Home / RECENSIONI / Drammatico / La verità sta in cielo – Recensione – Un Film di Roberto Faenza

La verità sta in cielo – Recensione – Un Film di Roberto Faenza

Arriva per la prima volta al cinema, con La verità sta in cielo, la storia di Emanuela Orlandi, quindicenne cittadina vaticana, figlia di un messo pontificio, che nel pomeriggio del 22 giugno 1983, sparì misteriosamente dal centro di Roma, senza fare più ritorno a casa. Dopo più di trentanni la verità non è ancora venuta a galla e tante sono ancora le domande che non trovano nessuna risposta.

Il triste e inquietante caso della scomparsa di Emanuela Orlandi, quindicenne cittadina vaticana, figlia di un messo pontificio, che nel pomeriggio del 22 giugno 1983, sparì misteriosamente dal centro di Roma, viene raccontato in La verità sta in cieloRoberto Faenza “riapre” il caso di Emanuela con un film inchiesta che si avvia quando una rete televisiva inglese, sollecitata dallo scandalo “Mafia Capitale” decide di inviare in Italia una giornalista, Maria, (Maya Sansa) per indagare sul caso. Le sue ricerche si intrecciano con quelle di Raffaella Notariale (Valentina Lodovini), un’inviata di un noto programma televisivo che ha scoperto una nuova pista: Sabrina Minardi (Greta Scarano), l’amante di Enrico De Pedis detto Renatino (Riccardo Scamarcio), il boss che riusciva ad avere frequenti rapporti con le alte sfere di potere e poi è stato ucciso sotto i colpi della banda rivale della Magliana.

la-verita-sta-in-cielo-recensione-alto

Oscillando dichiaratamente tra il documentario (sono presenti immagini di repertorio di Papa Wojtyla) e l’oggettiva ricostruzione fiction, La verità sta in cielo si pone come una sorta di indagine nell’indagine (quella della Lodovini e quella della Sansa), con flashback dentro ai flashback (della Lodovini prima, e della Scarano poi) che prova a dipanare l’intricato tessuto della vicenda che coinvolge la politica, la crimininalità organizzata e una parte della Chiesa. Faenza riempie la sua opera di indizi, di notizie, di ipotesi investigative perchè il suo spettatore possa avere tutti gli strumenti per conoscere davvero la vicenda. Peccato che nel far ciò perda di vista la parte spettacolare e viscerale della struttura narrativa: i fatti restano soprattutto nelle parole dei personaggi e affidate al personaggio della Sansa costretto spesso a tirare le somme del racconto.

La rappresentazione, invece, appare figlia di una vecchia tv, per certi aspetti anche con un suo look vintage. Importante e sorprendente l’interpretazione di Greta Scarano che si conferma attrice di talento, interpretando Sabrina Minardi nella versione giovane ed in quella matura di trent’anni dopo, sfiorita e consumata dalle droghe. Se la Scarano è in parte nell’interpretare la donna giovane e a tratti ingenua, completamente sopraffatta dal legame col De Pedis, è ancor più apprezzabile quando veste i panni dell’adulta sconfitta, che vuole fare i conti con i propri demoni.

la-verita-sta-in-cielo-recensione-centro

Impostato come un’inchiesta giornalistica che prova a dipanare l’intricata vicenda della scomparsa di Emanuela Orlandi, avvenuta nel 1983, e che ancora non trova nessuna risposta sicura, La verità sta in cielo mette insieme, come in un puzzle, piccoli frammenti che in questi anni sono venuti fuori senza portare però realmente alla verità effettiva. L’opera di Faenza non può essere considerata propriamente riuscita – funzionando più nella sua struttura di base ma non riuscendo a restituire quel suo potenziale impatto esplosivo – ma riesce a toccare corde profonde come memoria collettiva e coscienza civile.

 

Regia: Roberto Faenza Con: Riccardo Scamarcio, Maya Sansa, Greta Scarano, Valentina Lodovini, Shel Shapiro, Luciano Roffi, Tommaso Lazotti, Alessandro Bertolucci, Giacomo Gonnella, Alberto Cracco Anno: 2016 Durata: 94 min. Paese: Italia Distribuzione: 01 Distribution
Arriva per la prima volta al cinema, con La verità sta in cielo, la storia di Emanuela Orlandi, quindicenne cittadina vaticana, figlia di un messo pontificio, che nel pomeriggio del 22 giugno 1983, sparì misteriosamente dal centro di Roma, senza fare più ritorno a casa. Dopo più di trentanni la verità non è ancora venuta a galla e tante sono ancora le domande che non trovano nessuna risposta. Il triste e inquietante caso della scomparsa di Emanuela Orlandi, quindicenne cittadina vaticana, figlia di un messo pontificio, che nel pomeriggio del 22 giugno 1983, sparì misteriosamente dal centro di Roma, viene raccontato…
Commento finale - 60%

60%

La verità sta in cielo

Impostato come un'inchiesta giornalistica che prova a dipanare l'intricata vicenda della scomparsa di Emanuela Orlandi, avvenuta nel 1983, e che ancora non trova nessuna risposta sicura, La verità sta in cielo mette insieme, come in un puzzle piccoli frammenti che in questi anni sono venuti fuori senza portare però realmente alla verità effettiva. Faenza si dimostra bravo nel dare allo spettatore tutte le notizie necessarie perchè comprenda l'intricato tessuto su cui in tutti questi anni si sono mossi i protagonisti della vicenda; non riesce però a renderla realmente fruibile e appassionante, forse a causa delle numerose informazioni che vuole e deve darci. Importante e sorprendente l'interpretazione di Greta Scarano che si conferma attrice di talento, interpretando Sabrina Minardi nella versione giovane ed in quella matura di trent'anni dopo.

User Rating: Be the first one !

About Federica Rizzo

Federica Rizzo
Campana doc, si laurea in Scienze delle Comunicazioni all'Università degli Studi di Salerno. Web & Social Media Marketer, appassionata di cinema, serie tv e tv, entra a far parte della famiglia DarumaView l'anno scorso e ancora resiste. Internauta curiosa e disperata, giocatrice di Pallavolo in pensione, spera sempre di fare con passione ciò che ama e di amare follemente ciò che fa.

Guarda anche

galà-cinema-fiction-campania

Galà del Cinema e della Fiction in Campania – Il 13 Ottobre la serata conclusiva della IX edizione a Castellamare di Stabia

Si terrà domani 13 Ottobre la serata conclusiva del Galà del Cinema e della Fiction …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *