Home / RECENSIONI / Documentario / Il fiume ha sempre ragione – Recensione – Un Film di Silvio Soldini

Il fiume ha sempre ragione – Recensione – Un Film di Silvio Soldini

Il fiume ha sempre ragione, l’ultimo documentario diretto da Silvio Soldini in uscita l’8 settembre al Cinema

Il fiume ha sempre ragione” di Silvio Soldini, ci porta nelle case e nelle botteghe di Alberto Casiraghy e Joseph Weiss, due maestri artigiani che, a distanza di alcuni km,  oltre all’amicizia, condividono una forte passione per le parole, la calligrafia e le tecniche di stampa.

il-fiume-ha-sempre-ragione-soldini-recensione-testa

Alberto Casiraghy vive e lavora a Osnago; è un poeta, uno scrittore di aforismi, un pittore, forse un filosofo contemporaneo, e fondatore della casa editrice Pulcinoelefante, che si trova all’interno della sua stessa abitazione, dove i libri vengono stampati esclusivamente a caratteri mobili, con un’antica pressa in piombo. Nella sua casa-stamperia, si incontrano poeti e pensatori, con cui Casiraghy instaura un rapporto alchemico durante le sessioni di stampa, che sono sempre inframmezzate da una tazza di caffè e da chiacchierate sulle tematiche più varie, dalla politica all’ecologia, ai racconti del suo cortile con i suoi animali, agli aneddoti su Alda Merini, sua carissima amica.

“I miei libretti non sono solo parole e immagini messe su carta: sono oggetti vissuti perché ad ognuno di essi c’è un incontro particolare. Da me vengono persone strepitose, nascono amicizie… Ogni incontro è una storia, un ricordo. Potremmo parlare di antropologia dell’editoria.”.

Josef Weiss, nato e cresciuto sul Lago di Costanza, è principalmente un rilegatore d’arte a Mendrisio (Ticino, Svizzera) dove nel 1981 ha aperto il suo atelier Libro&Arte. La passione per il libro e una personalità poliedrica fanno di Weiss  un abile grafico, restauratore, editore e stampatore. Con la collaborazione della moglie, crea libri artistici con i suoi tipi tipografici in piombo, li stampa sul proprio torchio a mano e li rilega con la tecnica originale francese, il tutto curato nei minimi dettagli realizzando delle vere e proprie opere d’arte.

il-fiume-ha-sempre-ragione-soldini-recensione-fine

Ne Il fiume ha sempre ragione, i due maestri aprono le porte delle loro abitazioni- botteghe editoriali lasciando entrare Silvio Soldini con il suo sguardo attento ed intimistico. Il regista ci porta direttamente nel quotidiano dei due maestri, li osserva in silenzio seguendone i gesti sicuri delle abili mani. Un vero e proprio incontro con i due artigiani, che ci svelano la bellezza della lentezza e della semplicità in un mondo in cui ormai se ne è perso il senso.

Regia: Silvio Soldini, Anno: 2016 Durata: 72 min, Nazione: Italia, Svizzera,  Distribuzione: I Wonder Pictures
Il fiume ha sempre ragione, l'ultimo documentario diretto da Silvio Soldini in uscita l'8 settembre al Cinema "Il fiume ha sempre ragione" di Silvio Soldini, ci porta nelle case e nelle botteghe di Alberto Casiraghy e Joseph Weiss, due maestri artigiani che, a distanza di alcuni km,  oltre all'amicizia, condividono una forte passione per le parole, la calligrafia e le tecniche di stampa. Alberto Casiraghy vive e lavora a Osnago; è un poeta, uno scrittore di aforismi, un pittore, forse un filosofo contemporaneo, e fondatore della casa editrice Pulcinoelefante, che si trova all'interno della sua stessa abitazione, dove i libri vengono…
Commento Finale - 85%

85%

Silvio Soldini ci porta nel mondo delle parole stampate attraverso il documentario su Alberto Casiraghy e Joseph Weiss. I due artigiani-artisti aprono le loro botteghe editoriali lasciandosi osservare dallo sguardo attento e intimistico di Soldini. Un documentario che diventa una poesia sulla bellezza e sulla creatività. Il fiume ha sempre ragione ci riporta alla vita "semplice" fatta di gesti abili e precisi, in cui la lentezza di un lavoro manuale diventa piacere. Al cinema dall'8 settembre 2016

User Rating: Be the first one !

About Silvia Aceti

Guarda anche

manifesto-recensione-film-cover

Manifesto – Rosefeldt porta al cinema la summa dei manifesti artistici più importanti della storia recente

Manifesto: Il film di Julian Rosefeldt con Cate Blanchett  nelle sale per un evento speciale nei …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *