Home / RECENSIONI / Bastille Day- Il colpo del secolo – Recensione – Un Film di James Watkins

Bastille Day- Il colpo del secolo – Recensione – Un Film di James Watkins

Bastille Day – Il colpo del secolo, è un action thriller scolastico, ma godibile. Mischia senza soluzione di continuità complottismo, servizi segreti, rapine, attentati, polizia corrotta e manovrabilità delle masse da parte dei social in 92 minuti. Ambizioso, ma inevitabilmente facilone. Il buon ritmo e gli attori di livello salvano il risultato finale ed il film si guadagna, in ogni caso, un’ampia sufficienza.

Parigi, giorni nostri. Siamo vicini all’anniversario della presa della Bastiglia e nel pieno, lo deduciamo da alcune inquadrature, d’una dura campagna elettorale, basata su sicurezza ed immigrazione (che vi ricorda?). Una ragazza, che intuiremo attivista di sinistra, va in giro con una bomba confezionata dal suo compagno, ma ha un ripensamento e non la piazza come da programma. Un giovane e tormentato borseggiatore la nota e le ruba la borsa con lo scottante contenuto, di cui non si rende conto inizialmente. La bomba esplode e fa delle vittime, le telecamere forniscono il volto del colpevole (lo sventurato rapinatore) ed inizia una caccia all’uomo che coinvolge la Cia, i servizi francesi ed i reparti speciali della polizia d’oltralpe…

Bastille-Day-il-colpo-del-secolo-recensione-testa

Bastille Day- Il colpo del secolo  è un mix tra due tradizioni consolidate del genere: da un lato la strana coppia di scuola americana, con lo sbirro che non va troppo per il sottile ed il criminale non troppo disonesto, dall’altro le atmosfere da poliziesco/action francese, modello Nido di Vespe, con quella tipica fotografia, quei tipici attori, quelle tipiche soluzioni che… non sai spiegarlo, ma ti fanno subito pensare al cinema franzoso. C’è  qualche richiamo a classici come Frantic, soprattutto nelle atmosfere parigine e nelle fughe tra i tetti spioventi, mentre il ritmo ed il montaggio attingono a piene mani dalla scuola dei veri Bourne ed, in generale, dall’action del 21esimo secolo. Ci sono poi le masse manovrate a piacere dal social di turno, la rintracciabilità h24, gli sbirri buoni e gli sbirri cattivi, l’apparente fine politico e la rapina spettacolare. Questo è, probabilmente, il difetto principale del film: mettere troppa carne al fuoco, inevitabilmente, costringe a non approfondire nulla ed un continuo bombardamento di input differenti, a lungo andare, distrae lo spettatore invece di coinvolgerlo maggiormente.

Bastille-Day-il-colpo-del-secolo-recensione-centro

Gli interpreti: Idris Elba è ormai un affermato attore, l’ho amato alla follia nel ruolo di Stringer Bell in The Wire, bravissimo in Luther e RockNRolla, iconografico negli Avengers ed in Thor, carismatico in Pacific Rim. Ha decisamente il phisique du rol dell’agente Cia risoluto etutto d’un pezzo; Richard Madden, già visto ed apprezzato in Game of thronesbelloccio e ribelle, sembra uscito dallo stampino del divo made in 2000, modello Robert Pattinson o Henry Cavill per capirci. Charlotte Le Bon attrice di medio livello con una parte importante nello svolgimento del film, ma poco approfondita; Jose Garcia è una vecchia volpe del cinema francese, molto abile, per esempio ne Il cacciatore di testeinfine Kelly Reilly, sempre più bella in ogni film, sottovalutata ai tempi de L’appartamento spagnoloaffermatasi poi nelle sue collaborazioni con Guy Ritchie e Robert Zemeckis.

Bastille-Day-il-colpo-del-secolo-recensione-fine

Musica adrenalinica, ritmi forsennati, sequenze spettacolari, un protagonista carismatico ed alcuni onesti mestieranti, un po’ superficiale, ma tutto sommato godibile, nonostante una regia scolastica, sia pur priva di sbavature. Per amanti del genere in cerca di un pomeriggio di svago.

Regia: James Watkins Con: Idris Elba – Richard Madden – Kelly Reilly – Charlotte Lebon – Anatol Yusef – Alexander Cooper – José Garcia – Karl Farrer – Eriq Ebouaney – Jorge Leon Martinez – Daniel Westwood – Max Cavenham Anno: 2016 Durata: 92 Min Paese: USA/Francia Distribuzione: Eagle Pictures
Bastille Day - Il colpo del secolo, è un action thriller scolastico, ma godibile. Mischia senza soluzione di continuità complottismo, servizi segreti, rapine, attentati, polizia corrotta e manovrabilità delle masse da parte dei social in 92 minuti. Ambizioso, ma inevitabilmente facilone. Il buon ritmo e gli attori di livello salvano il risultato finale ed il film si guadagna, in ogni caso, un'ampia sufficienza. Parigi, giorni nostri. Siamo vicini all'anniversario della presa della Bastiglia e nel pieno, lo deduciamo da alcune inquadrature, d'una dura campagna elettorale, basata su sicurezza ed immigrazione (che vi ricorda?). Una ragazza, che intuiremo attivista di sinistra, va in…
Commento Finale - 65%

65%

Action thriller dalle sfumature spionistiche, che mischia le classiche atmosfere da poliziesco francese con le vicissitudini da strana coppia di sbirri americani. Buon ritmo, complottismo e nuovi media quanto basta, interpreti validi. Film di genere di livello standard godibile ed accattivante.

User Rating: Be the first one !

About Davide Villa

Davide Villa
Più di trenta e meno di quaranta. Ama: Il punk Rock, l'as Roma, Tarantino, Maurizio Merli, Stallone, Schwartzy, Indiana Jones, Spielberg, Lenzi, Leone, John Milius e gli action movie. Odia: la juve, le camicie nere, Servillo, Lynch e Lars Von Trier. Film preferiti: Giù la testa, Bastardi senza gloria, Troppo forte, Compagni di scuola, Milano Calibro nove. Doti innate: la modestia, l'eleganza e la sobrietà. Difetti: pochi e di scarsa importanza.

Guarda anche

uomo-dai-mille-volti-recensione-bluray-copertina

L’uomo dai mille volti – Recensione del Blu-Ray Disc del film diretto da Alberto Rodríguez

L’uomo dai mille volti: Il regista del crepuscolare La isla mínima, torna in blu-Ray disc con …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *