Home / RECENSIONI / Azione / Kingsman – Secret Service di Matthew Vaughn – Recensione Film
Kingsman - Secret Service 04

Kingsman – Secret Service di Matthew Vaughn – Recensione Film

Dalla miniserie di fumetti The Secret Service realizzata dai britannici Mark Millar (già autore di Kick-Ass) e Dave Gibbons assieme allo stesso regista Matthew Vaughn, Kingsman si presenta come una parodia di 007 sin dalla locandina, che riprende quella di For Your Eyes Only (Solo per i tuoi occhi, 1981) disegnata da Bill Gold (Arancia Meccanica, Casablanca) in cui l’agente segreto era incorniciato dalle gambe vertiginose di una femme fatale armata di balestra. Soltanto che stavolta l’eroina (un’agile Sofia Boutella che potrebbe essere uscita da Kill Bill) ha due protesi al posto dei tacchi, e invece di Roger Moore troviamo un insolito quanto a sua agio Colin Firth. Il savoir-fare ed il carisma dell’attore inglese, non nuovo nella parte del gentlemen dalle maniere raffinate, lo rendono perfetto nei panni dell’agente dei servizi segreti, al punto che viene da domandarsi come mai non sia ancora stato ingaggiato per dare corpo al vero James Bond. Buona anche la squadra dei comprimari, primo fra tutti un irresistibile Samuel L. Jackson in tenuta da rapper, super cattivo emofobico e con la pronuncia blesa (la zeppola). L’ esordiente Taron Egerton, viso duro e lineamenti che ricordano quelli del giovane Di Caprio, tiene bene testa alla vecchia scuola in questa spy-story che è anche un po’ racconto di formazione. Si presta anche un Michael Caine ormai capace da solo di identificare un genere. Botte, pugni, scazzottate al ralenti e schivate di colpi, tra accelerazioni da videogioco ed esagerazioni pulp. Il tutto con autoironia, anche se spesso prevale l’istinto di buttarla in cagnara. Bisogna avere gli occhi bene aperti perché riesca di strizzarne uno al pubblico, altrimenti si rischia che lo spettatore sia il primo ad abbassare le palpebre.

Guarda il video del nostro incontro con Colin Firth, Taron Egerton e i Take That.

About Fabrizio Papitto

Avatar
Nato ad Alatri si è laureato in Lettere e Filosofia all'Università di Roma 'La Sapienza'. Nel 2012 è stato tra i finalisti del concorso 'Scrivere di cinema' premio Alberto Farassino. Ha frequentato il corso residenziale di critica cinematografica presso il Bobbio Film Festival - Edizione 2014. Nel 2015 ha svolto uno stage presso la redazione del settimanale Film Tv. Recentemente scrive di narrativa per Il Mucchio e ancora di cinema per MyMovies.

Guarda anche

racconti-di-cinema-stardust-charlie-cox-pfeiffer-de-niro-poster

Racconti di Cinema – Stardust di Matthew Vaughn con Charlie Cox, Claire Danes, Michelle Pfeiffer e Robert De Niro

Ebbene, oggi recensiamo Stardust. Sublime fantasy altamente romantico e, sotto ogni punto di vista, strepitosamente …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.