Home / RECENSIONI / Drammatico / Mother! – Darren Aronofsky dirige Jennifer Lawrence in un’opera che divide e fa discutere

Mother! – Darren Aronofsky dirige Jennifer Lawrence in un’opera che divide e fa discutere

Presentato a Venezia 74, la nuova “fatica” di Darren Aronofsky, Mother!, raccoglie al suo interno, attraverso una forte impronta metaforica, tutti i mali che compongono la società, in un’opera horror forse troppo ambiziosa.

Uno scrittore (Javier Bardem) e la sua giovane moglie (Jennifer Lawrence) vivono da soli in una grande casa vittoriana del paese. Un giorno, uno strano uomo (Ed Harris) e poco dopo sua moglie (Michelle Pfeiffer) si trovano davanti alla loro porta e lo scrittore li invita con entusiasmo a entrare nella loro casa. Ma quando i figli della coppia (Domhnall & Brian Gleeson) arrivano a sorpresa, la tensione in casa cresce, portando a un tragico evento. Ispirandosi a l’incidente accaduto quel giorno, lo scrittore scrive un libro che gli conferisce grande fama rendendolo oggetto di culto. Sua moglie, adesso incinta, si confronterà con schiere di fan spesso aggressivi, che si riveleranno una minaccia imprevedibile.

Mother-recensione-alto

Cosa funziona in Mother!

Attraverso una grande e nemmeno tanta velata metafora Aronofsky racconta una storia che altro non è che la storia del mondo, vista dal punto di vista di un creatore, interpretato da Javier Bardem.  Aronofsky adotta uno stile claustrofobico modellato sull’animo della sua protagonista in una prima parte tesa, ansiogena, dove la coppia Harris/Pfeiffer (magnetica e bellissima), occupa il centro del campo visivo cercando di relegare sempre più ai margini la protagonista. Grande regia, da rimanere a bocca aperta.

Mother-recensione-centro

Perché non guardare Mother!

Le premesse interessanti e stimolanti lasciano ben presto il posto a scene scoordinate e ridondanti, un’opera allucinata in cui si alternano momenti di stasi apparente a frenetiche sequenze di delirante aggressività, in cui le pulsioni primordiali, spingono il film verso i territori di una sacralità violentata in nome della pura finzione artistica. Il risultato è, dunque, un incubo claustrofobico e angosciante sulla circolarità del Male, che però affonda le proprie radici in un materiale narrativo discontinuo e calibrato con molta imprecisione. La sovrabbondanza di elementi, che rendono solo più confuso lo spettatore disperdono la bellezza accumulata inizialmente, mentre inizia una vera  e propria distruzione delle pareti della casa e della tenuta narrativa e mentre elementi splatter irrompono disturbanti senza nessun motivo apparente.

Mother-recensione-basso

Ragionando sul più basilare degli amori tragici e su altri temi universali come il sacrificio, la dedizione, l’ispirazione, l’ossessione, il fanatismo e la creazione artistica e umana, Mother! è un messaggio disperato di cambiamento, la rabbia di un’entità superiore, quella madre generatrice, che vede i suoi figli uccidersi per un nulla. Disturbante, complesso, violento, l’ultima fatica di Aronofsky potrà non piacere a molti, ma sicuramente non passerà inosservato, suscitando non poche discussioni e ipotesi dopo averlo visto.

Regia: Darren Aronofsky Con: Jennifer Lawrence, Javier Bardem, Domhnall Gleeson, Ed Harris, Michelle Pfeiffer, Brian Gleeson, Jovan Adepo, Emily Hampshire Anno: 2017 Durata: 121 Min. Paese: USA Distribuzione: 20th Century Fox

About Federica Rizzo

Federica Rizzo
Campana doc, si laurea in Scienze delle Comunicazioni all'Università degli Studi di Salerno. Web & Social Media Marketer, appassionata di cinema, serie tv e tv, entra a far parte della famiglia DarumaView l'anno scorso e ancora resiste. Internauta curiosa e disperata, giocatrice di Pallavolo in pensione, spera sempre di fare con passione ciò che ama e di amare follemente ciò che fa.

Guarda anche

ant-man-and-the-wasp-recensione-film-copertina

Ant-Man and the Wasp – La super formica Marvel torna in sala e non è più sola

Ant-Man and the Wasp: A tre anni di distanza dal primo sorprendente capitolo, la super …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *