Home / RECENSIONI / Drammatico / La Famiglia Fang – Recensione – Un Film di Jason Bateman

La Famiglia Fang – Recensione – Un Film di Jason Bateman

La Famiglia Fang, la nuova rappresentazione cinematografica di una famiglia distrutta

Caleb (Christopher Walken) e Camilla Fang (Maryann Plunket) sono artisti di avanguardia che interpretano la famiglia, oltre che la vita stessa, come un palco attraverso il quale esibirsi costantemente. Il loro scopo è quello di riportare alla vita, attraverso provocazioni costanti, le spente esistenze degli ignari spettatori che incrociano in maniera inconsapevole il loro cammino. I figli della coppia di celebri artisti, Annie (Nicole Kidman) e Baxter (Jason Bateman), hanno quindi preso parte fin dalla più tenera età, che lo volessero o no, alle loro scioccanti performance dei magnetici genitori che non si sono mai troppo curati della loro infantile sensibilità. Entrambi hanno ricalcato le orme dei genitori imboccando la carriera artistica ma nessuno dei due ha avuto reale fortuna probabilmente perché non hanno ancora elaborato adeguatamente il risentimento nei confronti di due genitori profondamente narcisisti. Si trovano ancora da adulti a combattere con lo spettro della presenza ingombrante di due genitori da cui si sono sentiti costantemente manipolati e trascurati, vittime di un costante senso di fallimento ed inutilità.

La-Famiglia-Fang–Recensione-testa

Tratto dall’omonimo libro edito in Italia da Fazi la pellicola diretta da Jason Bateman, che si cimenta anche nel ruolo di Baxter, sfrutta un espediente narrativo decisamente interessante. Colma di potenzialità l’idea di sviscerare le difficoltà di due “figli di” in costante ricerca di una propria identità indipendente dal fardello genitoriale. Straziante è la descrizione di due adulti alla soglia dei quarant’anni che si dibattono affannosamente tra dipendenze varie e la ricerca di riconoscimenti emotivi mai ricevuti ma inevitabilmente sedotti loro stessi dal carisma genitoriale. Tuttavia la realizzazione di un’opera con tali buone premesse non è all’altezza delle aspettative e si esplica in un susseguirsi di dialoghi e dinamiche narrative e sceniche fin troppo viste sul grande schermo.

La-Famiglia-Fang–Recensione-centro

Sprecato anche il potenziale umoristico di una vicenda tanto singolare e grottesca che si risolve quasi totalmente in una narrazione costantemente all’insegna dell’amarezza e dei ricordi. Buone le interpretazioni nel cast di grande livello (Jason Bateman, Nicole Kidman, Christopher Walken Marin Ireland) che però non riesce a sollevare le sorti di una pellicola caratterizzata da un costante senso del “vorrei ma non posso”. Persino la fotografia, caratterizzata da colori spenti, acuisce il senso di depressione che pervade in tutto il film.

Una occasione sprecata.

Regia: Jason Bateman. Con: Jason Bateman, Nicole Kidman,Christopher Walken, Marin Ireland, Michael Chernus, Linda Emond, Jason Butler Harner,Josh Pais, Eugenia Kuzmina. Anno: 2016 Durata: 105 Min Paese: USA Distribuzione: Adler Entertainment 
La Famiglia Fang, la nuova rappresentazione cinematografica di una famiglia distrutta Caleb (Christopher Walken) e Camilla Fang (Maryann Plunket) sono artisti di avanguardia che interpretano la famiglia, oltre che la vita stessa, come un palco attraverso il quale esibirsi costantemente. Il loro scopo è quello di riportare alla vita, attraverso provocazioni costanti, le spente esistenze degli ignari spettatori che incrociano in maniera inconsapevole il loro cammino. I figli della coppia di celebri artisti, Annie (Nicole Kidman) e Baxter (Jason Bateman), hanno quindi preso parte fin dalla più tenera età, che lo volessero o no, alle loro scioccanti performance dei magnetici genitori che…
Commento Finale - 60%

60%

Tratto dall’omonimo libro edito in Italia da Fazi la pellicola diretta da Jason Bateman, che si cimenta anche nel ruolo di Baxter, sfrutta un espediente narrativo decisamente interessante. Tuttavia la realizzazione di un’opera con tali buone premesse non è all’altezza delle aspettative e si esplica in un susseguirsi di dialoghi e dinamiche narrative e sceniche fin troppo viste sul grande schermo. Sprecato anche il potenziale umoristico di una vicenda tanto singolare e grottesca che si risolve quasi totalmente in una narrazione costantemente all'insegna dell’amarezza e dei ricordi. Buone le interpretazioni nel cast.

User Rating: Be the first one !

About Elisabetta Prantera

Elisabetta Prantera
Ricercatrice sociale/redattrice, saltella da una vita tra una rilevazione e la visione compulsiva di film e serie tv...perché un buon film può sanare quasi tutti i mali del corpo e dello spirito.

Guarda anche

monster-family-teaser-trailer-copertina

Monster Family – Il teaser trailer ufficiale del film al cinema dal 19 Ottobre

Diretto da Holger Tappe basato sul romanzo “Happy Family” di David Safier  I Wishbone non sono una famiglia felice. …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *