dopo notte, la stessa situazione: una me sconvolta dal trapasso del padre, che non era quello reale ma bensì un grande compositore, il quale aveva in qualche modo “scelto” di andarsene. Al terzo sogno ho visto il suo volto: era quello di Franco Battiato, una persona che per me è molto importante, che mi ha insegnato tantissimo, anche proprio sulla morte, spronandomi a esplorare l’aldilà, a meditare sul trapasso come transizione e sulla vita terrena come passaggio. Così ho deciso di fare un film nello stesso modo in cui feci il primo: auto-prodotto, in totale intimità, fondendo varie forme artistiche, come video arte, danza, musica, teatro e pittura. Ho plasmato il personaggio del padre su Franco Battiato, aiutata dal fatto che è un artista così completo. Sono venute prima le sue musiche, e poi tutto il resto. I suoi vecchi video ne hanno costruito il ricordo, mentre i suoi quadri hanno dato forma alla sua spiritualità, luminosissima, ricca di oro e dervisci»

Colagrande 01

Parole di Giada Colagrande espresse alla presenza di un buon pubblico lo scorso 12 settembre al Nuovo Cinema Aquila di Roma, piccolo multisala del quartiere Pigneto che ha da poco ritrovato una felice riapertura. Oltre alla regista grande successo ha riscosso la presenza di Willem Dafoe, marito di Giada dal 2005, con cui aveva già lavorato in ben tre occasioni, Black Widow, Una donna – A Woman e Bob Wilson’s Life & Death of Marina Abramovic.

Un film tutto italiano nonostante la presenza di attori internazionali come Dafoe ma anche Marina Abramović, perché entrambi non sono doppiati, ma alternano la recitazione tra italiano e inglese (in questo caso, naturalmente, intervengono i sottotitoli).

Una serata in cui mancava solo la presenza oltre dell’Abramović anche di Battiato, entrambi impegnati altrove, ma che non hanno fatto mancare il loro supporto grazie a delle dediche poi riportate dalla stessa Giada Colagrande durante il dibattito post-proiezione.

Colagrande 02

Per scoprire in quali sale Italiane viene proiettato PADRE, cliccate qui.

About Valerio Brandi

Guarda anche

piazza-vittorio-recensione-film-copertina

Piazza Vittorio – Lo sguardo di Abel Ferrara sullo storico quartiere capitolino

Esce in sala il documentario Piazza Vittorio di Abel Ferrara sulla storica piazza romana, simbolo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *