Home / RECENSIONI / Commedia / Al posto tuo – Recensione – Un Film di Max Croci

Al posto tuo – Recensione – Un Film di Max Croci

Dopo l’opera prima dell’anno scorso Poli Opposti, Max Croci ci riprova con Al posto tuo, commedia in stile buddy movie che propone lo scambio di vita tra due mattatori come Stefano Fresi e Luca Argentero: modaiolo e tecnologico sciupafemmine quest’ultimo, tranquillo padre di famiglia il primo. 

Dopo la commedia romantica Poli Opposti, uscita nella passata stagione cinematografica, Max Croci prova a far suo lo stile del buddy movie americano con Al posto tuo, commedia dal sapore italianissimo che vede protagonisti Luca Argentero e Stefano Fresi nei panni di Rocco Fontana (Stefano Fresi) e Luca Molteni (Luca Argentero), due uomini completamente diversi, costretti da un gioco maligno del loro capo, la signora Welter (Pia Lanciotti) a scambiarsi la vita e gli affetti per una settimana, affinché ognuno riesca a cogliere la qualità dell’altra e presenti un eccellente prodotto (sono rispettivamente geometra ed architetto per un’azienda di sanitari) al compratore nipponico.

al-posto-tuo-recensione-alto

Cosa fareste se vi proponessero di scambiare la vostra vita con quella di un estraneo per una settimana? E se i due personaggi costretti a vivere l’uno nei panni dell’altro fossero diametralmente opposti e interpretati da Stefano Fresi e Luca Argentero? Da questa semplice premessa Max Croci elabora una commedia che gioca con lo stile del buddy movie americano ma che ci presenta personaggi italianissimi e ben caratterizzati e che fa ben giocare agli attori ruoli per cui sono effettivamente perfetti.

Stefano Fresi è il perfetto servitore della commedia e in coppia con Argentero funziona molto bene riversando sullo schermo un forte affiatamento. Il film ringrazia e ne beneficia. Interessanti, poi, soprattutto, le quattro figure femminili che ruotano intorno ai protagonisti: l’esplosiva e travolgente suocera naif di Rocco interpretata da Fioretta Mari, la sinuosa e accattivante Anna, interpretata da Serena Rossi, che farà cambiare prospettiva allo scipafemmine Luca, l’eccentrica e seduttiva vicina di casa di Luca, Grazia Schiavo e la perfettina e burbera Claudia moglie di Rocco interpretata da un Ambra Angiolini forse non nel suo personaggio migliore.

al-posto-tuo-recensione-centro

Non brillando particolarmente per sceneggiatura e regia con movimenti di macchina frettolosi ed in alcune scene inadatti, Al posto tuo intrattiene grazie alla bravura degli attori protagonisti che creano due caratteri maschili diversi ma in perfetto equilibrio, intorno ai quali si muovono quattro figure femminili ben caratterizzate e travolgenti. Leggero, piacevole e dalla colonna sonora ben scelta che coniuga musiche originali, pezzi pop/rock e qualche brano di repertorio dal sapore vagamente vintage.

 

Regia: Max Croci Con: Luca Argentero, Ambra Angiolini, Stefano Fresi, Serena Rossi, Grazia Schiavo, Fioretta Mari. Anno: 2016 Durata: 90 Min Paese: Italia Distribuzione: 01 Distribution
Dopo l'opera prima dell'anno scorso Poli Opposti, Max Croci ci riprova con Al posto tuo, commedia in stile buddy movie che propone lo scambio di vita tra due mattatori come Stefano Fresi e Luca Argentero: modaiolo e tecnologico sciupafemmine quest'ultimo, tranquillo padre di famiglia il primo.  Dopo la commedia romantica Poli Opposti, uscita nella passata stagione cinematografica, Max Croci prova a far suo lo stile del buddy movie americano con Al posto tuo, commedia dal sapore italianissimo che vede protagonisti Luca Argentero e Stefano Fresi nei panni di Rocco Fontana (Stefano Fresi) e Luca Molteni (Luca Argentero), due uomini completamente diversi,…
Commento finale - 55%

55%

Al posto tuo

Cosa fareste se vi proponessero di scambiare la vostra vita con quella di un estraneo per una settimana? Max Croci prova a far suo lo stile del buddy movie in Al posto tuo, commedia che vede due mattatori come Luca Argentero e Stefano Fresi scambiarsi le vite e gli affetti pur di compiacere il proprio capo. Non brillando particolarmente per sceneggiatura e regia, il film intrattiene grazie alla bravura degli attori protagonisti che creano due caratteri maschili diversi ma in perfetto equilibrio, intorno ai quali si muovono quattro figure femminili ben caratterizzate e travolgenti. Leggero, piacevole e dalla colonna sonora ben scelta.

User Rating: Be the first one !

About Federica Rizzo

Federica Rizzo
Campana doc, si laurea in Scienze delle Comunicazioni all'Università degli Studi di Salerno. Web & Social Media Marketer, appassionata di cinema, serie tv e tv, entra a far parte della famiglia DarumaView l'anno scorso e ancora resiste. Internauta curiosa e disperata, giocatrice di Pallavolo in pensione, spera sempre di fare con passione ciò che ama e di amare follemente ciò che fa.

Guarda anche

7_minuti-recensione-bluray-copertina

7 minuti – Recensione del Blu-Ray Disc del film dedicato al diritto al lavoro diretto da Michele Placido

7 minuti: La drammatica ricostruzione della lotta al diritto al lavoro di undici donne, diretta …

2 commenti

  1. Da questo commento capisco che il cinema è finito per colpa anche di coloro che invece di fare una recensione seria come si usava un tempo si limitano a dare valore a cose che non meritano nemmeno di essere viste in TV a gratis
    Viva Herzog , De Palma, etc…..

    • Davide Belardo

      Ciao, il film ha preso una valutazione del 55% ovvero sotto la sufficienza! Scusami ma non capisco il nesso tra il valore, il cinema di Herzog e De Palma e il non scrivere una recensione seria 🙂 Grazie per il passaggio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *