Home / RECENSIONI / Animazione / Monster Family – Recensione del film d’animazione con le voci di Max Gazzè e Carmen Consoli

Monster Family – Recensione del film d’animazione con le voci di Max Gazzè e Carmen Consoli

Monster Family: Esce in sala il 19 ottobre, e in anteprima al Cinecittà World il 15 ottobre, il film di animazione tutto europeo con due doppiatori particolari: Max Gazzè e Carmen Consoli.

La famiglia Wishbone non è esattamente una famiglia felice: il papà è schiavo del proprio lavoro, la figlia Fay è in piena crisi adolescenziale, il figlio minore Max viene bullizzato dai compagni perchè secchione, la mamma vorrebbe una famiglia più partecipe. Durante una festa in maschera, i quattro incontrano la strega Baba Yaga, che lancia un incantesimo su di loro, facendoli diventare i mostri corrispondenti alle proprie maschere. Tra varie vicissitudini e il corteggiamento del principe delle tenebre, Dracula la famiglia scoprirà l’importanza dello stare uniti.

monster-family-recensione-film-testa

Cosa funziona in Monster Family:

Il film è una produzione tedesca, che risulta essere assolutamente credibile. Il doppiaggio italiano poi riserva una sorpresa: a dare la voce alla mamma Emma e a Dracula sono rispettivamente Carmen Consoli e Max Gazzè, che in conferenza stampa, hanno dichiarato di essersi divertiti molto a realizzare il doppiaggio, che per un musicista ha una difficoltà in più: bisogna andare controtempo, per far aderire meglio la voce al personaggio. Carmen Consoli ha anche dichiarato di aver scritto la canzone del film, la prima realizzata in inglese dalla cantautrice siciliana, con l’aiuto del figlio Carlo, che canta, o meglio ulula, nei cori. Il film è quindi una pellicola leggera che con ironia affronta delle tematiche importanti: l’insicurezza, la difficoltà della comunicazione, il bullismo. Riuscire a far passare questi messaggi usando l’ironia è molto importante, hanno dichiarato i due doppiatori.

monster-family-recensione-film-centro

Perché non guardare Monster Family:

Il film non arriva alla perfezione di scrittura dei classici della Pixar, a cui sicuramente si ispira, ma è un’ottima prova per il cinema di animazione di produzione europea.

Vedibile e godibile ma senza particolari guizzi.

Regia: Holger Tappe Con le voci italiane di: Carmen Consoli, Max Gazzè, Valerio Abbondanza Anno: 2017  Durata: 95 minuti Paese: Germania  Distribuzione: Adler Entertainment

About Alice Vivona

Guarda anche

the-punisher-recensione-tv-netflix-copertina

The Punisher – Chi è Frank Castle? Recensione della serie Netflix

The Punisher: la tanto attesa e voluta serie dedicata al “Punitore” della Marvel è finalmente giunta …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *