Home / RECENSIONI / Drammatico / Il cliente – Recensione – Un Film di Asghar Farhadi

Il cliente – Recensione – Un Film di Asghar Farhadi

Il Cliente di Asghar Farha, riporta nelle sale il cinema iraniano con un thriller psicologico, di matrice drammatica, che colpisce e affonda nella complessità delle relazioni umane. Il regista de “Una Separazione”, Orso d’oro a Berlino e altri premi internazionali come il Golden Globe, Oscar e Cesar, torna nei cinema italiani, al cinema dal 5 gennaio 2017, con quello che si annuncia già come un nuovo successo.

cliente-recensione-film-2016-centro

Emad (Shahab Hosseini) e Rana (Taraneh Alidoosti), sono una giovane coppia di attori costretta a lasciare la propria casa al centro di Teheran a causa di urgenti lavori di ristrutturazione. Un amico (Babak Karimi) si offre di affittargli un suo appartamento, tralasciando però dei particolari “importanti” sulla precedente inquilina che sarà causa di un incidente che segnerà le loro vite.

cliente-recensione-film-2016-testa

Per “Il Cliente“, Asghar Farhadi si è profondamente ispirato a “Morte di un commesso viaggiatore” di Arthur Miller, un opera che grazie alla sua critica sociale è in grado di ritrarre perfettamente la situazione attuale dell’Iran: un paese che ha subito una rapida modernizzazione ma che non è riuscito ad adattarsi rimanendone schiacciato. Un altro aspetto fondamentale dell’opera di Miller, è la sua introspezione sulle  complessità delle relazioni umane interne alla famiglia. Il richiamo al dramma è centrale ne Il Cliente“: i protagonisti nel film mettono in scena una versione moderna del melodramma di Miller. Questo espediente di meta-teatro, consente a Farhadi di creare un parallelismo con la vita di Emad e Rana, che come i personaggi che interpretano a teatro, Linda e il commesso viaggiatore, si trovano a decidere le sorti di una famiglia.

cliente-recensione-film-2016-fine

Come già successo per “Una Separazione”, anche ne “Il Cliente” si entra all’interno dell’intimità quotidiana di una coppia, passando però attraverso il cinema investigativo con risvolti vendicativi. Il ritmo diventa via via più incalzante e claustrofobico e i temi del film diventano molteplici: il passato che torna nel presente, l’aggressione, la ricerca frenetica di trovare il colpevole, la voglia di vendetta, la vergogna e la compassione. La tradizione e la modernità, in un paese che sta cambiando troppo velocemente, così velocemente da non permettere alla sua gente di adattarsi, ritrovandosi quindi intrappolata tra il vecchio e il nuovo. Una nuova società in cui anche il più “aperto” degli uomini, cede all’ossessione della vendetta e dell’onore.

Regia: Asghar Farhadi Con: Shahab Hosseini, Taraneth Alidoosti, Babak Karimi, Farid Sajjadihosseini, Mina Sadati, Maral Bani Adam, Mehdi Kooshki, Emad Emami, Shirin Aghakashi, Mojtaba Pirzadeh, Sahra Asadollahe, Ehteram Broumand, Sam Valipour Anno: 2016 Durata: 125 Min Paese: Iran, Francia Distribuzione: Lucky Red
Il Cliente di Asghar Farha, riporta nelle sale il cinema iraniano con un thriller psicologico, di matrice drammatica, che colpisce e affonda nella complessità delle relazioni umane. Il regista de "Una Separazione", Orso d'oro a Berlino e altri premi internazionali come il Golden Globe, Oscar e Cesar, torna nei cinema italiani, al cinema dal 5 gennaio 2017, con quello che si annuncia già come un nuovo successo. Emad (Shahab Hosseini) e Rana (Taraneh Alidoosti), sono una giovane coppia di attori costretta a lasciare la propria casa al centro di Teheran a causa di urgenti lavori di ristrutturazione. Un amico (Babak Karimi) si…
Commento Finale - 75%

75%

Asghar Farhadi porta in scena una storia di coppia e di vendetta, sullo sfondo di un Iran la cui società è ancora fortemente legata e condizionata dal passato, ma che allo stesso tempo sta andando verso la modernità. E' una pellicola in cui si confrontano e si confondono la dimensione quotidiana e quella teatrale dei protagonisti. Così come le case, cedono anche le coppie più affiatate e l'uomo, anche il più moderno, cede all'ossessione di una vendetta che ha il sapore di antiche tradizioni.

User Rating: Be the first one !

About Silvia Aceti

Guarda anche

famiglia-all-improvviso-istruzioni-non-incluse-recensione-film-copertina

Famiglia all’improvviso – Istruzioni non incluse – Recensione – Un Film di Hugo Gélin

Famiglia all’improvviso – Istruzioni non incluse:  La nuova commedia di Hugo Gélin con protagonista Omar Sy, …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *