Home / RECENSIONI / Drammatico / Boy Erased: Lucas Hedges ci racconta la triste vicenda di Garrard Conley, uno dei tanti LGBT che ancora oggi l’America cerca di cambiare

Boy Erased: Lucas Hedges ci racconta la triste vicenda di Garrard Conley, uno dei tanti LGBT che ancora oggi l’America cerca di cambiare

Boy Erased – Secondo film da asso pigliatutto per Joel Edgerton, dopo “Regali da uno sconosciuto – The Gift”, arriva il suo secondo film dietro la macchina da presa, in cui è anche produttore, sceneggiatore e attore antagonista di quest’opera basata su una storia vera. Lucas Hedges, che aveva già fatto emozionare il pubblico della Festa del Cinema di Roma nel 2016 con Manchester by the sea, è l’interprete ideale per rappresentare il personaggio basato sul reale protagonista di questa vicenda, Garrard Conley.

Jared Eamons è il classico ragazzo americano. Studente e atleta modello, e di buona famiglia. Suo padre Marshall (Russell Crowe) e sua madre Nancy (Nicole Kidman) sono molto amorevoli, ma anche estremamente religiosi. Così, quando Jared va al college, e comincia ad essere attratto dagli uomini, i suoi genitori lo vengono subito a sapere, e suo padre, da fervente pastore battista, gli propone subito di andare in un centro di conversione. Confuso ma anche spaventato dal poter perdere per sempre l’amore dei suoi familiari, Jared accetta, ma ben presto capirà che quel posto è un qualcosa non solo da cui stare lontani, ma anche combattere.

boy-erased-recensione-film-02

Cosa funziona in Boy Erased

Considerando l’attuale momento storico-politico, in cui alcuni presidenti o vice-premier non fanno altro che condannare il mondo islamico, anche in virtù di una (secondo loro) superiorità morale del cristianesimo, questo film capita a fagiolo, ma non per promuovere un altro sistema confessionale, naturalmente, ma per ricordarci che in un Paese veramente civile e democratico nessuna religione deve avere alcun tipo di potere. Storia passata, e appunto quella odierna, ci hanno mostrato non solo l’incompatibilità tra scienza e fede, ma quanto pericolosa possa essere quest’ultima ogni volta che le viene concesso un minimo potere temporale. La vicenda di Jared e dei suoi compagni al centro di conversione trasmette allo spettatore un vero cocktail di rabbia e tristezza, ma fortunatamente anche tanta speranza grazie al finale perché, appunto, basta aprire un attimo la mente per capire quanto possano essere assurde e incivili alcune convinzioni.

boy-erased-recensione-film-04

Non tutti possono da questo punto di vista cambiare e quindi resteranno alla storia per sempre come retrogradi, altri invece hanno contribuito e continuano a contribuire nel rendere questo mondo un pochino migliore. Tutto dunque funziona in questo secondo lungometraggio diretto da Joel Edgerton. Non solo i quattro già citati attori protagonisti, ma anche Xavier Dolan, Troye Silvan, Flea, Joe Alwyn, Cherry Jones e Jesse LaTourette contribuiscono alla perfetta riuscita nel trasporre il diario di Garrard ConleyBoy Erased: A Memoir”, pubblicato negli Stati Uniti nel 2016 e tradotto in italiano con il titolo “Boy Erased. Vite cancellate” da Edizioni Black Coffee, ottobre 2018).

Regia che non risparmia particolari decisamente pesanti, un vero film di denuncia accompagnato da una colonna sonora decisamente azzeccata, l’ideale per raccontare tutti i differenti stati d’animo dei vari personaggi fittizi ma comunque ispirati a fatti realmente accaduti.

boy-erased-recensione-film-01

Perché non guardare Boy Erased

Dopo quanto detto viene da sé che Boy Erased non piacerà affatto al Vaticano e a tutti i suoi assidui seguaci, soprattutto quelli convinti che i crimini del cristianesimo siano ormai circoscritti a un lontanissimo passato, ma invece sono proprio loro i primi che dovrebbero vederlo, così magari qualcuno capirà che coloro che definiscono come “lobby gay” non sono altro che persone normalissime come Jared che si battono soltanto per la fine della violenza e discriminazione nei loro confronti e il raggiungimento della parità di diritti.

boy-erased-recensione-film-03

Proiettato per la prima volta in Italia alla Festa del Cinema di Roma lo scorso 22 ottobre, Boy Erased era già stato presentato in anteprima mondiale al Telluride Film Festival il 1º settembre 2018, e l’8 settembre al Toronto International Film Festival.

La distribuzione per tutti nelle sale cinematografiche statunitensi è stata posticipata al 2 novembre 2018, mentre in Italia avverrà probabilmente il 7 febbraio 2019 con Universal Pictures.

Regia: Joel Edgerton Con: Lucas Hedges, Joel Edgerton, Nicole Kidman, Russell Crowe, Xavier Dolan, Troye Sivan, Flea, Joe Alwyn, Cherry Jones, Jesse LaTourette Anno: 2018 Durata: 114 min. Paese: USA Distribuzione: Universal Pictures

About Valerio Brandi

Guarda anche

Hotel Transylvania 3: Una vacanza mostruosa – Dal 4 dicembre in home video

E’ un ritorno attesissimo quello di Hotel Transylvania 3: Una vacanza mostruosa, terzo capitolo della saga …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.