Home / RECENSIONI / Commedia / Che vuoi che sia – Recensione – Un Film di Edoardo Leo

Che vuoi che sia – Recensione – Un Film di Edoardo Leo

Che vuoi che sia, la nuova fatica di Edoardo Leo prova a stabilire il prezzo dell’intimità.

Edoardo Leo torna alla regia ideando con “Che vuoi che sia” un soggetto, che prendendo spunto dall’attualità più recente, narra le vicende di una coppia di giovani/adulti sulla quarantina che si confrontano con quel mondo digitale che hanno visto nascere ma che ormai corre troppo veloce anche per loro. Questa attualissima coppia di giovani precari, Claudio (Edoardo Leo) e Anna (Anna Foglietta), nonostante una vita di studi e sacrifici sguazza ancora in quel limbo al limite della sopravvivenza fatto di case in affitto piene di mobili riciclati, la ricerca di coinquilini per alzare qualche lire in più e brandelli di sogni professionali e familiari che sembrano ogni giorno più sbiaditi.

che-vuoi-che-sia-film-con-edoardo-leo-recensione-testa

In questo contesto ironico di quotidiane frustrazioni i nostri eroi, Claudio e Anna, inciampano senza rendersene conto in quella mutevole e oscura economia parallela che è cresciuta inaspettatamente su internet e che muove i suoi passi attraverso il “social marketing”. Alla ricerca di investitori per la sua applicazione infatti Claudio promette per gioco, sotto l’effetto dei fumi dell’alcol di una notte brava, di registrare una notte di intimità con Anna e di renderla visibile online a chi finanzierà il suo progetto. Inaspettatamente questa “promessa” diventa virale e la inattesa celebrità metterà necessariamente in discussione le convinzioni etiche della coppia oltre che a costringerli a chiedersi quale sia l’adeguato prezzo dell’intimità.

che-vuoi-che-sia-film-con-edoardo-leo-recensione-fine

Edoardo Leo come, in altre occasioni, mostra di avere particolarmente a cuore i personaggi non risolti, che lottano alla ricerca di una identità e di un vero scopo nella loro vita, alle prese delle asprezze della vita pur senza essere ancora completamente avvelenati dalla stessa. Il soggetto di “Che vuoi che sia” è particolarmente interessante seppur eviscerato solo parzialmente. Leo infatti non si immerge realmente nella giungla del “social marketing” che viaggia poderoso su Youtube, Instragram e Facebook ma ne sfiora solo le caratteristiche sommarie, tratteggiando una commedia sufficientemente riuscita ma che a tratti ha il sapore di una occasione lievemente mancata. Belle le performance attoriali del cast (Edoardo Leo, Anna Foglietta, Rocco Papaleo, Marina Massironi, Massimo Wertmuller e Bebo Storti) che ben sorreggono le ironiche sorti dei nostri due eroi.

Che vuoi che sia” è una buona commedia che diverte al punto giusto ma che consente anche di riflettere.

Regia: Edoardo Leo Con: Edoardo Leo, Anna Foglietta, Rocco Papaleo, Marina Massironi, Bebo Storti, Massimo Wertmuller Anno: 2016 Durata: 105 Min Paese: Italia Distribuzione: Warner Bros. Pictures 
Che vuoi che sia, la nuova fatica di Edoardo Leo prova a stabilire il prezzo dell’intimità. Edoardo Leo torna alla regia ideando con “Che vuoi che sia” un soggetto, che prendendo spunto dall'attualità più recente, narra le vicende di una coppia di giovani/adulti sulla quarantina che si confrontano con quel mondo digitale che hanno visto nascere ma che ormai corre troppo veloce anche per loro. Questa attualissima coppia di giovani precari, Claudio (Edoardo Leo) e Anna (Anna Foglietta), nonostante una vita di studi e sacrifici sguazza ancora in quel limbo al limite della sopravvivenza fatto di case in affitto piene di…
Commento Finale - 65%

65%

Alla ricerca di investitori per la sua applicazione Claudio promette per gioco, sotto l’effetto dei fumi dell’alcol, di registrare una notte di intimità con Anna e di renderla visibile online a chi finanzierà il suo progetto. Inaspettatamente questa “promessa” diventa virale e la inattesa celebrità metterà necessariamente in discussione le convinzioni etiche della coppia oltre che a costringerli a chiedersi quale sia l’adeguato prezzo dell’intimità. La buona idea di Edoardo Leo, che firma anche la regia e la sceneggiatura, e le belle performance attoriali del cast (Edoardo Leo, Anna Foglietta, Rocco Papaleo, Marina Massironi, Massimo Wertmuller, Bebo Storti) ben sorreggono le ironiche sorti dei nostri due eroi e dipingono una buona commedia che diverte al punto giusto ma che consente anche di riflettere.

User Rating: 5 ( 1 votes)

About Elisabetta Prantera

Elisabetta Prantera
Ricercatrice sociale/redattrice, saltella da una vita tra una rilevazione e la visione compulsiva di film e serie tv...perché un buon film può sanare quasi tutti i mali del corpo e dello spirito.

Guarda anche

torre-nera-recensione-film-fine

La Torre Nera – Primo incasso in America nel Week-end

La Torre Nera, versione cinematografica dell’omonima saga di romanzi firmata Stephen King, arriva al cinema …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *