Home / RECENSIONI / Documentario / Astrosamantha Recensione – Un film di Gianluca Cerasola
AstroSamantha-recensione-copertina

Astrosamantha Recensione – Un film di Gianluca Cerasola

“L’uomo ha sempre sognato volare, ma senza la giusta preparazione le ali si sciolgono”. Scritto, diretto e prodotto da Gianluca Cerasola in collaborazione con l’Agenzia Spaziale Italiana, l’Aeronautica Militare Italiana, l’Ente Spaziale Europeo, la Nasa e il centro russo Roscosmos, Astrosamantha si focalizza sui tre anni che hanno preceduto l’arrivo sulla base spaziale internazionale di Samantha Cristoforetti, prima donna italiana ad entrare negli equipaggi dell’Agenzia Spaziale Europea e ad aver trascorso 199 giorni in orbita, a bordo della stazione.

Astrosamantha-recensione

Il film comincia proprio ai confini della nostra atmosfera, lungo quella linea sottile ma cruciale dove, ufficialmente, si conclude l’esperienza terrestre e si aprono le porte allo Spazio e alle stelle. Le immagini colte dallo spazio sono straordinarie ed eccezionali, così come quelle che abbiamo dall’interno della ISS, alcune catturate anche dalla stessa Samantha che ripartirebbe per un’altra missione come lei stessa ci scrive, raggiunta in collegamento skype a causa di un’influenza che non ha lasciato immune nemmeno la donna dei record nello spazio: “Lo spazio mi manca ma cerco di non pensarci troppo. Preferisco concentrarmi sul presente e sul futuro. Anche se spero che nel mio futuro ci sia anche un’altra missione nello spazio.” E a chi le chiede quale siano state la tre cose più belle che abbia visto durante la sua permanenza nello spazio, lei risponde così: “Difficile fare una classifica. Le immagini della Terra dallo spazio sono davvero suggestive. Quando pensi di aver visto “tutto”, anche dopo 200 giorni, ci sono delle cose che ti sorprendono. Credo però di non avere mai avuto un’emozione così forte come quando ho visto la Stazione Spaziale, i grandi pannelli solari, in fase di avvicinamento. E’ un’opera tecnologica ma ha una sua bellezza struggente.”

Il racconto di Cerasola è costruito su diversi livelli: quello mediato attraverso la voce narrante di Giancarlo Giannini, quello raccontato attraverso interviste e interventi di Samantha Cristoforetti e quelli più documentaristici, che raccontano dall’esterno momenti di vita e di lavoro dell’astronauta, dagli intensivi allenamenti, ai più divertenti incontri con il gruppo delle Tank Girl, fatto di ex-astronaute e scienziate. Il montaggio alterna sapientemente questi tre livelli narrativi, riuscendo con discrezione a seguire l’astronauta fin dentro gli appartamenti da lei abitati. E affida inoltre a Samantha il compito di girare per noi le straordinarie immagini dalla stazione orbitante, riuscendo così ad amalgamare il lato più conosciuto della nostra connazionale, quello emerso in televisione e sulle altre mille piattaforme digitali con quello privato: gli sguardi scambiati con i genitori prima del lancio, le riflessioni durante i tempi di attesa, sia sulla Terra che nello Spazio.

Astrosamantha-recensione-centro

Nonostante Astrosamantha sia stato sviluppato nell’arco di tre anni, il viaggio proposto sul grande schermo rimane sempre troppo in superficie, forse proprio per riuscire a mostrare tante, troppe tappe e situazioni. Il carisma, la determinazione e la passione dell’astronauta sono la parte forte del film, che avrebbe potuto fare a meno della voce off, raccordo “poetico” ai vari livelli narrativi, già per loro natura poetici e con una grande forza attrattiva. Il film pertanto si lascia guardare e incuriosisce, tanto, ma non fa centro. Non completamente.

Astrosamantha-recensione-poster-italia

About Federica Rizzo

Federica Rizzo
Campana doc, si laurea in Scienze delle Comunicazioni all'Università degli Studi di Salerno. Web & Social Media Marketer, appassionata di cinema, serie tv e tv, entra a far parte della famiglia DarumaView l'anno scorso e ancora resiste. Internauta curiosa e disperata, giocatrice di Pallavolo in pensione, spera sempre di fare con passione ciò che ama e di amare follemente ciò che fa.

Guarda anche

cyrano-mon-amour-recensione-film-copertina

Cyrano Mon Amour – La genesi della commedia d’amore più famosa di tutti i tempi

Cyrano Mon Amour: Attraverso questa deliziosa commedia sentimentale, Alexis Michalik, riflette sul ruolo dell’ispirazione amorosa …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.