Home / CINEMA / Milionari di Alessandro Piva – Recensione Film

Milionari di Alessandro Piva – Recensione Film

Ispirato al libro I Milionari. Ascesa e declino dei signori di Secondigliano, edito nel 2012 e nato dalla collaborazione tra il PM Luigi Cannavale e lo scrittore Giacomo Gensini, co-sceneggiatore della pellicola, Alessandro Piva porta sul grande schermo la storia del boss della camorra, poi collaboratore di giustizia,  Marcello Cavani e della sua famiglia, la storia di una banda di ragazzini cresciuti nel quartiere di Secondigliano e che, iniziata la carriera delinquenziale tra piccoli furti e illegalità, arrivarono a controllare gran parte delle attività economiche della regione.

Ripercorrendo le guerre intestine in seno al clan di Secondigliano, nel napoletano, Alessandro Piva catalizza la sua attenzione sui protagonisti della vicenda, sugli esseri umani in perenne contrasto tra l’ambizione e la realtà della propria natura. Il perno del film è rappresentato da Marcello Cavani, un boss interpretato da Francesco Scianna: “La cosa che mi ha attratto subito del film è la complessità del personaggio, che vive molte contraddizioni, dalla propria natura, alle scelte che fa e che è obbligato a fare. la difficoltà era essere credibile all’interno di un gruppo così forte, un po per la lingua, in una natura così forte come Napoli e un po per il personaggio stesso che entra ed esce dalla sua natura di criminale, rischiava, insomma, di essere meno credibile degli altri.” Il regista sembra seguire perennemente il suo protagonista con una macchina da presa chiamata a rincorrerlo, analizzando le sue paure e le sue più intime fragilità, che si nascondono dietro una durezza necessaria e di facciata.

Protagonista fondamentale è Napoli con i suoi mille quartieri, scenario particolarissimo come evidenzia Piva: “Per me è stata un’opportunità unica, io sono nato in Campania e mi sono portato da sempre questa mia provenienza dentro. In questo film ho potuto liberare qualcosa delle mie radici e ho avuto occasione di tornar a lavorare sulla base di una grande autenticità rivendicando il diritto assoluto a creare. Lo senti a Napoli un bagaglio culturale straordinario, tutti gli attori hanno portato dentro qualcosa di loro. Fare un film a Napoli ha significato per me regalarmi questa opportunità.” Ad evidenziare la decadenza degli ambienti, ma anche degli stessi personaggi che, di quegli ambienti, diventano parte, ci ha pensato il direttore della fotografia Renaud Personnaz il quale, avendo trascorso molti anni nella città partenopea, ha saputo infondere alle inquadrature il giusto realismo e la giusta profondità.

Milionari, dunque, vuole essere un lungometraggio ispirato ad un personaggio realmente esistito, mettendone in evidenza dubbi e fragilità in un continuo contrasto tra ciò che è  e quello che vorrebbe essere. Nonostante la scelta ottima del cast e un’adeguata recitazione, il film non riesce ad emergere per originalità, non riesce a stupire ma solo ad informare, raccontando una vicenda e gli esseri umani al suo interno coinvolti.

https://www.youtube.com/watch?v=zAEZYOaujFU

About Federica Rizzo

Federica Rizzo
Campana doc, si laurea in Scienze delle Comunicazioni all'Università degli Studi di Salerno. Web & Social Media Marketer, appassionata di cinema, serie tv e tv, entra a far parte della famiglia DarumaView l'anno scorso e ancora resiste. Internauta curiosa e disperata, giocatrice di Pallavolo in pensione, spera sempre di fare con passione ciò che ama e di amare follemente ciò che fa.

Guarda anche

The Specials – Fuori dal comune – I registi di Quasi Amici dirigono un nuovo film sulla disabilità, ancor più forte ed avveduto – Recensione

The Specials – Fuori dal comune: Dopo essere stato presentato in anteprima fuori concorso al …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.