Home / CINEMA / Lovers – Abbiamo incontrato il regista Matteo Vicino e gli attori protagonisti del film

Lovers – Abbiamo incontrato il regista Matteo Vicino e gli attori protagonisti del film

Uscirà nelle nostre sale il 5 Aprile, Lovers, il secondo lungometraggio di Matteo Vicino. In occasione della premiere romana del film abbiamo incontrato il regista e i quattro attori protagonisti: Primo Reggiani, Antonietta Bello, Luca Nucera e Margherita Mannino.

Costruito simmetricamente, Lovers sviluppa quattro storie con gli stessi attori in ruoli diversi che si dipanano a Bologna tra tradimenti, feroci vendette, colpi di scena e una riflessione sull’importanza della cultura. Abbiamo incontrato il regista Matteo Vicino e i quattro attori protagonisti Primo Reggiani, Antonietta Bello, Luca Nucera e Margherita Mannino durante la Premiere romana organizzata da Grazia e Tiffany and Co. che ha coprodotto con Condiriso il film.

Mi piacerebbe mi raccontassi la genesi del film e la struttura circolare e ad incastro delle quattro storie raccontate: “Ci siamo stancati di vedere film brutti in Italia e quindi volevamo un film che parlasse di cultura. Abbiamo incastrato il discorso amoroso perché nella vita chi fa qualcosa di male poi gli torna sempre indietro: quindi la genesi della struttura a spirale è nata da li, ed è anche un discorso culturale. Quando sei ignorante da troppe generazioni, poi il paese viene distrutto da filmacci”.

Hai scelto attori non usuali, potremmo dire quasi di nicchia ma molto bravi visto che gli affidi quattro ruoli differenti all’interno dello stesso film: “Dovevamo prenderli bravi, non c’era alternativa. Tutti con regolare provino ed è un film abbastanza virtuoso da questo punto di vista. E’ un peccato perchè io ritengo sia un film main stream che viene relegato all’indipendente. Ed è davvero un peccato esca in 20 copie.”

Vieni dall’intrattenimento comico, passando per il teatro ma hai anche scritto un romanzo. Il tuo film lo hai scritto, diretto e montato. Pensi che la cultura possa passare attraverso questo tipo di cinema? “Certo. Il cinema, la musica, la letteratura sono tutto. Un paese senza cinematografia è un paese morto. Il nostro paese non respira più perchè siamo inondati da opere squalificanti.”

lovers-interviste-cast-alto

Lovers all’estero è stato accolto molto bene e ha ricevuto vari riconoscimenti, mentre in Italia ha faticato a trovare una collazione distributiva:

Vicino: “Ne eravamo assolutamente certi. Infatti l’ultima storia del film parla proprio di un libro alla Fabio Volo che diventa molto famoso a discapito di libri più belli che non trovano mercato. L’abbiamo proprio messo nel film quello che sarebbe successo a noi!” Secondo te perchè?“Si chiama Mafia. Non ha altre parole. Il mondo del cinema italiano è una mafia e non se ne esce.”

Bello: “Tutto il mondo, da un lato, è paese e ogni paese, dall’altro, ha le sue peculiarità. Noi veniamo da un periodo particolare anche politico, siamo in una situazione di crisi economica su larga scala e il tutto per le parti. Se il cinema, anche indipendente, è parte di questo tutto effettivamente si capisce che la crisi è anche in questo ambito. Ma noi andiamo avanti nel nostro lavoro sperando che grazie al passaparola e alle persone che andranno al cinema, la permanenza nelle sale aumenti.”

Parliamo di questi quattro ruoli che interpretate all’interno della stessa pellicola: come avete lavorato e sono quattro storie a se stante o si intersecano?

Bello: “Il film è organizzato in quattro episodi. Diciamo che l’ultimo episodio poi richiama il primo e da qui la circolarità. I quattro episodi sono delle storie completamente staccate, quindi noi siamo chiamati a recitare quattro ruoli diversi ma al tempo stesso c’è una sorta di fil rouge, diciamo uno dei personaggi che lega le vite degli altri. Effettivamente, leggendo la sceneggiatura, era davvero qualcosa di complesso da creare però dall’altra parte, grazie alla circolarità del testo, ogni personaggio può essere visto sia in modo distaccato, sia, invece, come manifestazione, un po schizofrenica, di un unico personaggio che in ogni episodio mostra solo un lato del suo carattere.”

Reggiani: “Appena ho letto la sceneggiatura ho detto è un’occasione unica poter lavorare in questo modo. Mi sono avvicinato a Matteo ed è stato l’errore più grande della mia vita (ride). A parte gli scherzi è stato bello perchè questi quattro personaggi potrebbero essere si un film a se ma allo stesso tempo sono legati come in una spirale che porta sempre più in basso.”

lovers-interviste-cast-centro

3 aggettivi per identificare Lovers e un motivo per guardarlo.

Reggiani: “Intrigante, complicato e fastidioso. A me arriva in questo modo. Alcuni episodi della storia mi arrivano in questo modo. Non è un film banale, non è una storia usuale ed è interessante vedere come si evolve la sceneggiatura, come prende vita.”

Vicino: “Crudele, divertente e originale ed è un film diversissimo da tutti gli altri film che vediamo nel cinema italiano.”

Bello: “Schizzofrenico, allegro, nonostante tutto vi assicuro che si ride, e in qualche modo visionario, nel senso che ci permette di dare un’occhiata all’idea di Matteo Vicino dell’amore e poter sfruttare questa visione per poter cambiare noi le cose. E questo credo che possa essere uno dei motivi per vedere il film. Il cinema come tutte le arti ci permette di riflettere su di noi e cambiare le cose.”

About Federica Rizzo

Federica Rizzo
Campana doc, si laurea in Scienze delle Comunicazioni all'Università degli Studi di Salerno. Web & Social Media Marketer, appassionata di cinema, serie tv e tv, entra a far parte della famiglia DarumaView l'anno scorso e ancora resiste. Internauta curiosa e disperata, giocatrice di Pallavolo in pensione, spera sempre di fare con passione ciò che ama e di amare follemente ciò che fa.

Guarda anche

the-generi-recensione-serie-copertina

Abbiamo visto The Generi la nuova serie di Maccio Capatonda, include intervista a Mario Coco

The Generi: La nuova serie di Maccio Capatonda è stata molto attesa dai fan, dato che …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *