Home / TV / Serie TV / Son of Zorn – Recensione della sitcom incentrata su un personaggio dei cartoni che arriva nel nostro mondo

Son of Zorn – Recensione della sitcom incentrata su un personaggio dei cartoni che arriva nel nostro mondo

Dal 9 Marzo presente nella programmazione del canale Fox Animation di Sky, Son of Zorn, progetto che vede tra i produttori esecutivi Phil Lord e Chris Miller (geniali menti dietro The Lego Movie, i due film 21 e 22  Jump Street, oltre che del futuro spin-off su Han Solo), racconta le vicende di Zorn,combattente dell’isola animata di Zephyria, in seguito alla sua decisione di tornare ad Orange County dall’ex-moglie e dal figlio.

 Non rappresenta certamente una novità la commistione del live action con il genere animato, ultimo esempio di questi numerosi esperimenti è Son of Zorn: pioniere dell’utilizzo di questa tecnica mista, o, per lo meno, il prodotto che è stato in grado di sdoganarla, è stato indubbiamente “Chi ha incastrato Roger Rabbit?” di Robert Zemeckis, al quale seguirono innumerevole copie carbone di quest’idea che all’epoca sconvolse completamente il pubblico, dagli adulti fino ai più piccini.

Son-of-Zorn-Recensione-serie-tv-testa

Tuttavia, Son of Zorn ha dalla sua parte due degli esponenti più illustri dell’attuale commedia americana, ovvero i già citati Phil Lord e Chris Miller. Tale accoppiata è riuscita nel creare un prodotto dall’idea di base forse datata rispetto ai tempi che corrono (l’animazione in tecnica tradizionale si sta piano a piano estinguendo del tutto) e a mescolare tale premessa con i canoni di una classica comedy americana, suscitando simpatia nello spettatore e, a volte, risultando persino tagliente nella sua sottile satira.

Son-of-Zorn-Recensione-serie-tv-centro

Non manca infine l’estremo citazionismo, presenza costante all’interno dei lavori di questi due autori: il gusto vintage dell’immaginario collettivo degli anni 80’ si fonde perfettamente con quello della nostra attualità; difatti la serie prende in giro gioielli animati di quel decennio, come He-man e i dominatori dell’universo ( il design del protagonista ed il suo background fanno il verso a questo pilastro della serialità animata di ormai 30 anni fa) e i cartoni di Hanna-Barbera, messi alla berlina in modo ironico e per nulla diffamatorio dalla breve sigla.

Regia: Vari Con: Cheryl Hines, Johnny Pemberton, Tim Meadows, Artemis Pebdani, Jason Sudeikis, Tony Revolori, Rob Riggle, Nick Offerman Anno: 2016 Durata: 22 min. (episodio) Paese: USA Distribuzione: Fox Animation
Dal 9 Marzo presente nella programmazione del canale Fox Animation di Sky, Son of Zorn, progetto che vede tra i produttori esecutivi Phil Lord e Chris Miller (geniali menti dietro The Lego Movie, i due film 21 e 22  Jump Street, oltre che del futuro spin-off su Han Solo), racconta le vicende di Zorn,combattente dell’isola animata di Zephyria, in seguito alla sua decisione di tornare ad Orange County dall’ex-moglie e dal figlio.  Non rappresenta certamente una novità la commistione del live action con il genere animato, ultimo esempio di questi numerosi esperimenti è Son of Zorn: pioniere dell’utilizzo di questa…
Commento Finale - 70%

70%

Son of Zorn manca indubbiamente della verve satirica e del mordente necessari che lo avrebbero istantaneamente reso un cult moderno; tuttavia ci si trova davanti ad un ottimo livello di intrattenimento, superiore alla maggior parte delle serie animate politicamente scorrette di oggi.

User Rating: Be the first one !

About Davide Colli

Davide Colli
"La persona sbagliata nel luogo e al momento terribilmente giusti" cit.

Guarda anche

una vita da gatto di barry sonnenfeld recensione

Una vita da gatto – Recensione – Un film di Barry Sonnenfeld

Una vita da gatto è l’ultima fatica di Barry Sonnenfeld, regista di commedie eclettiche come …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *