italian-ghost-horror-stories-copertina
Home / CINEMA / Italian Ghost Horror Stories: presentato il progetto a cura di Claudio Fragasso

Italian Ghost Horror Stories: presentato il progetto a cura di Claudio Fragasso

Italian Ghost Horror Stories vedrà il ritorno di Claudio Fragasso, non in qualità di regista ma in veste di patrocinante del progetto collettivo della Ipnotica Produzioni.

Al Cinema Adriano di Roma si è tenuta la conferenza stampa di avvio riprese del progetto “Italian Ghost Horror Stories“. Iniziativa particolare e patrocinata nientemeno che dal leggendario Claudio Fragasso (autore del mitologico Troll 2, ma anche di tutta una serie di piccoli cult dell’horror dei tardi ’80: quando il genere era già scomparso dall’industria italiana, relegato a produzioni di nicchia e low-budget), è stata presentata alla stampa dallo stesso regista e direttore artistico: Italian Ghost Horror Stories andrà a raccogliere sotto questo nome una piccola serie di cortometraggi a tema horror, diretti da registi emergenti e supervisionati in fase di scrittura da Rossella Drudi, co-autrice della maggior parte dei progetti dello stesso Fragasso.

Obbiettivo di Italian Ghost Horror Stories sarà quello, non certo originale ma sempre lodevole, ti tentare una rianimazione in extremis del glorioso “genere” italiano. Quello rinnegato da anni all’interno dell’industria, ma considerato all’unanimità pilastro fondamentale del cinema europeo. Come spiegato dallo stesso Fragasso, il tono cercherà di recuperare l’atmosfera eighties dei classici del periodo, unendo i nove cortometraggi (numero in fase di definizione) con il fil rouge del sovrannaturale. Cast, troupe e autori saranno interamente italiani: come suggerisce il titolo, l’idea alla base di Italian Ghost Horror Stories è ritrovare quella italianità tipica delle vecchie produzioni nostrane, allo stesso tempo internazionali e commerciabili a livello mondiale.

italian-ghost-horror-stories-locandina

 

Italian Ghost Horror Stories, voluto e portato avanti dalla Ipnotica Produzioni di Alberto De Venezia, conterà come detto sullo stesso Fragasso nel ruolo di direttore artistico, e in Rossella Drudi in quello di scrip editor. Inizialmente, si lavorerà sui corti in modo da adattarli al format del film da sala (già opzionata una casa per la distribuzione della pellicola), per poi tentare un’espansione degli stessi per un’eventuale trasmissione televisiva. Accanto a troupe e cast di professionisti, la maggior parte degli autori si presenteranno all’opera prima o quasi. I nomi in regia confermati finora: Andrea D’Emilio, Sasha Carlesi, Rosario Petix, Daniele Malavolta, Giusy Amoruso, Vincenzo Della Corte, Francesco Giorgi, Antonio Losito e Gianluca Bonucci.

About Saverio Felici

Di stanza a Roma, amante del cinema in ogni sua forma da quando riesce a ricordare.Coniugando le passioni più disparate, scrive di tutto su tutto, con un occhio di riguardo alla settima arte. Dal pop-corn movie più becero al più pretenzioso dei film d'autore.

Guarda anche

io-è-morto-conferenza-alto

Io è Morto, Alberto De Venezia: “Il mio film sull’ossessione e la gelosia”

Report della conferenza stampa di Io è Morto di Alberto De Venezia. Presenti anche gli …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *