Home / RECENSIONI / Drammatico / Ustica – Recensione – Un film di Renzo Martinelli

Ustica – Recensione – Un film di Renzo Martinelli

Ustica di Renzo Martinelli, il film-inchiesta sulla strage aerea del 27 giugno 1980, quando il DC9 della compagnia ITAVIA scomparve dagli schermi radar senza lanciare alcune segnale di emergenza e si schiantò in mare tra le isole di Ponza e Ustica.

Ispirato agli avvenimenti che il 27 giugno 1980 provocarono la morte degli 81 che viaggiavano a bordo del DC 9 della compagnia aerea Itavia inabissatosi tra le isole di Ponza e Ustica per circostanze ancora lontane dall’essere chiarite, Ustica di Renzo Martinelli, regista di film discussi e discutibili come Vajont e Piazza della cinque lune,  tenta di evocare e fare luce su alcuni degli episodi più tragici e oscuri della vita repubblicana. Rispetto alle tre ipotesi che si sono avvicendate nel corso degli anni – cedimento strutturale dell’aereo, una bomba nella toilet di coda e un missile che per errore colpisce il DC9 –  il regista sceglie quella emersa dalle circa tremila pagine redatte da Giancarlo Priore, il giudice incaricato di occuparsi del caso.

Ustica-recensione-alto

Integrando il materiale processuale con le informazioni provenienti dalle interviste ai familiari delle vittime e le perizie degli esperti, Martinelli alterna elementi puramente di finzione, personaggi di fantasia a fatti realmente accaduti in una commistione non perfettamente equilibrata. L’uso di pezzi di storie reali delle vittime e dei loro familiari come quella di Giuliana Superchi, la piccola passeggera che era a bordo del volo Itavia senza i suoi genitori, che nel film si chiama Benedetta, vengono inspiegabilmente stravolte.

È discutibile anche l’utilizzo delle immagini vere dello strazio dei familiari delle vittime fuori dall’obitorio di Palermo dove il giorno dopo la strage si svolse il riconoscimento delle salme. Perché mostrare quel dolore, ripescando i filmati dei telegiornali di allora, in un momento intimo e così tragico?
Le forzature si ripetono fino alla fine del film, mescolando pezzi di verità, presenti in più punti, a elementi di finzione. I dialoghi, inoltre, risultano forzati e estremamente artificiosi. Per niente aiutati da una recitazione poco credibile.

Inoltre, mischiare personaggi di finzione e documentario, in un argomento così delicato, risulta nel migliore dei casi confusionario per lo spettatore.

Ustica-recensione-centro

Ustica è un film importante nel suo voler far luce su uno dei misteri italiani più cupi. Misteri italiani che, è interessante notare, stanno finalmente tornando al centro dell’interesse, narrativo e culturale. Perciò, dispiace dirlo, il film appare come un’occasione parzialmente mancata. Proprio perché vuole approcciarsi a quel grosso mistero che è la cronaca italiana degli anni ’70-’80, è necessario aspettarsi e pretendere di più.

Regia: Renzo Martinelli Con: Caterina Murino, Tomas Arana, Marco Leonardi, Lubna Azabal, Anno: 2016 Durata: 106′ Min Paese: Italia, Belgio Distribuzione: Independent Movies e Zenit Distribution
Ustica di Renzo Martinelli, il film-inchiesta sulla strage aerea del 27 giugno 1980, quando il DC9 della compagnia ITAVIA scomparve dagli schermi radar senza lanciare alcune segnale di emergenza e si schiantò in mare tra le isole di Ponza e Ustica. Ispirato agli avvenimenti che il 27 giugno 1980 provocarono la morte degli 81 che viaggiavano a bordo del DC 9 della compagnia aerea Itavia inabissatosi tra le isole di Ponza e Ustica per circostanze ancora lontane dall’essere chiarite, Ustica di Renzo Martinelli, regista di film discussi e discutibili come Vajont e Piazza della cinque lune,  tenta di evocare e fare luce su alcuni…
Commento finale - 50%

50%

Volendo evidenziare l'ipotesi che la caduta del Dc9 Itavia, scomparso il 27 Giugno 1980 dagli schermi radar senza trasmettere nessun segnale d'emergenza, fu dovuta ad una collisione in volo con un caccia americano provocando la morte di 81 persone, Ustica non riesce a mantenere il giusto equilibrio tra gli elementi di finzione e i fatti realmente accaduti. Martinelli che firma e dirige il film si mostra molto coraggioso per il materiale che tratta e in linea con la storia per quanto riguarda la parte aerea e di indagine. Scarsa invece risulta la recitazione, poco credibile non aiutata dal doppiaggio per niente in sincro.

User Rating: Be the first one !

About Federica Rizzo

Federica Rizzo
Campana doc, si laurea in Scienze delle Comunicazioni all'Università degli Studi di Salerno. Web & Social Media Marketer, appassionata di cinema, serie tv e tv, entra a far parte della famiglia DarumaView l'anno scorso e ancora resiste. Internauta curiosa e disperata, giocatrice di Pallavolo in pensione, spera sempre di fare con passione ciò che ama e di amare follemente ciò che fa.

Guarda anche

piccoli-crimini-coniugali-recensione-copertina

Piccoli Crimini Coniugali – Recensione – Un Film di Alex Infascelli

Alex Infascelli dirige Margherita Buy e Sergio Castellitto in Piccoli Crimini Coniugali, una commedia nera tratta …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *