Home / RECENSIONI / Animazione / Cattivissimo Me 3 – Recensione – Un Film di Pierre Coffin e Kyle Balda

Cattivissimo Me 3 – Recensione – Un Film di Pierre Coffin e Kyle Balda

Dopo aver divertito il pubblico e conseguito i più grandi successi nel settore dell’animazione nel 2013 con Cattivissimo Me 2 e nel 2015 con  I Minions, Illumination torna con le nuove avventure di Gru, Lucy e le loro adorabili bambine, e naturalmente con i Minions, in Cattivissimo Me 3. Al cinema dal 24 Agosto.

Diretto da Pierre Coffin e Kyle Balda – il primo, già regista dei precedenti capitoli, aveva collaborato con Balda per la realizzazione dello spin-off dedicato ai Minions – il terzo capitolo del franchise Illumination, Cattivissimo Me 3, riporta in sala Gru e Lucy che dopo una missione andata male vengono licenziati entrambi da AVL (Anti-Villain League). Rimasti senza lavoro e senza prospettive, i coniugi devono rivelare alle tre bambine ( Margot, Edith e Agnes) la dura verità. Nonostante tutto però, le buone notizie arrivano in fretta e Gru scopre di avere un fratello gemello di nome Dru, ma questi è tutto il contrario del protagonista pelato: dopo le prime titubanze i due andranno d’accordo e Dru vorrà portare  nuovamente sulla strada della “cattiveria” suo fratello gemello.

cattivissimo-me-3-recensione-alto

Divertissement trasversale, pieno di azione e di ironia, arricchito da un comparto tecnico eccellente, Cattivissimo Me 3 si snoda fra la famiglia ancora da costruire sia per Gru che per Lucy, che tenta goffamente di fare la madre con le tre orfanelle, mettendoci tutta se stessa e tutto il cuore, oltre che un po’ di sano coraggio, e fra tutta una serie di elementi meta-testuali del cinema e della tv dei revival dei tempi passati.

Gustosamente sopra le righe e caricaturale il bizzarro villain Balthazar Bratt, doppiato nella versione originale da Trey Parker (in Italia da Paolo Ruffini). Un ragazzino pestifero dimenticato dallo star system, imprigionato nel corpo di un adulto e circondato di gadget anni ’80, comprese le proprie action figures. Un cattivo ‘non cattivo’ impegnato nella vendicativa missione di distruggere Hollywood, responsabile della cancellazione del suo show e del successivo oblio mediatico. Tra un passo di ballo alla Michael Jackson e un assolo di tastiera di Jump, una caratterizzazione in grado di strappare più di un sorriso, specie al pubblico ultra trentenne.

cattivissimo-me-3-recensione-medio

Collaudatissimi e come sempre inintelligìbili i Minions, svolgono qui la loro funzione primaria e più riuscita, ovvero quella delle spalle, con pochi e azzeccati momenti nel film a loro dedicati. Uno sberleffo al mondo dei reality show e una simpatica parentesi omaggio al cinema carcerario culminante in una rocambolesca evasione, sono sufficienti ai minuscoli eroi per rimanere sulla cresta dell’onda.

Colori sgargianti, linee rotonde e morbide, ma sopratutto una grande fluidità e coesistenza rimangono le caratteristiche più evidenti del film, nel quale ritroviamo, nel comparto musicale, Pharrell Williams, con nove brani di grande impatto. Tra i tanti, spiccano un Freedom, dal tono politico e sociale, e per gli amanti degli anni 80, gli a-ha con Take on Me, Michael Jackson, Madonna e cosi via. Ovviamente c’è anche un intero brano fatto dai Minions, che farà ridere più a un italiano che un americano, ma in fondo è proprio il caso nostro.

cattivissimo-me-3-recensione-centro

Cattivissimo Me 3 è ancora un’avventura per tutta la famiglia, che parla, per l’appunto, di famiglia e di cambiamento, un film trasversale in grado di far divertire di gusto i più piccoli e di strappare qualche sincero sorriso ai più grandi. Non ci si annoia mai vedendo Cattivissimo Me 3 che con un’ironia varia e ricercata tenta di far divertire tutta la sua platea, ma con l’opportunità di fermarsi a riflettere e di respirare un’atmosfera anni ’80 che è sempre sinonimo di entusiasmo, energia, libertà.

Regia: Pierre Coffin, Kyle Balda Con i doppiatori: Max Giusti, Arisa, Paolo Ruffini Anno: 2017 Durata:96 Min Paese: USA Distribuzione: Universal Pictures
Dopo aver divertito il pubblico e conseguito i più grandi successi nel settore dell'animazione nel 2013 con Cattivissimo Me 2 e nel 2015 con  I Minions, Illumination torna con le nuove avventure di Gru, Lucy e le loro adorabili bambine, e naturalmente con i Minions, in Cattivissimo Me 3. Al cinema dal 24 Agosto. Diretto da Pierre Coffin e Kyle Balda - il primo, già regista dei precedenti capitoli, aveva collaborato con Balda per la realizzazione dello spin-off dedicato ai Minions - il terzo capitolo del franchise Illumination, Cattivissimo Me 3, riporta in sala Gru e Lucy che dopo una missione…
Commento Finale - 65%

65%

Cattivissimo Me 3

Divertissement trasversale, pieno di azione e di ironia, arricchito da un comparto tecnico eccellente, Cattivissimo Me 3 si snoda fra la famiglia ancora da costruire sia per Gru che per Lucy, che tenta goffamente di fare la madre con le tre orfanelle, mettendoci tutta se stessa e tutto il cuore, oltre che un po’ di sano coraggio, e fra tutta una serie di elementi meta-testuali del cinema e della tv dei revival dei tempi passati. Essendo ancora una volta un'avventura per tutta la famiglia, che parla, per l'appunto, di famiglia e di cambiamento, Cattivissimo Me 3 è un film trasversale in grado di far divertire di gusto i più piccoli e di strappare qualche sincero sorriso ai più grandi.

User Rating: Be the first one !

About Federica Rizzo

Federica Rizzo
Campana doc, si laurea in Scienze delle Comunicazioni all'Università degli Studi di Salerno. Web & Social Media Marketer, appassionata di cinema, serie tv e tv, entra a far parte della famiglia DarumaView l'anno scorso e ancora resiste. Internauta curiosa e disperata, giocatrice di Pallavolo in pensione, spera sempre di fare con passione ciò che ama e di amare follemente ciò che fa.

Guarda anche

luomo-di-neve-recensione-copertina

L’uomo di Neve – Michael Fassbender è Harry Hole, il detective nato dalla penna di Jo Nesbø

L’uomo di Neve: da Lasciami Entrare a La Talpa, Tomas Alfredson dirige il suo terzo …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *