Home / RECENSIONI / Avventura / Cenerentola (2015) di Kenneth Branagh – Recensione Film

Cenerentola (2015) di Kenneth Branagh – Recensione Film

A 65 anni dal capolavoro animato originale, classico cinematografico e vanto di intere generazioni, Disney restituisce Cenerentola al cinema in una versione in live action affidando il progetto a Kenneth Branagh. Un attore, regista e sceneggiatore di trasposizioni cinematografiche di opere teatrali di successo, caduto artisticamente in disgrazia dopo aver diretto il primo capitolo di Thor (2011) e il recente Jack Ryan – l’iniziazione (2014).

Messe da parte le aspirazioni da dio nordico e agente speciale, il regista inglese, torna sui suoi passi attraverso una ricostruzione della fiaba piuttosto fedele, diretta con uno stile di stampo teatrale di shakespeariana memoria tanto care al suo cinema, sostituendo le tragedie del drammaturgo inglese con lo zucchero abbondante offerto dalle produzioni della Casa di Topolino. Il risultato è un film in costume piacevolmente riuscito che restituisce al cinema nel migliore dei modi una fiaba amatissima dal pubblico di tutto il mondo. Spettatori che molto probabilmente si avvicineranno con diffidenza alla nuova proposta salvo poi scoprire che questa nuova versione in carne e ossa mantiene ben saldo il messaggio e i valori senza tempo di un racconto che guarda alla gentilezza e dignità come alle virtù per trionfare sul male.

Nuova trasposizione cinematografica che non offre molto di nuovo. Una meravigliosa Cate Blanchett con la sua performance di Lady Tremaine si aggiunge alla cerchia delle nuove meravigliose cattive delle fiabe offerte dalla cinematografia moderna (Julia Roberts, Angelina Jolie e Charlize Theron). Mentre i futuri principe e principessa ci ricordano che la bellezza interiore è più importante del denaro e delle esteriorità. Un valore sempre troppo sottovalutato ai giorni nostri, in qualunque tipologia di ambiente, che Disney si sforza di portare avanti come sempre con la giusta attenzione rivolta al suo pubblico più giovane senza dimenticare gli spettatori paganti, quelli cresciuti a pane e magia Disney.

Ben diretto, interpretato ed esteticamente sognante, Cenerentola è un live action di stampo moderno che guarda al futuro senza dimenticare quello che è stato il suo passato. Certo qualche zolletta di zucchero in meno non sarebbe stata male tuttavia accettabile se non avete problemi di diabete e non temete il dentista. Dolcificante.

About Davide Belardo

Davide Belardo
Editor director, ideatore e creatore del progetto Darumaview.it da più di 20 anni vive il cinema come una malattia incurabile, videogiocatore incallito ed ex redattore della rivista cartacea Evolution Magazine, ascolta la musica del diavolo ma non beve sangue di vergine.

Guarda anche

borg-mc-enroe-recensione-film-copertina

Borg Mc Enroe, lo storico scontro di Wimbledon rivive al cinema

Borg McEnroe: Presentato alla recente Festa del cinema di Roma 2017 dove ha vinto il …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *