Home / HOME VIDEO / Lo Chiamavano Jeeg Robot – I Dettagli dell’edizione Home Video

Lo Chiamavano Jeeg Robot – I Dettagli dell’edizione Home Video

“Lo Chiamavano Jeeg Robot”- Arriva in Home Video Con un’edizione Ricca di Contenuti Extra

Il 15 settembre uscirà, in Dvd e  Blu-Ray Disc, arricchito da numerosi e inediti contenuti extra, Lo chiamavano Jeeg Robot, l’opera prima di Gabriele Mainetti con Claudio Santamaria, Luca Marinelli e Ilenia Pastorelli.

Il film, presentato lo scorso ottobre alla Festa del Cinema di Roma e uscito nelle sale a Febbraio 2016, ha raccolto nei mesi il favore di critica e pubblico che lo hanno portato a raggiungere quasi 5 milioni di euro al botteghino.

Il “fenomeno” Lo chiamavano Jeeg Robot parte da lontano e non sembra arrestarsi, a dimostrarlo i numerosi premi ricevuti anche nelle ultime settimane: dai sette David di Donatello ai quattro Ciak d’Oro, dal Globo d’oro, assegnato dalla stampa estera come miglior film 2016, fino ai due Nastri D’Argento.

Un percorso di alto livello quello di Lo chiamavano Jeeg Robot e di alto livello sarà la qualità dell’edizione home video.

Distribuito da Warner Bros per Lucky Red, dal 15 settembre gli appassionati di Enzo Ceccotti potranno acquistare un prodotto ricco di contenuti extra.

Un lungo back stage, i provini degli attori, le scene tagliate, lo storyboard e il cortometraggio di Gabriele Mainetti, Tiger Boy, sveleranno tutto quello che c’è stato prima che la luce del proiettore mostrasse sul grande schermo il film che, di lì a poco, sarebbe divenuto la rivelazione cinematografica dell’anno.

All’interno del Blu-Ray Disc, inoltre, sarà presente una cartolina da collezione raffigurante un artwork del film.

Ma le sorprese non sono finite e nei prossimi giorni annunceremo altre incredibili novità… per il momento save the date: Lo chiamavano Jeeg Robot dal 15 settembre nei migliori punti vendita e negli store online.

 GLI EXTRA

Back stage: un lungo racconto dal set: i personaggi, gli effetti speciali, le musiche e molto altro direttamente dalla voce di chi ha lavorato al film. Gli attori, il regista, gli sceneggiatori, i musicisti, gli stuntman, i tecnici degli effetti speciali svelano i segreti di Lo chiamavano Jeeg Robot e ricordano la loro esperienza sul set. Un’occasione unica per conoscere le professionalità che hanno reso il film possibile.

I provini degli attori: Claudio Santamaria, Luca Marinelli, Ilenia Pastorelli alle prove con la macchina da presa prima di essere scelti per i ruoli di Enzo Ceccotti, lo Zingaro e Alessia.

Le scene tagliate: per chi non è ancora sazio, una sezione con tutte le scene che il regista Gabriele Mainetti ha deciso di tagliare.

Lo storyboard: una delle sequenze più amate del film, quella dello stadio, illustrata dall’abile mano di Marco Valerio Gallo. Un montaggio originale che mette a confronto le scene disegnate e quelle girate. Un momento di cinema curioso e interessante.

Tiger Boy: il secondo cortometraggio diretto, prodotto e musicato da Gabriele Mainetti e scritto da Nicola Guaglianone. Tra i dieci finalisti agli Oscar 2014, Tiger Boy è la storia la storia di Matteo, un bambino di nove anni, che armato di ago e filo costruisce una maschera identica a quella del suo mito: un wrestler di Corviale chiamato “Il Tigre”. La maschera diventa una seconda pelle per Matteo e non vuole togliersela per nessuna ragione. Quello che a prima vista viene scambiato per un capriccio è in realtà una chiara richiesta d’aiuto che nessuno riesce a cogliere.

Leggi la recensione del film

 Scheda tecnica BLU RAY Disc

NazionalitàItaliana 
GenereCommedia
Video1080p@24fps    2.35:1BD  regione 50  reg 2
AudioItaliano  DTS HD master audio  5.1
SottotitoliItaliano non udenti;
ExtraBack Stage, I provini agli attori, Le scene tagliate, Lo Storyboard, Trailer, Tiger Boy
Durata118’
Scheda tecnica DVD 
NazionalitàItaliana 
GenereCommedia
VideoPAL  16/9     2.35:1DVD 9 regione 2
AudioItaliano 5.1 Dolby Digital;
SottotitoliItaliano non udenti;
ExtraI provini agli attori, Le scene tagliate, Lo Storyboard, Trailer
Durata

113’

About Davide Belardo

Davide Belardo
Editor director, ideatore e creatore del progetto Darumaview.it da più di 20 anni vive il cinema come una malattia incurabile, videogiocatore incallito ed ex redattore della rivista cartacea Evolution Magazine, ascolta la musica del diavolo ma non beve sangue di vergine.

Guarda anche

dopo-il-matrimonio-recensione-film-copertina

Dopo il Matrimonio – Viaggio tra gli ultimi della terra e ritorno – Recensione

Dopo il Matrimonio: Un dramma interiore che nel dipanarsi dei tanti colpi di scena di …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.