Home / RECENSIONI / Commedia / L’incredibile vita di Norman – Richard Gere nella sua migliore interpretazione degli ultimi anni

L’incredibile vita di Norman – Richard Gere nella sua migliore interpretazione degli ultimi anni

Richard Gere è il protagonista de L’incredibile vita di Norman, in uscita il 28 settembre con Lucky Red, una commedia intelligente e profonda sull’importanza delle relazioni e sul bisogno di contare agli occhi degli altri.

“Se le serve qualcosa io gliela trovo!”. Così si potrebbe riassumere la missione del signor Norman Oppenheimer, faccendiere ebreo di New York alla disperata ricerca di attenzioni e amicizie che possano cambiargli la vita. Un giorno incontra Micha Eshel (Lior Ashkenazi), futuro leader politico che vive un periodo difficile fatto di insicurezze e solitudine. L’incontro tra i due segnerà l’inizio di una grande amicizia, simboleggiato da un paio di scarpe costose che Norman regala a Micha. Dopo tre anni e vari contatti, Eshel diventa Primo Ministro e la vita del suo misterioso amico subirà notevoli cambiamenti nel bene e nel male.

lincredibile-vita-di-norman-recensione-alto

Cosa funziona in L’incredibile vita di Norman

Cucito alla perfezione sul suo interprete principale, Richard Gere, L’incredibile Vita di Norman è prima di ogni altra cosa un one man show: l’attore statunitense riesce a giocare su un’espressività fluida ed efficiente nel trasmettere il turbinio emotivo che travolge il suo personaggio. Buona anche l’interpretazione dell’israeliano Lior Ashkenazi, attore celebre nella sua patria e reduce da Foxtrot, che riesce a mostrare al meglio la fragilità e le insicurezze di un uomo potente, portandolo ad un livello più umano. Interessante ed originale appare, inoltre, la sceneggiatura che alterna con coerenza dramma e commedia con una seconda parte che, coniugando sentimenti contrastanti, risulta più coinvolgente rispetto alla prima dal punto di vista emotivo.

lincredibile-vita-di-norman-recensione-centro

Perché non guardare L’incredibile vita di Norman

Chi è Norman e perché fa quello che fa? Cosa lo spinge, la sete di potere, il desiderio di essere parte di un progetto politico più importante? Queste domande non hanno risposte. La vita di Norman è così difficile e complicata da non venire mai svelata nella sua completezza tanto che non sappiamo quanto effettivamente le storie che l’uomo racconta ai suoi potenziali “clienti” siano veritiere. Le scelte registiche, che prediligendo primi piani e campi stretti, non aiutano la pellicola che, soprattutto nella prima parte, appare lenta e claustrofobica.

lincredibile-vita-di-norman-recensione-basso

L’incredibile vita di Norman è una pellicola anomala, non semplice da incasellare. Il motivo principale è nella costruzione di un curioso personaggio principale, a tratti sgradevole e poco raccomandabile, a tratti positivo e altruista a tutti gli effetti, un uomo che fa i propri interessi facendo del bene. Una commedia amara, intelligente e profonda sull’importanza delle relazioni e sul bisogno di contare agli occhi degli altri.

Regia: Joseph Cedar Con: Richard Gere, Michael Sheen, Steve Buscemi, Charlotte Gainsbourg, Josh Charles, Dan Stevens, Lior Ashkenazi, Harris Yulin Anno: 2017 Durata: 118 Min. Paese: USA Distribuzione: Lucky Red

About Federica Rizzo

Federica Rizzo
Campana doc, si laurea in Scienze delle Comunicazioni all'Università degli Studi di Salerno. Web & Social Media Marketer, appassionata di cinema, serie tv e tv, entra a far parte della famiglia DarumaView l'anno scorso e ancora resiste. Internauta curiosa e disperata, giocatrice di Pallavolo in pensione, spera sempre di fare con passione ciò che ama e di amare follemente ciò che fa.

Guarda anche

song-to-song-recensione-bluray-copertina

Song to Song – Recensione del Blu-Ray Disc del chiacchieratissimo film di Terrence Malick

Song to Song: Dopo il non proprio felice passaggio in sala, e il perentorio massacro …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *