Home / CINEMA / Il DoppiAttore 2018: recensione della seconda settimana

Il DoppiAttore 2018: recensione della seconda settimana

E anche la seconda settimana della terza edizione de Il DoppiAttore – La voce oltre il buio si è conclusa.
Angelo Maggi, Vanina Marini e tutto il loro staff si godono finalmente un giorno di riposo, e in attesa di domani, dove si esibiranno in mezzo allo spettacolo Alex Polidori (Nemo e Spider-Man) e Manuel Meli (Joffrey Baratheon e Baby Driver), e dell’ultima volata di grandi ospiti fino a domenica (qui il programma completo con tutti i dettagli), vediamo cosa è successo negli ultimi sei giorni al teatro Belli.

Giulia Luzi

Dopo questa esibizione possiamo senza problemi definirla una piccola Tina Centi della nostra epoca. Del resto, Giulia Luzi non è soltanto uno dei personaggi dei Cesaroni o di Un medico in famiglia, ma soprattutto voce di alcuni grandi prodotti della Disney. Anche se è un direct-to-video “La sirenetta: come tutto ebbe inizio” non è affatto un film da dimenticare, il suo cantare non fa rimpiangere Renata Fusco e soprattutto Simona Patitucci nella versione cantata di Ariel, così come tante ragazze l’hanno amata per aver doppiato Miley Cyrus nel canto in Hanna Montana, senza dimenticare un grande film non-Disney, Polar Express.
Tutto questo per descrivere l’emozione che Giulia Luzi ha regalato quando ha cantato “Com’è bello passeggiar con Mary” e “Parte del tuo mondo” de La Sirenetta 1989, oltre a doppiare sul momento Julia Roberts nella scena clou di Notting Hill insieme ad Angelo Maggi/Hugh Grant.

Da sinistra a destra, Vanina Marini, Giulia Luzi e Angelo Maggi.

Alessandro e Federico Campaiola

Giovani ma già tanto conosciuti nel mondo del doppiaggio, grazie a The Flash, Attacco dei Giganti e Kingsman per quel che riguarda Alessandro, e Stranger Things e Ready Player One Federico, i figli di Monica Ward hanno fatto esilarare la platea del Teatro Belli grazie a una versione alternativa della scena “Ezechiele 25:17” di Pulp Fiction (doppiata nel 1994 dal loro zio Luca Ward), chiudendo con una stoccata formidabile sulle pubblicità in tv e Antonio Banderas.

Doppiattore seconda settimana-03
Da sinistra a destra, Monica Ward, Federico Campaiola, Vanina Marini, Angelo Maggi e Alessandro Campaiola.

Selvaggia Quattrini

Attrice di televisione, teatro, cinema e naturalmente anche lei raddoppiata grazie al doppiaggio, Selvaggia Quattrini la conosciamo soprattutto per la principessa/orchessa Fiona in Shrek, o Lana Lang in Smallville, o il gatto Chloe in Pets. Talento straordinario, degna erede di sua mamma Paola, ha regalato a lei e al pubblico presente al teatro Belli di Roma un bellissimo monologo teatrale.

Doppiattore seconda settimana-05
Da sinistra a destra, Selvaggia Quattrini, Angelo Maggi e Paola Quattrini.

Pino Insegno

È stata forse la più fugace apparizione di un’ospite del DoppiAttore al Teatro Belli, soprattutto per il fatto che, causa volo all’alba per Valencia, non ha potuto essere presente al momento del saluto finale al termine dello spettacolo ma, nei minuti che gli ha concesso Angelo Maggi, Pino Insegno ha saputo far ridere il pubblico a Trastevere come pochi in passato, pensando a Brad Pitt che ha doppiato nel film “L’esercito delle 12 scimmie” ha descritto la differenza di un’avventura amorosa dopo la discoteca tra il cinema e la vita reale.

Doppiattore seconda settimana-02
Pino Insegno e Angelo Maggi

Roberto Stocchi e Fabio Celenza

Vera e propria voce caratteristica come poche ce ne sono al mondo, Roberto Stocchi nel corso della sua carriera ha saputo dare la sua personale impronta a diversi personaggi, che siano buoni come Tantor in Tarzan o cattivi come Codaliscia nella saga di Harry Potter, ma anche sapersi trasformare del tutto come con la triplice esperienza del triceratopo Toops in Alla ricerca della valle incantata, tutt’altro che buffo e ironico. Il suo personale monologo sul palco de Il DoppiAttore ha riguardato una divertente poesia in romanesco dedicata al giro turistico della Città Eterna. Una serata che si è conclusa con un altro ospite d’onore, lo youtuber da milioni di fan (tra cui lo stesso Roberto Stocchi) Fabio Celenza, che ha doppiato in diretta alla sua maniera personaggi pubblici come Mick Jagger, il Dalai Lama e la Regina Elisabetta II.

Doppiattore seconda settimana-04
Da sinistra a destra, Francesca Draghetti, Vanina Marini, Roberto Stocchi, Angelo Maggi e Fabio Celenza.

Luca Dal Fabbro e Guerre Stellari

Dopo Harry Potter la prima domenica, la seconda settimana del DoppiAttore 2018 è stata chiusa da un altro grande regalo dal mondo del doppiaggio, soprattutto per i nerd.
Luca Dal Fabbro, altra voce caratterista, non è solo il doppiatore ufficiale di Steve Buscemi, ma anche di tanti piccoli personaggi dell’animazione mai dimenticati.
Come il clamidosauro Frank in “Bianca e Bernie nella terra dei canguri”, il leone meccanico Valvola in TaleSpin, il binocolo Lenny in Toy Story, e il vecchio Gil nei Simpson.
Una piccola poesia al leggio, per poi ritornare sul palco insieme a un grande cast d’eccezione, venuto da una galassia lontana lontana…
Gino La Monica (Qui-Gon Jinn), Federica De Bortoli (Padmé Amidala), Francesco Pezzulli (Anakin Skywalker) e Francesco Prando (Luke Skywalker).
La Monica, protagonista in carriera di tanti altri celebri ruoli al leggio, tra cui una delle frasi più famose di sempre nel mondo del cinema (Signora Robinson, lei sta tentando di sedurmi…) ha riproposto sul palco del Teatro Belli una delle scene de La minaccia fantasma, quando Qui-Gon va a comprare pezzi di ricambio per la sua astronave da Watto, ossia Angelo Maggi.
Chiusura alla Futurama, tanto per restare in tema spaziale, perché Francesco Pezzulli ha ironizzato sulle parentele di Guerre Stellari al leggio:
lui da piccolo era Alessio Puccio e da vecchio Massimo Foschi, è stato sposato con Federica De Bortoli e i suoi figli sono Ottavia Piccolo e Francesco Prando (degno erede dell’immenso Claudio Capone).
Non solo questo però, è anche il nonno di David Chevalier, ossia Kylo Ren, precisa il sottoscritto.

Appuntamento da domani a domenica, non mancate!

Viva il doppiaggio italiano!

Informazioni utili per assistere a Il DoppiAttore:

Teatro Belli di Roma
Piazza di Sant’Apollonia, 11
00153 Roma.
Biglietteria:+39 06 58 94 875
Fax: +39 06 58 97 094
E-mail: info@teatrobelli.it

Costo biglietti:
intero: 18€
ridotto: 13€

Promozioni attive:

Per i gruppi oltre 10 spettatori è prevista la riduzione del prezzo del biglietto, prenotando senza vincoli di tempo. Per scoprire cos’altro ha diritto alla riduzione, potete chiedere direttamente al botteghino del Teatro Belli di Roma, recandovi dal martedì al venerdì dalle ore 18, la domenica ore 15. O chiamare al numero 06 589 4875 o ancora, inviare mail a botteghino@teatrobelli.it;

Sei Direttore Artistico o Allievo di una Scuola o di una Associazione Culturale che opera nella formazione del campo Artistico (attori, tecnici dell’audio visivo, etc..)? Fai domanda per mail a ildoppiattore@gmail.com per attivare un accesso alla formula ridotta per i tuoi allievi o compagni di corso, una volta valutata la richiesta e data conferma della stessa, chi prenoterà o acquisterà un biglietto a nome della tua Scuola potrà accedere direttamente alla formula ridotta sempre!

Vuoi assistere a più di una serata? Il Teatro prevede due formule di Abbonamento:
Abbonamento nominale a 4 serate a 20€ (5€ a spettacolo)
Abbonamento socio sostenitore nominale, costo 30€ ed avrai diritto ad acquistare biglietti per tutta la Stagione a 5€ (quindi varrebbe praticamente sia per ogni replica che vuoi del Doppiattore che per gli altri loro spettacoli in cartellone)

About Valerio Brandi

Guarda anche

Doppiattore-recensione-copertina

Il DoppiAttore 2018: cosa è accaduto nelle prime quattro serate presso il teatro Belli di Roma?

La terza edizione dello spettacolo teatrale “Il DoppiAttore – La voce oltre il buio” è …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *